Al via il progetto ITALIAN FOOD XP in 12 Paesi europei

Al via il progetto ITALIAN FOOD XP in 12 Paesi europei

La promozione turistica e la produzione agroalimentare certificata delle regioni del Sud Italia per la prima volta insieme in questa iniziativa ideata dall’Isnart, l’Istituto Nazionale di Ricerche sul Turismo, con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo e che si avvale del sistema delle Camere di Commercio italiane nella sua fase operativa. La Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna si occuperà della gestione del progetto nel territorio spagnolo di sua competenza, grazie alla collaborazione con la rete dei ristoranti italiani certificati con il marchio “Ospitalità Italiana”.

 

Oltre 200 ristoranti italiani in 12 Paesi europei con 9 milioni di clienti l’anno, selezionati tra gli oltre 2000 certificati all’estero con il marchio Ospitalità italiana coinvolti nell’iniziativa, e 200mila persone che tra settembre e ottobre potranno vivere le emozioni dei prodotti e dei piatti tipici delle 6 regioni del Sud Italia e scoprire le località turistiche.

Sono questi i principali numeri dell’iniziativa “ItalianFoodXP – Experience Italy South and Beyond” ideata dall’Isnart, l’Istituto Nazionale di Ricerche sul Turismo, realizzata con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo e che si avvale del sistema delle Camere di Commercio italiane nella sua fase operativa.

parmigiana-WEB

Il progetto è fondato su una strategia digitale che punta sulla promozione delle produzioni enogastronomiche certificate delle regioni del Sud Italia e su circa 400 produttori under 40 selezionati con bando pubblico attraverso un’unica piattaforma integrata con la rete dei Ristoranti italiani nel mondo certificati “Ospitalità Italiana”. E’ attiva una piattaforma multimediale (www.italianfoodxp.it) e una pagina Facebook multilingue per tutte le nazioni coinvolte con la possibilità di condividere tutti i contenuti sui social network.

Si tratta della prima iniziativa internazionale che mette insieme i territori e le località turistiche delle sei regioni meridionali e l’eccellenza della produzione certificata (Dop e Bio), attraverso un’azione di promo-commercializzazione off e on line in 12 Paesi europei (Regno Unito, Svezia, Danimarca, Olanda, Belgio, Germania, Francia, Svizzera, Spagna, Repubblica Ceca, Polonia e Bulgaria).

I produttori selezionati, inoltre, potranno far conoscere il proprio brand ai clienti dei ristoranti attraverso link ai menu realizzati durante le settimane tematiche del food delle regioni meridionali, organizzate in collaborazione con le Camere di Commercio italiane all’estero, e i clienti potranno acquisire informazioni sui prodotti dei piatti proposti e scoprirne la zona d’origine anche per una futura vacanza, accompagnati dall’apposita app dell’iniziativa che li guiderà in percorsi enogastronomici e turistici di eccellenza.

Per un’intera settimana, nel periodo settembre-ottobre, in ciascun Paese i ristoranti italiani certificati proporranno un menu del Mezzogiorno ispirato alla cucina tipica del Sud Italia.

Nell’ambito della settimana in alcuni ristoranti sono previsti eventi interamente dedicati al Sud, con serate di animazione, presentazioni e degustazioni di prodotti certificati insieme alla promozione delle località turistiche del Mezzogiorno, con la partecipazione di operatori agroalimentari locali, giornalisti, stakeholder e autorità locali e italiane.

In particolare, la Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna  – CCIS – ha selezionato nel territorio spagnolo più di 10 ristoranti certificati con il “Marchio Ospitalità Italiana”, che proporranno menú tematici con ricette e prodotti del Sud Italia durante la settimana dal 26 settembre al 2 ottobre. Un’occasione unica per gli amanti della cucina italiana per scoprire nuovi sapori e sperimentare un viaggio gastronomico tra le delizie del Sud Italia.

L’elenco dei ristoranti aderenti all’iniziativa e dei menú proposti sarà presto disponibile nella pagina dedicata al progetto all’interno della web camerale: http://italcamara-es.com/progetti.php?id=74

L’iniziativa prevede anche una fase in Italia di sostegno alla commercializzazione dei prodotti tipici e alle imprese turistiche partecipanti all’iniziativa attraverso un calendario di educational tour che si terranno a settembre ed ottobre in ciascuna regione del Sud, con la collaborazione delle Camere di Commercio e la presenza di delegazioni estere dei Paesi selezionati formate da buyer, importatori, tour operator, agenzie di viaggio e operatori della comunicazione esperti in food&tourism (circa 400 professionisti). Previsti workshop e visite presso gli stabilimenti di produzione.

foto prodotti tipici

Questa iniziativa internazionale mette insieme per la prima volta la promozione dei territori turistici e quella dei prodotti a marchio d’origine e bio meridionali, attraverso una piattaforma multilingue realizzata dall’Isnart che si integra con la rete dei ristoranti italiani presenti nei dodici Paesi europei selezionati e certificati Ospitalità Italiana”.

