Prima masterclass virtuale True Italian Taste dello chef Ferdinando Bernardi

Prima masterclass virtuale True Italian Taste dello chef Ferdinando Bernardi

Lo chef stellato Ferdinando Bernardi, del ristorante Orobianco di Calpe (Alicante), ha impartito  lo scorso 24 giugno la prima delle due masterclass virtuali che fanno parte del ciclo di eventi organizzati dalla Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna nell’ambito del progetto “True Italian Taste – 100% Auténtico”, che ha l’obiettivo di promuovere e valorizzare la qualità dei prodotti italiani autentici. Tale progetto è promosso e finanziato dal MInistero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e realizzato da Assocamerestero, l’Associazione delle Camere di Commercio Italiana all’Estero.

In questa occasione, Bernardi ha preparato una ricetta originale di risotto alla parmigiana con citrici e gamberetti di Santa Pola: una proposta emblematica della personalita dello chef, che sa abbinare sapientemente piatti autentici della tradizione culinaria italiana con prodotti locali.

Il direttore de La Luna de Metropoli (settimanale del quotidiano spagnolo El Mundo), Alberto Luchini, ha dato il via all’evento con un breve intervento nel quale ha sottolineato l’importanza di saper riconoscere  l’origine e l’autenticità dei prodotti enogastronomici italiani in un mercato in cui sono  presenti numerose “imitazioni”. Successivamente ha presentato gli autentici protagonisti dell’evento: i prodotti italiani utilizzati dallo chef Bernardi per elaborare la sua ricetta:

– Il riso Carnaroli, una varietà che si coltiva nelle regioni italiane del Piemonte e del Veneto e che, grazie al suo alto contenuto di amido, è particolarmente idonea per la preparazione di un risotto.

– Il Grana Padano, uno dei prodotti più famosi della gastronomia italiana, che si produce in più di 30 province del nord Italia e che si caratterizza per un sapore più delicato rispetto all’altrettanto conosciuto Parmigiano Reggiano.

– Il Pecorino Toscano Val d’Orcia stagionato, una varietà di Pecorino poco conosciuta nel mercato locale, prodotto in uno dei territori più belli della Toscana, la Val d’Orcia, dal 2004 Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

 – Il Pinot Grigio Rosato IGT, prodotto nei vigneti delle dolomiti trentine. Si tratta di un vino leggero, ideale per accompagnare il risotto dello chef.

Durante la masterclass, Bernardi ha risposto alle numerose domande da parte degli assistenti (blogger, giornalisti e professionisti del settore agroalimetare) riguardanti la ricetta, la corretta preparazione del risotto, i prodotti utilizzati e le quantità necessarie per ottenere il miglior risultato.

Scarica la ricetta dello chef Bernardi

Per maggiori informazioni sul progetto: True Italian Taste – 100% Auténtico

#trueitaliantaste – #iffoodcouldtalk – #extraordinaryitaliantaste

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Prima masterclass virtuale True Italian Taste

Prima masterclass virtuale True Italian Taste



Immagini della masterclass dello chef Ferdinando Bernardi realizzata il 24 giugno 20020 nell’ambito del progetto True Italian Taste

Video prima masterclass virtuale True Italian Taste



Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

“10 platos hoy para degustarlos mañana”, un percorso in dieci tappe per scoprire l’autentica cucina italiana

“10 platos hoy para degustarlos mañana”, un percorso in dieci tappe per scoprire l’autentica cucina italiana

Prende il via in questi giorni l’iniziativa “10 platos hoy para degustarlos mañana” (10 piatti oggi per degustarli domani): gli amanti della cucina italiana avranno pertanto la possibilità di assaporare gli autentici prodotti del Belpaese grazie alle proposte speciali dei ristoranti italiani a Madrid che hanno aderito all’iniziativa.

Dalle saporite tagliatelle al  ragù di agnello con petali di carciofi croccanti e Pecorino agli scialatelli ai frutti di mare, passando per i tradizionali spaghetti alla carbonara e l’originale pizza al tartufo nero, questo percorso gastronomico in 10 tappe risveglierà senza dubbio la passione per i prodotti italiani sani, buoni e autentici.

Per degustare i piatti speciali, i ristoranti che partecipano all’iniziativa mettono a disposizione un buono per l’acquisto di 10 piatti autentici italiani, che si potrà richiedere attraverso la web dedicata. Una volta ottenuto il buono, si potranno scegliere i piatti e le quantità, nonché optare per quando e dove degustarli: nello stesso ristorante o direttamente a casa (grazie al servizio di delivery), durante i 12 mesi successivi alla data di acquisto.

