Programma Open Innovation in Agrifood

Programma Open Innovation in Agrifood

La Fondazione Brodolini – a partire dal 2014 – promuove il programma ‘Open innovation in Agrifood’ volto a favorire:
– l’incontro tra la domanda e l’offerta di innovazione tecnologica nel settore agrifood;
– la nascita di un ecosistema per l’innovazione nel settore agrifood;
– lo sviluppo e il rafforzamento del settore agroalimentare attraverso l’innesto di
innovazioni e soluzioni (anche tecnologiche);
– la diffusione di una cultura di innovazione aperta tra le imprese e le startup e tra
gli stakeholder pubblici e privati che offriranno supporto nella realizzazione;
– la creazione di comunita’ creative, intese come network informali di innovatori che
alimentino un circuito virtuoso di generazione di idee e sviluppo di soluzioni
innovative.

 

Le prime due edizioni del programma hanno visto la partecipazione di 200 startup da 20 Paesi.

 

Il programma per il 2018 , scaricabile al seguente link: www.socialroots.eu, comprende:

– una Call for Solutions internazionale, attraverso cui raccogliere idee e soluzioni innovative nel settore agrifood, il cui bando e’ reperibile all’indirizzo web:
www.socialroots.eu/call-for-solutions-2017
Deadline 18 marzo 2018

– un Global Innovation Camp, che si svolgera’ in Puglia dal 15 al 19 di Aprile e ospitera’ le migliori proposte selezionate.
Nell’ambito del Camp, il 16 Aprile vi sara’ una giornata dedicata alle aziende del settore agro-food che potranno svolgere, supportate da esperti, un “Test 4.0 Readiness” sul grado di maturita’ digitale dell’azienda e ricevere consulenza personalizzata.
Deadline 31 marzo 2018

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Giftsitter: un’altra startup italiana certifica il successo del programma InnovAzione

Giftsitter: un’altra startup italiana certifica il successo del programma InnovAzione

La startup italiana Selectbiz, che ha sviluppato la piattaforma online Giftsitter, la quale permette di creare liste di nozze online, ha firmato in questi giorni un contratto di collaborazione con Quetecasas.es, impresa spagnola proprietaria di una web creata affinché gli sposi abbiano la possibilità di trovare online qualsiasi servizio necessario per organizzare il proprio matrimonio.

 

Selectbiz è stata supportata dalla Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS) nel processo di avvicinamento al mercato spagnolo nell’ambito del programma InnovAzione, progetto promosso da Assocamerestero, finanziato dal ministero dello Sviluppo Economico italiano e realizzato da Assocameraestero ed ICE – Agenzia italiana per la promozione del commercio estero, in collaborazione con le Camere Italiane all’estero. La CCIS ha assistito la startup italiana realizzando una ricerca di mercato per lo studio delle modalità di approccio alla tecnologia online da parte degli spagnoli, relativamente all’organizzazione di eventi di carattere privato come compleanni, lauree, matrimoni, ecc. Inoltre, oggetto della ricerca sono state le principali piattoforme online di liste di nozze già esistenti nella Penisola Iberica, per la ricerca di potenziali partner locali interessati ai servizi prestati da Selectbiz.

 

Prima di tentare la penetrazione nel mercato spagnolo, la startup italiana aveva già avviato un’importante collaborazione con Amazon nel 2015, che prevede la possibilità per gli utenti di spendere il denaro ricevuto dagli invitati in articoli presenti nello store della multinazionale.

 

La collaborazione di Selectbiz con Quetecasas.es, così come il contratto stipulato tra l’impresa italiana Neptune con il Canal Isabel II, sottolineano l’importanza di programmi che, come InnovAzione, appoggiano il processo di internazionalizzazione delle startup ed il ruolo fondamentale delle Camere di Commercio Italiane all’Estero nell’ambito di questo percorso.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Radiografia delle startup in Spagna

Radiografia delle startup in Spagna

Il report pubblicato dall’European Startup Monitor – ESM – evidenziano che i principali poli di attrazione per questo tipo di imprese si trovano a Madrid e Barcellona

 

L’European Startup Monitor – ESM – ha pubblicato un report sulla situazione delle startup in Spagna sulla base di un sondaggio realizzato nel mese di luglio 2015 a un campione 110 imprese.

