Giornata sulla competitività delle PMI a La Coruña

Giornata sulla competitività delle PMI a La Coruña

Lo scorso 12 settembre si è svolta nella sede della Camera di Commercio di La Coruña la giornata “Europa fomenta la competitividad de las pymes” (Europa promuove la competitività delle PMI).

Organizzata dalla stessa Camera di La Coruña e dalla Camera di Commercio di Spagna, in collaborazione con il Ministero spagnolo d’Affari Esteri, Unione Europea e Cooperazione, la giornata fa parte di una serie di incontri promossi dalla Camera di Spagna, nell’ambito del programma “Hablamos de Europa” (Parliamo di Europa), che si terranno in varie città europee, con l’obiettivo di far conoscere gli effetti delle politiche europee sulla crescita economica, il miglioramento della competitività delle PMI e del loro grado di internazionalizzazione, così come la promozione della formazione dei giovani e il loro accesso al mercato del lavoro, grazie ai fondi che cofinanziano i programmi delle Camere di Commercio.

L’incontro tenutosi a La Coruña ha visto la presenza del presidente della Camera di Commercio ospitante, Antonio Couceiro, del direttore di Competitività della Camera di Commercio di Spagna, Julián López-Arenas e del direttore generale di Industria e delle PMI del Ministero di Industria, Commercio e Turismo, Galo Gutiérrez Monzonís, oltre a numerosi rappresentanti di imprese e associazioni di categoria locali.

Durante l’incontro si è svolta una tavola rotonda sulla trasformazione digitale, moderata dalla giornalista Isabel Bravo, e durante la quale López Arenas ha voluto sottolineare l’importanza della digitalizzazione per le PMI ed ha annunciato il lancio di due nuovi programmi da parte delle Camere: il programma Industria 4.0, focalizzato nello sviluppo di un piano di consulenza a PMI industriali con l’obiettivo di favorire la trasformazione digitale ed il passaggio all’industria 4.0; e il programma Ciber Seguridad, che prevede aiuti alle PMI affinché possano prevenire i principali rischi legati alla cyber security.

Il direttore di Competitività della Camera di Commercio di Spagna ha inoltre sottolineato che “l’obiettivo fondamentale delle Camere è quello di appoggiare le PMI e le micro imprese attraverso attività formative, aiuti o consulenze su nuove tecnologie, internazionalizzazione o uso efficiente delle ICT, al fine di aumentare la loro efficienza e produttività in maniera sostenibile. Inoltre, l’appoggio all’internazionalizzazione è prioritario e le imprese ne sono coscienti, come dimostrano i dati sulle imprese esportatrici: nel 2009 in Spagna ce n’erano 100.000; attualmente sono 200.000”.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Cresce l’appoggio che CESCE fornise alle PMI che vogliono internazionalizzarsi

Cresce l’appoggio che CESCE fornise alle PMI che vogliono internazionalizzarsi

Il Piano Strategico di CESCE 2020 ha tra i suoi obiettivi prioritari quello di promuovere l’internazionalizzazione delle PMI spagnole, offrendo loro copertura dei rischi commerciali, politici e straordinari.

 

Per questo, la Compagnia ha creato un’Unità di PMI all’interno della Direzione Operazioni per conto dello Stato, tra le cui missioni si annovera quella di potenziare l’appoggio alle PMI interessate ad internazionalizzarsi. Da questo punto di vista, la Línea de Ejecución de Avales y de Créditos de Prefinanciación per PMI ed imprese non quotate, è uno strumento di appoggio che risulta essere molto efficace per favorire l’internazionalizzazione delle PMI. Questa Linea è concessa per appoggiare imprese che sono tecnicamente solventi, ma che si trovano in una situazione finanziaria non equilibrata o che vogliono attuare un progetto che è eccessivo rispetto al proprio bilancio.

 

Fonte: Moneda Única

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Le PMI spagnole risparmieranno più di 140 milioni di Euro con l’accordo UE-Canada

Le PMI spagnole risparmieranno più di 140 milioni di Euro con l’accordo UE-Canada

La firma del Trattato di Libero Commercio tra Canada ed Unione Europea (CETA) permetterà alle imprese spagnole interessate ad esportare in Spagna di risparmiare 140 milioni di Euro, secondo i dati della Secretaría de Estado de Comercio de España. In concreto, le imprese spagnole che vendono nel mercato canadese risparmieranno 95 milioni, mentre il risparmio di quelle che comprano da questo mercato risparmieranno 45 milioni.