L’iniziativa mira, da un lato, a diffondere l’autentica cucina italiana e la sua gran varietà di prodotti, e dall’altro ad appoggiare un settore, quello della ristorazione, che sta soffrendo particolarmente in questo periodo di incertezza e difficoltà, a seguito delle restrizioni messe in atto per contrastare la diffusione del Covid-19.

Per il raggiungimento di questi obiettivi conta sull’appoggio di un comitato gastronomico, denominato “Amigos de la pasta”, che garantisce l’autenticità delle ricette proposte e dei prodotti utilizzati. Il comitato è formato da Simone Turchetta (Consigliere Economico e Commerciale dell’Ambasciata d’Italia a Madrid), Maurizio Di Ubaldo (Presidente dell’Accademia Italiana della Cucina, delegazione di Madrid), Giovanni Aricó (Segretario Generale della Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna, CCIS), Alessandro Cresta (Chef di Mó Better Food), Manfredi Bosco (Presidente della Federazione Italiana Cuochi, delegazione in Spagna) e Andrea Lazzari (creatore e coordinatore di Amigos de la pasta).

L’iniziativa fa parte del progetto True Italian Taste, per la valorizzazione dei prodotti gastronomici italiani certificati e autentici. Tale progetto è promosso e finanziato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e realizzato da Assocamerestero, con il supporto delle Camere di Commercio Italiana all’estero.



#trueitaliantaste 

#iffoodcouldtalk

#extraordinaryitaliantaste

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

I prodotti italiani autentici protagonisti delle masterclass dello chef Ferdinando Bernardi

I prodotti italiani autentici protagonisti delle masterclass dello chef Ferdinando Bernardi

Lo chef Ferdinando Bernardi, dell’ Orobianco di Calpe, unico ristorante di alta cucina italiana con stella Michelin in Spagna, presenterà alcuni dei prodotti gastonomici italiani più apprezzati nel mondo nelle due masterclass organizzate dalla Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS),  che si terranno i giorni 24 giugno e 8 luglio.

L’iniziativa fa parte del progetto True Italian Taste – 100% Auténtico,  che mira alla valorizzazione e alla promozione in Spagna dei prodotti enogastronomici italiani autentici.

Bernardi, già testimonial del progetto in precedenti iniziative, utilizzerà prodotti come il Pecorino toscano val d’Orcia, il guanciale,  il Grana Padano Dop ed il riso carnaroli per preparare due ricette . la prima è una proposta particolarmente rappresentativa della personalità dello chhef, che usa combinare piatti della tradizione culinaria italiana con prodotti locali. In questa occasione, lo chef Bernardi preparerà un risotto alla parmigiana con citrici e gamberetti di Santa Pola.  La seconda proposta è uno dei piatti più famosi e rappresentativi della gastronomia italiana, ma la cui preparazione continua ad essere fonte di errori e dubbi. Bernardi spiegherà quindi come preparare correttamente gli spaghetti alla carbonara secondo l’autentica ricetta tradizionale.

Ferdinando Bernardi nella Eat School della CCIS

Per via delle attuali restrizioni sanitarie per frenare la propagazione del Covid-19, le due masterclass, a cui prenderanno parte un selezionato gruppo di blogger e giornalisti gastronomici, si trasmetteranno in diretta online dalla cucina dello chef. Si tratta di un format nuovo, che permetterà di continuare a promuovere l’autentica cucina italiana, i suoi prodotti e gli inconfondibili sapori.

Il progetto True Italian Taste – 100% Auténtico è promosso e finanziato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e realizzato da Assocamerestero, l’Associazione delle Camere di Commercio Italiane all’Estero, di cui fa parte la CCIS.

Per maggiori informazioni sul progetto e le iniziativa in Spagna: True Italian Taste – 100% Auténtico

 #trueitaliantaste

#iffoodcouldtalk

#extraordinaryitaliantaste

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Il biologico italiano protagonista a Madrid

Il biologico italiano protagonista a Madrid

Lo scorso 15 novembre, nella Eat School della Camera di Commercio e Industria itaiana per la Spagna (CCIS), si è svolta la masterclass “Bío y Eco Made in Italy“, per la presentazione di prodotti enogastronomici italiani biologici, ecologici e salutari.

