Aumento del 7,4% per le esportazioni spagnole di componenti per auto nel primo quadrimestre

Aumento del 7,4% per le esportazioni spagnole di componenti per auto nel primo quadrimestre

Si tratta di una crescita molto al di sopra della media dell’ultimo decennio (del 3,4%), che riporta questo settore ai livelli precedenti alla crisi economica.

 

Le esportazioni spagnole di gruppi e componenti per automozione sono cresciute di un 7,4% durante il primo quadrimestre dell’anno, raggiungendo i 6.675 milioni di euro. Si tratta di una crescita al di sopra della media registrata negli ultimi dieci anni (del 3,4%), che riporta questo settore ai livelli precedenti alla crisi economica.

Sernauto – l’Associazione spagnola di produttori di macchinari e componenti per l’automozione – sottolinea la chiara vocazione esportatrice del settore e prende ad esempio l’esercizio del 2015, nel quale le vendite all’estero raggiunsero i 18,9 miliardi di euro, il 7,5% in più dell’anno precedente. Questa cifra rappresenta il 59% del fatturato del settore e più dell’80% se si considerano i componenti installati su veicoli esportati.

Secondo  i dati riguardanti il periodo compreso tra Gennaio ed Aprile di quest’anno, l’Unione Europea costituisce il principale mercato per le esportazioni spagnole di componenti per automozione ed il 75% delle vendite – che hanno totalizzato 5 miliardi di euro, il 7,6% in più su base annua.

Per paesi, il 3,6% dei componenti è stato venduto in Germania, superando 1,4 miliardi di euro;  il 9,1% in Francia, con 1,1 miliardi di euro. Anche le esportazioni in Portogallo e in Italia sono cresciute rispettivamente del 12,4% e del 13,6%, raggiungendo i 471 milioni di euro da un lato e 324 milioni dall’altro.

 

Tra le principali dieci mete europee del settore spagnolo di componenti di automobili, soltanto il Regno Unito ha acquistato meno rispetto al primo quadrimestre dell’anno precedente (-3,5%), sottolinea Sernauto. Fuori dall’Europa, il principale mercato compratore è la Turchia, al quale è stata venduta merce per un valore di 146 milioni di euro, il 59% in più; seguono gli Stati Uniti, con 271 milinoi di euro, (+16%). Anche la Cina si consolida come uno dei mercati stranieri più rilevanti per la Spagna, con una crescita del 29% ed esportazioni che superano i 150 milioni di euro; allo stesso tempo, le consegne in Marocco sono aumentate del 17%, fino a 289 milioni di euro, e in Russia del 7,6%, fino a 50 milioni di euro.

Fonte: Moneda Única

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

La Spagna registra un nuovo record dell’export di beni nel 2015

La Spagna registra un nuovo record dell’export di beni nel 2015

Automotive e alimentazione sono i settori che vendono maggiormente all’estero. Il deficit commerciale si riduce dell’1,2%

L’export spagnolo di beni è crescito del 4,3% in termini tendenziali nel 2015 (1,8 punti in più rispetto al tasso registrato nel 2014, 2,5%) fino a raggiungere i 250.241,3 milioni di euro, il valore più alto dall’inizio della serie storica. In termini di volume, l’aumento è stato del 3,7%, al netto della crescita dello 0,6% dei prezzi approssimati dagli Indici di Valore Unitario. Le importazioni, invece, sono cresciute del 3,7%, per un valore complessivo di 274.415,2 milioni di euro. In termini di volume, l’aumento è stato maggiore, del 6,4%, dal momento che i prezzi sono diminuiti del 2,5%.

Nel 2015, quindi, il deficit commerciale ha raggiunto i 24.173,9 milioni di euro, con una riduzione dell’1,2% rispetto a quello del 2014 ed il secondo valore più basso dal 1998 (superato solo dal dato del 2013, -16.532 mlioni di euro). Il saldo non energetico ha registrato un surplus di 1.911,7 milioni di euro (13.599,3 milioni di euro nel 2014),mentre il saldo energetico ha registrato un miglioramento del 31,5% (riduzione del deficit energetico), favorito dalla caduta dei prezzi dell’energia.

Settori economici

Nel 2015 l’export spagnolo è cresciuto nei principali settori. I beni strumentali(20,1% del totale) hanno registrato un aumento del 4,2% annuale. Il settore dell’automotive (17,0% del totale) è cresciuto del 19,6% annuale, mentre i settori dell’alimentazione, bevande tabacchi (16,2% del totale) e dei prodotti chimici (14,4% del totoale) hanno aumentato le vendite all’estero rispettivamente del 9,0% e del 5,5%. Gli unici settori ad ever registrato un calo sono stati i prodotti energetici  (-27,7% interannuale) e le materie prime (-3,8%).

Per ciò che concerne le importazioni, il consolidamento della domanda interna ha favorito l’acquisto di beni dall’estero. In particolare, le importazioni di beni strumentali (20,4% del totale) sono cresciute del 18,9%, quelle del settore automobilistico (13,1% del totale) del 16,8%, quelle dei prodotti manufatturieri di consumo del 13,7% e quelle dei beni di consumo durevoli del 14,6%.

Aree greografiche

L’export diretto all’UE 28 (64,8% del totale) è cresciuto del 6,4% nel 2015 rispetto all’anno precedente, spinto dal recupero delle economie della regione. In particolare le vendite alla zona euro (50,4% del totale), hanno registrato un aumento del 5,4%, mentre quelle dirette al resto dell’UE (14,3% del totale) del 10,1%. Le esportazioni a paesi terzi sono aumentate dello 0,5% interannuale e rappresentano il 35,2% del totale.

I paesi che hanno contribuito maggiormente alla variazione positiva del tasso interannuale dell’export spagnolo nel 2015 (+4,3%) sono la Germania (0,9 punti, soprattutto per le maggiori vendite di auto e moto, frutta, ortaggi e legumi e, per ultimo, dei medicinali), Regno Unito (0,7 punti, principalmente per l’aumento dell’export di autoveicoli e, in misuna minore, di frutta, ortaggi, legumi e motori), l’Italia (0,6 punti, soprattutto per l’aumento delle vendite di autoveicoli, frutta ortaggi, legumi e prodotti ittici) e la Francia (0,4 punti, soprattutto per l’export di autoveicoli, frutta, ortaggi, legumi e componente per il settore dell’auto).

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

L'uso di cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione della nostra politica dei cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni.

X