 

Il CETA, in vigore da settembre 2017, prevede l’eliminaizone del 99% dei dazi canadesi sulle importazioni di prodotti europei. Nel caso della Spagna, il settore più favorito dal Trattato è quello dell’industria agroalimentare (47 milioni di risparmio), seguito da quello chimico (27 milioni), nautico e della moda.

 

Per quanto riguarda la bilancia commerciale, il surplus spagnolo supera i 180 milioni di Euro. La Secretaría de Estado de Comercio si aspetta che il CETA, facilitando le esportazioni , soprattutto delle PMI spagnole, che rappresentano più del 90% delle 7.400 imprese che nel 2016 hanno intrattenuto rapporti commerciali con il Canada, faccia crescere tale surplus.

 

Fonte: Moneda Única

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

La CCIS ha incontrato PMI della Regione Lazio interessate ad internazionalizzarsi

La CCIS ha incontrato PMI della Regione Lazio interessate ad internazionalizzarsi

Nell’ambito dei progetti Prospex – Progetto per la promozione delle esportazioni, il giorno 3 ottobre, Giovanni Aricò e Paolo Luisetto, rispettivamente Segretario Generale e Responsabile della Comunicazione della Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS), hanno partecipato ad un incontro con PMI della Regione Lazio interessate ad intraprendere un processo di internazionalizzazione, che si è tenuto presso la sede di Lazio Innova.

 

Prospex7001

 

Durante la riunione, i rappresentanti della CCIS hanno presentato il progetto “Processo di internazionalizzazione delle PMI della Regione Lazio nei mercati spagnolo, portoghese e marocchino” coordinato dalla CCIS, che permetterà ad un massimo di 16 imprese della Regione Lazio del settore agroalimentare di penetrare nei suddetti mercati con il supporto di professionisti dell’internazionalizzazione. Il progetto, che vede la partecipazione come partner delle Camere di Commercio Italiane di Portogallo e Marocco, Confartigianato Lazio y CBE Belgio, prevede:
• Una fase di formazione per le imprese italiane selezionate sui mercati obiettivo;
• La presentazione dei prodotti nei mercati obiettivo attraverso la partecipazione in fiere di settore;
• Il lancio di show room temporanei che permettano agli operatori di settore di testare i prodotti.

Inoltre, un Temporary Export Manager (TEM), grazie alla propria conoscenza dei mercati obiettivo, supporterà le imprese in ciascuna fase del progetto, sviluppando un piano di azione e creando interesse intorno ai prodotti.

 

Le imprese interessate a partecipare possono trovare informazioni dettagliate nel Vademecum allegato. Per maggiori informazioni sul progetto Prospex, inviare un’email a eudesk@italcamara-es.com.

Vademecum

 

IMG_20171003_102407

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

ALITALIA BUSINESS CONNECT, IL NUOVO PROGRAMMA PER IMPRESE

ALITALIA BUSINESS CONNECT, IL NUOVO PROGRAMMA PER IMPRESE

BusinessConnect ricompensa le imprese, permettendo loro di “ottenere” miglia ogni volta che i suoi impiegati prenotano un viaggio di affari con Alitalia o con le principali compagnie associate. Tutto ciò suppone un risparmio per l’impresa.

 

Il sistema di accredito delle miglia è molto semplice e trasparente: fino al 31 marzo 2017, le imprese otterrano 10 miglia per ogni euro (tasse escluse) spero per un biglietto aereo. Successivamente, le miglia per ogni euro saranno 7.

 

Le miglia potranno essere utilizzate per ottenere sconti, biglietti premi, servizi dedicati e scegliere tra i più di 800 articoli del catalogo di “MilleMiglia Gallery”.

 

Alitalia

 

Se l’impiegato è membro del programma MilleMiglia, oltre alle miglia ottenute in BusinessConnect potrà continuare ad accumulare miglia sul suo conto personale di MilleMiglia.