Lo chef Luca Gatti ha presentato le caratteristiche e le proprietà di diversi prodotti biologici, tra cui la farina di grano khorasan, diverse varietà di pasta secca e fresca ripiena, conserve, salse, creme spalmabili di nocciole e cacao, prodotti tipici del periodo natalizio come il pandoro ed il panettone, senza dimenticare la grande varietà di formaggi tra parmigiano Reggiano, ricotta e burrata.

I presenti, selezionati tra operatori del settore della ristorazione e catering, blogger e giornalisti, hanno potuto degustare ognuno dei prodotti presentati e provare anche dei piatti elaborati dallo schef Gatti utilizando come base gli stessi prodotti.

L’iniziativa è una delle attività previste nell’ambito del progetto “True Italian Taste – 100% Auténtico“, per la valorizzazione e promozione dei prodotti italiani autentici e certificati, finanziata dal Ministero dello Sviluppo Economico e gestita da Assocamerestero.

La CCIS ringrazia le imprese e le marche che hanno collaborato nella realizzazione dell’evento mettendo a disposizione i propri prodotti: Apoza, NaturaSi, Negrini, Perle de Italia, Rosso Calabria.

#Trueitaliantaste

#100autentico

#iffoodcouldtalk

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Grande successo della masterclass “Gastrofusion: encuentro de sabores”

Grande successo della masterclass “Gastrofusion: encuentro de sabores”

La Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS), in collaborazione con Mo’ Better Food e la delegazione in Spagna della Federazione Italiana Cuochi (FIC) ha organizzato lo scorso 26 febbraio la masterclass “Gastrofusion: encuentro de sabores“.

Si è trattato di un’innovativa proposta di cucina creativa basata sulla fusione tra prodotti enogastronomici tipici delle tradizioni culinarie italiana e spagnola, con l’obiettivo di promuovere nel paese iberico nuove modalità di utilizzo e di consumo dei prodotti agroalimentari italiani autentici.

L’iniziativa si è svolta nei locali di A Punto – Centro Cultural del Gusto, nella centrica calle Hortaleza di Madrid ed ha visto la presenza di 25 invitati tra rappresentanti di imprese di distribuzione di prodotti gastronomici, GDO, esperti gastronomi, execcutive chef, imprese di catering, giornalisti, blogger e rappresentanti di associazioni del settore.

Gli chef Alessandro Cresta, Marco Bozzolini (entrembi membri della FIC) e la canaria Catalina Brennan Maza, hanno preparato un menú a base di originali ricette di cucina fusion italo-spagnola utilizzando prodotti tipici della tradizione culinaria regionale del Belpaese, tra cui il basilico di Pra’, la ricotta di bufala campana, le olive taggiasche, la scamorza, il tartufo bianco di Alba ed il riso carnaroli.

Gli invitati hanno potuto assistere alla preparazione dei piatti e conoscere così in prima persona le caratteristiche e le proprietà di ogni prodotto utilizzato, accompagnati dalla musica di Jonathan Colombo. In particolare, hanno avuto la possibilità di assistere alla preparazione integrale di uno dei piatti forti del menú proposto, il risotto con scamorza affumicata, ossubuco con salsa di midollo e polvere di patanegra, durante la quale lo chef Cresta ha parlato anche delle specificità del riso carnaroli che, grazie al suo diametro e all’ato contenuto di amido, si rende particolarmente adatto per questo tipo di piatti.

Da parte sua, prima della degustazione del menù elaborato per l’occasione, Giovanni Aricò, segretario generale della CCIS, ha voluto sottolineare l’importanza dell’iniziativa, che si inserisce nell’ambito del progetto ¡100% Auténtico! – True Italian Taste per la valorizzazione dei prodotti agrioalimentari italiani autentici in Spagna, finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico e realizzato da Assocamerestero (l’associazione delle Camere di Commercio Italiane all’estero).

Inoltre, Aricò ha anticipato ai presenti le altre attività che la Camera organizzerà nel corso dell’anno nell’ambito del progetto, tra cui il ciclo di cene sensoriali “20 Buone Regioni per chiamarla Italia“, per scoprire i segreti dell’autentica cucina regionale italiana e dei prodotti ad essa associati, che si lancerà nel mese di Aprile.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Il pesto genovese “100% Autentico” a #PassioneItalia

Il pesto genovese “100% Autentico” a #PassioneItalia

Lo scorso 1º giugno, nell’ambito di #PassioneItalia 2018, la grande kermesse per la promozione del “made in Italy” in Spagna (Matadero di Madrid, 1-3 giugno), è stato organizzato il seminario “Il pesto genovese, tradizione e territorio” che ha visto la presenza di circa 30 persone tra giornalisti, blogger e operatori del settore enogastronomico.

