La Camera di Commercio di Bergamo lancia la seconda edizione del MADE Film Festival

La Camera di Commercio di Bergamo lancia la seconda edizione del MADE Film Festival

Il MADE Film Festival, la cui 2ª edizione si terrà a Bergamo dal 15 al 17 novembre 2024, è un progetto di promozione del patrimonio d’impresa, finalizzato a valorizzarne la memoria storica e la dimensione operativa attraverso l’utilizzo di una pluralità di linguaggi e di forme innovative. Si focalizza sul mondo manifatturiero inteso come espressione e sintesi della cultura del lavoro e si pone l’obiettivo di rappresentare, narrare e divulgare il patrimonio culturale d’impresa in una prospettiva che dal territorio si estende al dialogo internazionale.

Lanciato nel 2023 come idea originale della Camera di commercio di Bergamo sull’onda di Bergamo Brescia Capitale italiana della cultura 2023, il festival ha da subito mostrato la sua vocazione per diventare un progetto permanente.

Attraverso il filtro della creazione artistica, MADE Film Festival si propone di indagare i vari momenti del processo manifatturiero: l’efficienza dei processi, la riduzione dell’impatto ambientale, il riciclo e il riutilizzo delle risorse primarie, i modelli di innovazione, lo studio, la ricerca e la formazione, il miglioramento delle condizioni lavorative, l’occupazione giovanile.

Si tratta pertanto di un concorso di storytelling e cultura aziendale a cui possono aderire imprese, case di produzione cinematografica, agenzie di comunicazione e associazioni.

La partecipazione è gratuita, possono essere candidati film terminati dopo il 1° gennaio 2018, della durata massima 15 minuti.  https://www.madefilmfestival.it/corporate-movies-application/ SCADENZA ENTRO IL 31/08/2024

Per maggiori informazioni sull’iniziativa è possibile consultare la pagina ufficiale: https://www.madefilmfestival.it/

FORMAITALIA


    • Dipartimento: Giuridico
    • Posto offerto: Coordinatore di progetti / consulente legale
    • Spazio geografico di attuazione: Milano (Italia)
    • Principali funzioni: Coordinamento dei progetti tra i dipartimenti legale, fiscale e del lavoro. Consulenza legale internazionale. Area commerciale
    • Dipendenza gerarchica: Direzione
    • Formazione richiesta: Laurea in Giurisprudenza
    • Informatica: Soft skills
    • Lingue:  Spagnolo e italiano parlato e scritto. Aprezzato l’inglese
    • Attitudini: Capacità di problem solving in autonomia
    • Necessità di viaggiare: Residenza a Milano
    • Remunerazione: 36.000 euro lordi con possibilità di incentivi per obiettivi
    • Commenti: Aprezzata la conoscenza delle questioni fiscali. Esperienza: 3-5 anni in un studio legale. Contratto commerciale autonomo in Italia. Possibilità di iniziare con un contratto spagnolo.
  • SE INTERESSATI CONTATTARE: Alfredo Izquierdo – info@formaitalia.es

Il settore agroalimentare spagnolo ha contribuito per quasi il 9% al PIL nazionale nel 2023

Il settore agroalimentare spagnolo ha contribuito per quasi il 9% al PIL nazionale nel 2023

Cajamar ha presentato lo scorso 2 luglio l’ultima edizione dell’ «Osservatorio sul settore agroalimentare spagnolo nel contesto europeo«. Lo studio, che viene pubblicato annualmente dall’entità finanziaria, offre un’analisi dell’evoluzione dei principali indicatori della catena del valore del settore agroalimentare spagnolo nel suo complesso nel 2023.

In particolare, il settore, considerando l’intera catena del valore, ha visto crescere il proprio valore aggiunto lordo (VAL) del 2,3% in termini reali, leggermente al di sotto del totale dell’economia (2,5%), ma al di sopra di quello dell’UE-27 (1,9%). Alla base di questa crescita c’è il maggiore dinamismo del settore della distribuzione (il cui VAL è aumentato del 4,3%) e dell’industria di trasformazione (3,4%), che contrasta con il calo dell’1,9% del settore primario. Pertanto, il settore agroalimentare contribuisce all’8,94% del PIL spagnolo (leggermente superiore all’8,9% nel 2022), con un valore di 119.140 milioni di euro. Per quanto riguarda l’occupazione, è aumentata dello 0,3% nel 2023, raggiungendo i 2.394.353 dipendenti, l’11,3% dell’economia totale (4 decimi in meno rispetto al 2022).

Come di solito accade, una caratteristica del settore agroalimentare è la sua importanza come pilastro del settore delle esportazioni, con il valore esportato che torna a un massimo storico di 72.258 milioni di euro, il 3,5% in più rispetto al 2022. Tuttavia, questa crescita si spiega con l’aumento del prezzo dei prodotti agroalimentari (in termini di volume, le esportazioni sono diminuite), in un contesto che continua a essere influenzato dall’aumento dei costi di produzione e dall’inflazione. Il settore agroalimentare contribuisce al 18,5% delle esportazioni totali di beni della Spagna (un punto in più rispetto al 2022), il più alto tra le principali economie esportatrici europee. La Spagna rimane il quarto esportatore del settore agroalimentare nell’UE-27, con una quota del 9,9% delle esportazioni totali verso l’UE. Un altro aspetto da sottolineare è l’elevata competitività del settore agroalimentare spagnolo nel contesto europeo, che si spiega soprattutto con la sua maggiore produttività. Il valore aggiunto per dipendente del settore è del 22,4% superiore a quello dell’UE-27. Questa elevata produttività si traduce in una maggiore competitività, in quanto il costo del lavoro per unità di prodotto è inferiore del 15% rispetto a quello dei concorrenti europei.