Lo ha affermato Maurizio Maddaloni, Presidente dell’Isnart, che ha aggiunto: “Saranno due mesi, settembre e ottobre, dove in Europa il food parlerà italiano e avrà l’accento e il sapore inconfondibile delle regioni del Sud, con la garanzia di una certificazione di filiera che unisce produttori, prodotti e ristoratori.

Pagina Facebook del proyecto: https://www.facebook.com/ItalianFXP/?fref=ts

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Sono 33 i ristoranti italiani in Spagna certificati con il “Marchio Ospitalità Italiana”

Sono 33 i ristoranti italiani in Spagna certificati con il “Marchio Ospitalità Italiana”

L’evento di consegna della certificazione, organizzato dalla CCIS, fa parte del progetto “Ospitalità Italiana – Ristoranti Italiani nel Mondo”

 

Sono 33 i ristoranti italiani in Spagna certificati con il “Marchio Ospitalità Italiana”, una certificazione che fa parte del progetto “Ospitalità Italiana – Ristoranti Italiani nel Mondo”, promosso dall’Unione delle Camere di Commercio Italiane- Unioncamere e Isnart (Istituto Nazionale per le Ricerche Turistiche) e che in Spagna è gestito dalla Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna – CCIS . L’obiettivo del progetto, realizzato con il contributo del “Fondo Intercamerale di Intervento” di Unioncamere, è selezionare e promuovere i ristoranti italiani all’estero che garantiscono gli standard dell’ospitalità italiana, attraverso una certificazione che, dal 1997, è sinonimo di qualità dei servizi e prodotti offerti. Inoltre, il marchio è un importante strumento di promozione delle tradizioni agroalimentari delle diverse regioni italiane.

 

Sono 33 i ristoranti italiani in Spagna certificati con il “Marchio Ospitalità Italiana”

 

La cerimonia di consegna del “Marchio Ospitalità Italiana” ai 33 ristoranti italiani certificati in Spagna dalla CCIS durante la terza annualità del progetto si è svolta il 16 dicembre nella sede della Cancelleria Consolare dell’Ambasciata italiana a Madrid.

 

Sono 33 i ristoranti italiani in Spagna certificati con il “Marchio Ospitalità Italiana”

 

L’evento ha visto la presenza dell’Ambasciatore d’Italia in Spagna, Pietro Sebastiani, del Segretario Generale della CCIS, Giovanni Aricò, e del direttore dell’ufficio ICE di Madrid, Marco Verna.

 

Sono 33 i ristoranti italiani in Spagna certificati con il “Marchio Ospitalità Italiana”

 

Il progetto “Ospitalità Italiana – Ristoranti Italiani nel Mondo”

 

Per ottenere la certificazione, i ristoranti italiani all’estero devono rispettare una serie di requisiti specifici  stabiliti dai promotori del progetto. Tra questi, è da sottolineare la presenza di elementi decorativi rappresentativi della cultura italiana, un 50% di piatti e ricette tradizionali delle diverse regioni italiane nel menù; almeno il 30% di vini italiani DOP a disposizione del cliente e l’uso di olio extravergine di oliva DOP prodotto in Italia.

 

L’iniziativa ha già ottenuto un’ampia ripercussione sui mezzi d’informazione attraverso programmi emessi dalle catene televisive italiane Canale 5, Rai 2 e Rai Internazionale.

 

In linea con gli obiettivi di favorire l’interscambio commerciale tra Italia e Spagna e promuovere le eccellenze del Belpaese nel territorio iberico, la CCIS crede fermamente in questo importante progetto che rafforza la presenza della cultura enogastronomica italiana in Spagna, grazie alla collaborazione tra le principali istituzioni italiane sul territorio.

 

È possibile scaricare la lista aggiornata dei 33 ristoranti italiani certificati in Spagna nel 2013 attraverso il seguente link: restaurantes italianos certificados 2013-2014

 

Sono 33 i ristoranti italiani in Spagna certificati con il “Marchio Ospitalità Italiana”

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

L'uso di cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione della nostra politica dei cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni.

X