Organizzato dalla Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS), in collaborazione con l’ufficio ENIT di Madrid e la Federazione Italiana Cuochi (delegazione in Spagna), l’evento si è svolto presso l’innovativo Food Lab, lo spazio appositamente allestito per promuovere la cultura gastronomica e culinaria del Belpaese.

Dopo i saluti di benvenuto da parte dell’Ambasciatore d’Italia, Stefano Sannino e del Segretario della CCIS, Giovanni Aricò, sono state presentate le principali attrazioni turistiche della “patria” del pesto: la città di Genova, capoluogo della regione Liguria.

seminario-pesto-1

Successivamente il delegato in Spagna dell’Accademia della Cucina Italiana, Maurizio Di Ubaldo, ha presentato le caratteristiche e la storia del pesto genovese, una delle ricette più conosciute della traidizone culinaria italiana.

L’origine dell’attuale ricetta si rimonta alla seconda metà del XIX secolo e la sua diffusione si deve ad un famoso gastronomo dell’epoca, Giovanni Battista Ratto, che la menzionó per la prima volta nel suo libro “La Cuciniera Genovese”.

Di Ubaldo ha poi presentato gli ingredienti che compongono l’autentico pesto genovese: il basilico genovese DOP, l’aglio di Vessalico, l’olio extravergine di oliva ligure, il Pecorino Fiore Sardo Dop, Il Parmigiano Reggiano Dop, pinoli e sale marino grosso, sottolineando l’importanza dell’uso del mortaio di marmo ed il pestello di legno per la corretta preparazione di questo eccellente condimento, la cui candidatura a “bene culturale immateriale dell’umanità” dell’Unesco è stata presentata proprio nell’ambito del seminario.

 

Lotta all’Italian sounding e promozione dei prodotti 100% autentici

Di Ubaldo si è poi soffermato sull’importanza dell’uso dei prodotti enogastronomici italiani autentici, con particolare riguardo a quelli a denominazione di origine e identificazione geografica protette. In questo senso, ha illustrato le finalità del progetto “100% Auténtico” sviluppato  dalla CCIS nell’ambito della più ampia campagna di “Valorizzazione e promozione del prodotto agroalimentare italiano autentico – Focus Europa”, promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico, finanziata da ICE Agenzia e realizzata da Assocamerestero.

In particolare è stata sottolineata l’importanza della corretta informazione da parte dei consumatori sull’origine dei prodotti, attraverso l’attenta lettura dell’etichettatura, per evitare di imbattersi su prodotti italian sounding, ovvero quelli non italiani che attraverso l’uso di  immagini, marche e denominazioni evocano l’Italia a scopi promozionali e commerciali.

Successivamente, il Segretario Generale della CCIS, Giovanni Aricò, ha presentato l’attività svolta dalla Camera nell’ambito del progetto, con particolare riguardo alla creazione di una web dedicata (www.100autentico.es), la mappatura dei prodotti italian sounding presenti nei principali canali di distribuzione in Spagna ed i risultati dell’indagine sulla conoscenza e l’uso dei prodotti italiani da parte degli operatori e consumatori locali, realizzata alla fine dello scorso anno.

seminario-pesto-2

Showcooking “Pesto 100% Auténtico”

Successivamente, il presidente della Federazione Italiana Cuochi – delegazione in Spagna, Manfredi Bosco, dopo aver presentato le finalità della stessa e la attività svolte per promuovere nel paese iberico la cultura gastronomica italiana, ha diretto lo showcooking “Pesto 100% Auténtico” illustrando ai presenti le varie fasi per la preparazione di una pasta condita con la salsa ligure secondo la ricetta tradizionale.

Al termine della preparazone i numerosi presenti hanno avuto l’opportunità di degustare la ricetta elaborata dallo chef Bosco per completare così un autentico viaggio sensoriale tra le origini ed i segreti di una delle ricette più emblematiche della gastronomia italiana.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

L'uso di cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione della nostra politica dei cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni.

X