 

L’iscrizione in BusinessConnect si effettua online ed è gratuita. Al programma BusinessConnect potranno partecipare tutte le imprese, identificate con una partita IVA, che non hanno ancora stabilito un accordo commerciale con Alitalia.

 

Tutte le informazioni su BusinessConnect sono disponibili sulla pagina web di Alitalia: https://www.alitalia.com/it_it/volare-alitalia/alitalia-per-le-aziende/business-connect.html

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Le Asturie concedono aiuti a 21 imprese per progetti di R&I

Le Asturie concedono aiuti a 21 imprese per progetti di R&I

Il governo del Principato delle Asturie vuole creare sinergie nell’ambito dell’innovazione tra imprese lider nei rispettivi settori ed altre aziende con capacità tecnologica sufficiente, affinché traggano beneficio di questa collaborazione le imprese più piccole.

 

L’Istituto di Sviluppo Economico del Principato delle Asturie (IDEPA), dipendente dal Consiglio del Lavoro, Industria e Turismo, ha concesso 2.247.301 euro in sovvenzioni per lo sviluppo di progetti di ricerca, portati avanti attraverso la collaborazione tra le imprese trainanti e le piccole e medie imprese (PMI).

 

Al bando hanno risposto 27 imprese raggruppate in otto progetti. Sono stati approvati sei progetti ai quali partecipano 21 aziende. Di queste, sei operano da imprese trainanti: Pasek Minerales; Ingeniería y Diseño Europeo (IDESA); Industias Lácteas Asturianas (Reny Picot); ArcelorMittal Innovación, Investigaciíon e Inversión; Thyssenkrupp Elevator Innovation Center y General de Alquiler de Maquinaria (GAM). L’investimento totale dei progetti approvati raggiunge i 5,6 milioni di Euro.

 

Il direttore generale di Innovazione ed imprenditoria, Francisco Delgado, ha sottolineato “la portata del bando, nel quale si combina la leadership di un’impresa trainante, l’apportazione delle PMI ed il contributo dei centri tecnologici e dell’università”. Inoltre, ha segnalato l’importanza “dell’implementazione crescente dei modelli di innovazione aperta, collaborazioni che risulteranno beneficiare il sistema di Ricerca & Innovazione. Queste 21 imprese, impegnate in sei progetti che coinvolgono settori diversi, mettono in luce il dinamismo innovatore delle Asturie”.

 

Delgado ha continuato affermando che “il Principato, in questo modo, incentiva le imprese a scommetterre sull’innovazione. Nonostante l’ICE abbia registrato che nel 2015, nelle Asturie, la spesa in R&I sia aumentata dell’8,6% rispetto all’anno precedente, dobbiamo continuare a lavorare in questa direzione per far crescere la Ricerca e l’Innovazione in questa Regione”.

 

Fonte: Moneda Unica

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Il BEI e l’ICO finanziano l’internazionalizzazione delle PMI spagnole con 500 milioni di euro

Il BEI  e l’ICO finanziano l’internazionalizzazione delle PMI spagnole con 500 milioni di euro

Si tratta del primo accordo di collaborazione tra l’entità finanzaria europea e quella spagnola per sostenere l’internazionalizzazione delle PMI iberiche

 

La Banca Europea per gli Investimenti (BEI) e l’Istituto di Credito Ufficiale spagnolo (ICO) hanno firmato un prestito di 250 milioni di euro destinati a finanziare le esportazioni delle PMI spagnole. L’ICO contribuirà con altri 250 milioni addizionali, per un totale di 500 milioni di euro a disposizione delle imprese esportatrici spagnole.

 

L’accordo è stato firmato a Madrid tra il Vicepresidente della BEI, Román Escolano, e la Presidente dell’ICO, Emma Navarro.  Si tratta del primo accordo di collaborazione tra la BEI e l’ICO per sostenere l’internazionalizzazione delle PMI spagnole. Il prestito della BEI permetterà il finanziamento parziale della Línea ICO Exportadores 2016,  destinata ad apportare liquidità affinchè le piccole e medie imprese possano internazionalizzarsi. Questa linea, finanzia l’anticipo delle spese dovute all’attività di esportazione nel breve periodo, delle PMI ed autonomi, inclusi i costi di produzione e l’elaborazione dei beni esportati.