 

La ricerca mette in evidenza la presenza di due importante poli imprenditoriali, Madrid e Barcellona, che insieme concentrano più del 50% di tutte le startup valutate. In particolare i principali hubs per le startup spagnole sono Madrid (accoglie il 28,2% del totale), Barcellona (21,8%), Valencia (10,9%), Malaga (6,4%) e Saragozza (4,5%).

 

L’età media delle startup valutate è di 2,2 anni. Il 18% sono ancora in fase di incubazione, mentre solo il 17 % sono in fase di crescita con una buona performance in termini di vendite.

 

La maggior parte di esse si trova in quella che viene definita come “fase di startup”(65%), ovvero  con un prodotto testato nel  mercato e con i primi utenti.

 

Relativamente al settore, circa un terzo delle startup spagnole appartiene al SaaS (Software as a Service) e al mobile/web apps. Un’altra categoria importante è l’IT/software (11%).

 

Le startup monitorate creano una media di 8 posti di lavoro (inclusi i fondatori). Il 13% dei fondatori ed il 12% dei lavoratori contrattati sono di nazionalità straniera.

 

Relativamente ai risultati in termini di business, quasi l’83% delle startups spagnole valutate hanno considerato la loro situazione soddisfacente (62%) o buona (21%) e solo 17% l’ha definita negativa. Per i prossimi 6 mesi, il 50% prevede un miglioramento del proprio business, il 43% prevede un mantenimento delle condizioni attuali e solo il 7% crede che la situazione peggiorerà.

 

Infine, il report rileva come i fondi governativi messi a disposizione delle imprese abbiamo avuto un enorme impatto per il finanziamento delle startup negli ultimi anni in Spagna.

 

Per visualizzare il report completo cliccare sul seguenti link: report ESM  

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Italia: bando per la selezione di start-up innovative per percorso di sviluppo internazionale

Italia: bando per la selezione di start-up innovative per percorso di sviluppo internazionale

L’obiettivo è favorire l’internazionalizzazione di startup italiane innovative. I termini e le condzioni del bando sono disponibili sul sito di Assocamerestero.

Nell’ambito delle misure messe in atto dal Governo per la promozione dell’autoimprenditorialità innovativa, anche attraverso il sostegno alle startup, nasce il progetto pilota “InnovAzione – Assistenza allo Sviluppo Internazionale di start-up innovative”, realizzato da Assocamerestero e dalle Camere di Commercio italiane all’estero in collaborazione con ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e con il supporto finanziario del Ministero dello Sviluppo Economico.

img-startup250

In relazione a tale progetto Assocamerestero pubblica il presente bando rivolto a tutti i soggetti erogatori di programmi di accelerazione di start-up innovative (acceleratori), che possono presentare domanda di partecipazione candidando le startup, che stiano partecipando o abbiamo partecipato al loro programma, che ritengono maggiormente in linea con gli obiettivi del progetto. Fra tutte le candidature pervenute saranno selezionate 20 startup da inserire in un percorso di collegamento e apertura al mercato estero.

Per la compilazione della domanda di partecipazione ci si dovrà avvalere esclusivamente della modulistica predisposta, disponibile sul sito  www.assocamerestero.it.

La domanda dovrà pervenire, pena l’esclusione,  entro e non oltre le ore 16:00 del giorno 26 febbraio 2016 e andrà inviata tramite raccomandata del servizio delle Poste Italiane S.p.A., ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata indirizzata a:

Assocamerestero – Associazione delle Camere di Commercio Italiane all’Estero

Via Sardegna, 17 – 00187 Roma

Sulla busta andrà indicata la dicitura “Progetto InnovAzione”.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

L'uso di cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione della nostra politica dei cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni.

X