Buyfood Toscana chiude con successo l’edizione 2022

Buyfood Toscana chiude con successo l’edizione 2022

Dall’11 al 12 ottobre si è svolta a Firenze la quarta edizione di BuyFood Toscana, l’evento dedicato ai prodotti agroalimentari di eccellenza della Toscana (DOP, IGP, Biologici, Prodotto di Montagna, AgriQualità e Prodotti Agroalimentari Tradizionali – PAT).

Nell’ambito della manifestazione, si sono tenuti numerosi incontri B2B tra le 72 aziende agricole toscane partecipanti ed i 51 buyer stranieri, selezionati da PromoFirenze attraverso la rete camerale all’estero. Complessivamente, si sono realizzati 560 meeting duranti i quali è stato possibile degustare i 290 prodotti offerti dalle aziende.

In particolare, sono stati due i buyer spagnoli che, grazie all’azione di selezione realizzata dalla CCIS, hanno preso parte al programma di incontri con le imprese locali, selezionate sulla base dello specifico interesse nei prodotti segnalato in fase di registrazione.

BuyFood Toscana si inquadra nel progetto regionale “Food di eccellenza” e punta a diffondere e consolidare la conoscenza della qualità delle migliori produzioni agroalimentari toscane: le eccellenze DOP, IGP, Agriqualità, prodotti Biologici, PAT e Prodotto di Montagna, attraverso eventi mirati, iniziative collaterali ed incontri B2B tra le aziende toscane e il trade internazionale.

L’evento è stato promosso da Regione Toscana e Camera di Commercio di Firenze e organizzato da Fondazione Sistema Toscana e PromoFirenze.

Per maggiori informazioni: https://www.buyfoodtoscana.it/

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Tutti i numeri di Italian Food XP

Tutti i numeri di Italian Food XP

Oltre 6 milioni di persone raggiunte tramite i social network e 200 mila clienti nei 200 ristoranti italiani in 12 paesi europei. La prima annualità dell’iniziativa di promozione dei prodotti e territori del Sud Italia si è conclusa lo scorso ottobre registrando un grande successo in termini di visibilità e partecipazione di operatori dei settori enogastronomico e turistico.

 

Oltre 4 milioni di persone raggiunte tramite Facebook e due milioni su Twitter, 200 mila clienti nei 200 ristoranti italiani all’estero con il marchio Ospitalità italiana coinvolti in 12 Paesi europei, 15 eventi internazionali in Europa e 6 nelle regioni del Sud Italia. E ancora: 132 buyer tra importatori dell’enogastronomia e tour operator, 70 giornalisti stranieri e blogger del food e del turismo, 400 produttori meridionali selezionati e protagonisti dei workshop nelle regioni del Sud e oltre 90 mila contatti del portale www.italianfoodxp.it. Sono questi i principali numeri dell’iniziativa ideata dall’Isnart, l’Istituto Nazionale di Ricerche sul Turismo del sistema delle Camere di Commercio italiane e realizzata con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo.

 

Italianfoodxp ha messo insieme, per la prima volta in Italia, i territori e le località turistiche delle sei regioni meridionali e l’eccellenza della produzione certificata, attraverso un’azione di promo-commercializzazione off e on line in 12 Paesi europei (Regno Unito, Svezia, Danimarca, Olanda, Belgio, Germania, Francia, Svizzera, Spagna, Repubblica Ceca, Polonia e Bulgaria) con al centro una strategia digitale mirata alla promozione delle produzioni Dop e Bio delle regioni del Sud Italia integrata con la rete dei Ristoranti italiani nel mondo certificati “Ospitalità Italiana”.
Grazie alla collaborazione con la rete delle Camere di commercio italiane all’estero e degli enti camerali delle sei regioni meridionali sono state organizzate apposite settimane del turismo e dell’enogastronomia nei duecento ristoranti selezionati, e sei roadshow a Napoli, Catania, Reggio Calabria, Matera, Manfredonia e Arzachena con la presenza di buyer europei del turismo e del food, produttori locali, operatori turistici, stampa internazionale e locale e blogger specializzati.

 

Durante i roadshow in Europa e nelle regioni del Sud è stata attivata un’indagine tra i buyer internazionali e gli operatori locali del turismo e dell’enogastronomia che ha misurato il gradimento e soprattutto l’incremento atteso di affari. Circa il 90 per cento degli operatori internazionali coinvolti nell’iniziativa ha valutato più che positivo l’esito e la qualità degli incontri con i produttori e operatori turistici meridionali.

 

La CCIS ha curato l’iniziativa in gran parte del territorio spagnolo, coinvolgendo 10 ristoranti italiani che, dal 19 al 25 settembre, hanno proposto menú speciali di promozione delle ricette tipiche del Sud Italia. Inoltre è stata organizzata il 21 settembre la cena “Sabores del Sur de Italia” nel ristorante Il Pastaio del Vecchio Mulino di Madrid, a cui hanno preso parte giornalisti, chefs, operatori del settore enogastronomico. Infine la CCIS ha selezionato 3 giornalisti specializzati e 4 buyer per la partecipazione agli educational tour organizzati in Calabria e Sardegna tra la fine di settembre e inizio ottobre.

 

Di seguito il video di presentazione delle attività realizzate a Madrid.

 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

L'uso di cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione della nostra politica dei cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni.

ACEPTAR
Aviso de cookies