 

Attraverso questo prestito, la BEI appoggerà l’attività all’estero delle piccole e medie imprese. Il prestito della BEI, ottenibile tramite l’ICO, permetterà loro di internazionalizzarsi grazie a finanziamenti a condizioni preferenziali. Román Escolano ha sottolineato che “questo prestito garantirà alle PMI spagnole di avere a disposizione la liquidità necessaria per poter crescere, esportare ed essere più competitive, e ciò contribuirà alla produzione di posti di lavoro e alla crescita economica della Spagna”.

 

Dal suo canto Emma Navarro  ha affermato che “questa operazione ci permetterà di continuare ad appoggiare l’internazionalizzazione dell’economia spagnola – uno degli obiettivi strategici dell’ICO negli ultimi anni – utilizzando in questo caso uno strumento disegnato specificatamente per stimolare le imprese ad esportare.”

 

L’ICO ha rafforzato la sua strategia per incoraggiare le imprese ad esportare, attraverso la messa in atto delle Línea ICO Exportadores. Lo scorso anno, questa linea permise di finanziare le esportazioni di più di 43.000 imprese, per un totale di 2,934 miliardi di euro. I paesi di destinazione furono principalmente Francia, Germania, Italia, Portogallo e Regno Unito. In conclusione, durante l’attività dello scorso anno, il 9% delle imprese esportatrici spagnole ottenne finanziamenti attraverso la Línea ICO Exportadores.

 

 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

L’ICEX stanzia 4,5 milioni di euro per l’internazionalizzazione delle PMI spagnole

L’ICEX stanzia 4,5 milioni di euro per l’internazionalizzazione delle PMI spagnole

L’importo totale degli aiuti sarà pari a 1.800.000 di euro. Le richieste potranno essere presentante fino al 1º diciembre 2016.

L’Instituto Español de Comercio Exterior (ICEX) ha stanziato 4,5 milioni di euro a favore dell’internazinalizzazione delle PMI spagnole non esposrtatrici o con esportazioni non consolidate, attraverso il programma ICEX Next. Tale programma offre consulenza personalizzata da parte di esperti con l’obiettivo di disegnare un piano di ingresso nel mercato estero e migliorare la competitività internazionale, aiutando le imprese in tutte le fasi del progetto.

L’obiettivo del programma è triplo: aiutare le imprese a internazionalizzare la loro attività, aumentare il fatturato estero diversificando il rischio d’impresa e migliorare la competitività globale. attraverso Icex next, le imprese potranno richiedere fino a un massimo di 13.000 euro di aiuti durante 18 mesi per spese relative all’internazionalizzazione.

Le imprese che possono optare agli aiuti sono quelle con prodotti o servizi o marchi propri, imprese con capacità per espertare e quelle compagnie che abbiano al suo interno personale competente e qualificato per il progetto di internazionalizzazione dell’impresa.

Da quando è stato attivato il programma ICEX Next nel 2012, hanno preso parte allo stesso un totale di 1.449 imprese, soprattutto del settore industriale e dei servizi. Le prime imprese che hanno beneficiato degli aiuti hanno dimostrato un aumento significativo della regolarità dell’export.

Gli aiuti vengono concessi per  favorire le azioni di promozione dell’internazionalizzazioen delle imprese spagnole attraverso la difesa degli interessi commerciali del settore, l’organizzazione di attività internazionali, la canalizzazione delle informazioni commerciali e le azioni volte a favorire l’accesso delle imprese spagnole ai mercati esteri.

Gli aiuti concessi dall’ICEX nel  2016 avranno un importo massimo complessivo di 1.800.000 euro e saranno ammissibili azioni di tipo promozionale, allestimenti di stands informativi, organizzazione di giornate tecniche e informative e altre attività di internazionalizzazione.

Le entità colaboratrici dell’ICEX possono presentare le loro richieste entro il 1º diciembre 2016, anche se,una volta raggiunto l’importo massimo di 1.800.000 euro, saranno negate sistematicamente le eventuali richieste restanti.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

L'uso di cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione della nostra politica dei cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni.

X