Il processo inflazionistico in atto nel settore, sebbene sia stato contenuto per tutto il 2023 in Spagna e nell’UE-27, continua a produrre alti tassi di crescita dei prezzi di alimenti e bevande. Ciò è dovuto al fatto che i costi di produzione non sono stati sufficientemente ridotti, nonostante il calo della spesa energetica a seguito della guerra tra Ucraina e Russia, alle tensioni sui mercati internazionali dovute alla carenza di alcuni prodotti, nonché alla siccità che è alla base di queste tensioni e allo scarso raccolto di prodotti rilevanti per l’economia spagnola e dell’UE. Così, alla fine del 2023, i prodotti alimentari e le bevande analcoliche hanno raggiunto un tasso di inflazione del 7,3% in Spagna e del 5,9% nell’UE-27, ancora alto, ma lontano dal 15,7% e dal 17,8% registrati in entrambe le economie nel 2022.


Il rapporto completo (in lingua spagnola) è disponibile cliccando il seguente link (per scaricarlo è necessaria la registrazione alla pagina): Observatorio sobre el sector agroalimentario español en el contexto europeo. Informe 2023 (plataformatierra.es)

Terzo evento locale del progetto Europe, Plural, Feminine

Terzo evento locale del progetto Europe, Plural, Feminine

Il 28 giugno, presso la sede della Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS), si è svolto il terzo evento locale del progetto EPF – Europe, Plural, Feminine, intitolato «Conciliazione vita personale e lavorativa».

L’evento, organizzato dalla CCIS e dall’associazione Solidaridad Sin Fronteras, è stato l’occasione per discutere di temi rilevanti come la gestione e la cura e della famiglia e come bilanciare la vita personale e familiare in un contesto caratterizzato dalle esigenze lavorative.

In particolare, Pilar Sanz Salvo, direttrice della Fundación Woman Forward, ha parlato di come le aziende possono promuovere l’equità sul posto di lavoro.

L’evento si è concluso con un laboratorio creativo a cui hanno preso parte tutti i partecipanti.

EPF è un progetto che mira a sensibilizzare la società sui problemi legati all’uguaglianza di genere nella vita quotidiana, a partire dal luogo di lavoro, attraverso momenti di incontro in cui si condividono opinioni, soluzioni e buone pratiche. Il progetto si sviluppa in 4 Paesi: Spagna, Italia, Francia e Germania.


Per maggiori informazioni sul progetto EPF: https://www.italcamara-es.com/es/europe-plural-femenine-epf/

La CCIS alla XXIII Convention Mondiale delle Camere di Commercio Italiane all’Estero

La CCIS alla XXIII Convention Mondiale delle Camere di Commercio Italiane all’Estero

Dal 22 al 25 giugno scorso la città di Brescia si è tenuta la 33ª edizione della Convention Mondiale delle Camere di Commercio Italiane all’estero, organizzata dalla Camera di Commercio di Brescia in collaborazione con ProBrixia e Assocamerestero e con il supporto di Unioncamere.

Sono stati oltre 200 i delegati che hanno preso parte all’evento, giunti da 63 Paesi dei cinque continenti, tra cui il presidente della CCIS, Marco Pizzi, ed il Segretario Generale, Michela Dell’Acqua.

Tra i numerosi appuntamenti che si sono svolti nel corso delle quattro giornate, va sottolineata l’Assemblea dei Delegati delle Camere di Commercio Italiane all’Estero (CCIE) del 23 Giugno, a cui hanno preso parte il Presidente di Assocamerestero Mario Pozza, i deputati Nicola Carè e Andrea Di Giuseppe, del presidente di Unioncamere Andrea Prete e del viceministro alle Imprese e del Made in Italy Valentino Valentini. Nel corso dell’icontro si è parlato del ruolo delle CCIE e dell’organizzazione del network camerale alla luce dei nuovi scenari economici e istituzionali.

Inoltre, tra il 24 ed il 25 giugno, presso il Brixia Forum, polo fieristico della città di Brescia, si sono svolte le due giornate di incontri tra i rappresentanti di diverse imprese del territorio ed i Delegati delle CCIE con sede nei mercati di interesse. In particolare, sono stati all’incirca un migliaio gli incontri realizzati tra le Camere e le aziende nel corso della Convention. Per la CCIS, oltre al Segretario Generale Dell’Acqua, ha preso parte agli incontri la responsabile dei Servizi Commerciali, Elena Bianco. Le due giornate sono state l’occasione per fornire alle aziende del territorio indicazioni utili sulle migliori strategie di ingresso nel mercato di riferimento e per presentare l’ampia gamma di servizi a supporto del processo di internazionalizzazione degli operatori italiani.

Presentazione del Barometro degli investimenti italiani in Spagna

Presentazione del Barometro degli investimenti italiani in Spagna

Immagini dell’evento di presentazione della prima edizione del Barometro degli investimenti italiani in Spagna, che si è tenuto a Madrid il 20 giugno 2024

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

L'uso di cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione della nostra politica dei cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni.

ACEPTAR
Aviso de cookies