La Fondazione Woman Forward presenta una classifica delle imprese per l’uguaglianza



La fondazione Woman Forward ha presentato il passato 11 novembre i risultati della ricerca “La percezione della parità nelle imprese spagnole” mediante la strategia “CEO, leve del cambiamento verso l’uguaglianza” che cerca di dare visibilità ai CEO e alle imprese che vogliono essere leva del cambiamento verso la parità.

La Fondazione invita le imprese a partecipare all’Indice delle pari opportunità aziendali  attraverso una piattaforma appositamente creata, accessibile tramite il sito web della fondazione.

L’indice di uguaglianza aziendale stabilirà automaticamente una classifica che compara le imprese per localizzazione, dimensione e settore, che verrà presentata in primavera, a tre mesi dalla pubblicazione per permettere alle imprese di partecipare.  

La giuria presieduta da Giuseppe Tringali, Presidente del Global Corporation Center IE/EY verifica la metodologia, la partecipazione oggettiva delle imprese e il funzionamento automatico della classifica, secondo diversi benchmark in relazione all’ubicazione, alle dimensioni e al settore.

La giornata è stata condotta da Paloma Barandiarán, direttrice di GSG legal hub e inaugurata da Maria Andrés, direttrice del l’Ufficio del Parlamento europeo in Spagna, che ha dichiarato “Il Parlamento europeo adotterà tra pochi giorni un’importante legge che vincolerà le imprese alle società quotate con più di 250 dipendenti ad assicurare che almeno il 40% delle posizioni dirigenziali non esecutive siano del sesso meno rappresentato. Tuttavia, il cambiamento di mentalità e della cultura imprenditoriale non si realizzerà solo a colpi di legge. Iniziative come quella di Woman Forward, con questa classifica per misurare le aziende che guidano questo cambiamento promuovendo il talento femminile, sono particolarmente preziose. Ciò che non si misura non si vede. E ciò che non si vede, non esiste. Mostriamo a questi uomini CEO campioni di uguaglianza, aiutiamo a creare nuovi referenti di inclusione”.

Mirian Izquierdo, presidente della Fondazione Woman Forward, ha spiegato nel suo intervento che la strategia “CEO Leve del cambiamento verso l’uguaglianza” emerge dalle conclusioni della ricerca “La percezione degli uomini sulla parità nell’impresa spagnola”, in cui hanno partecipato dirigenti, CEO e consulenti di grandi, medie e piccole imprese.

 Le conclusioni evidenziano che:

  • Mentre i 2/3 degli uomini percepiscono le donne in modo diverso, sia socialmente che professionalmente, le percepiscono ancora peggio nell’ambito decisionale.
  • Vi è 1/3 di alti dirigenti uomini e CEO la cui percezione sociale e professionale delle donne è egualitaria. Per cui, questo gruppo di CEO e dirigenti possono essere effaci leve del cambiamento verso l’uguaglianza.

Questa strategia mira pertanto a rendere visibile l’impegno dei CEO a favore della parità di opportunità, affinché coloro che sono convinti, attraverso la loro influenza, possano essere leve del cambiamente verso la parità, sia all’interno che all’esterno delle loro organizzazioni. L’iniziativa ha come obiettivo ultimo quello di promuovere la priorità nell’impresa rispetto alle politiche di uguaglianza, diversità e inclusione per creare valore reale nelle imprese.

La presidente della Fundación Madrid Forward, Miriam Izquierdo

Per rendere visibili i CEO delle aziende che si impegnano per la parità e misurare il loro apporto, la Fondazione ha messo a punto una piattaforma che consente, in relazione a 6 capitoli di indicatori, di valutare il loro grado di uguaglianza in modo obiettivo e misurabile. Questo sarà realizzato attraverso la partecipazione all’Indice per le pari opportunità della sua piattaforma @DIVERSIA.

La piattaforma permette, a sua volta, di stabilire un ranking di pari opportunità, per presentare i progressi in modo equo, stabilendo un benchmark secondo criteri diversi, quali: le dimensioni, la localizzazione e il settore.

A continuazione, un tavolo moderato da Yolanda Gomez, vicedirettore della ABC “Leading equally throughout the corporate world: women in economic decision making”. Quali sono le barriere.  Che barriere esistono. La strada da percorrere è ancora lunga. 

Eugenia Rodríguez Palop, vicepresidente della  Commissione per i Diritti delle Donne del Parlamento europeo, ha sottolineato che esiste non solo un “tetto di vetro” ma anche un “tetto di cemento” per le barriere autoimposte delle donne, legate a ruoli e stereotipi di genere che le impedisce di crescere professionalmente.

Rosa Pérez, membro della commissione per i diritti delle donne del Parlamento europeo, ha sottolineato che questa iniziativa della Woman Forward Foundation ci consente di dare un seguito reale ai cambio necessari per progredire verso la parità e per promuovere il talento femminile.

Allo stesso modo, Lina Gálvez, membro della commissione per i Diritti delle Donne del Parlamento europeo ha sottolineato che, in quegli spazi decisionali in cui ci sono donne, le donne sono più sostenibili ed esiste maggiore resilienza.

Margherita di Pisa, vuole una società migliore in cui le norme sulla parità producano risultati reali e consentano la loro tracciabilità.

Un secondo tavolo di CEO, moderato da Noelia García, Direttrice di Branded Content e Speciali di “L’Economista”, ha discusso l’interesse de “la strategia CEO leve del cambiamento verso la parità e le barriere strutturali nelle imprese”:

Enrique Serra González, CEO di Banco Caminos, ha sottolineato “Crediamo che la diversità sia un valore integrale. Nei nostri progetti, non cerchiamo solo l’uguaglianza in variabili come il genere ma la diversità in tutti gli aspetti che possono nutrire le squadre: età, nazionalità, esperienza, diversi modi di pensare ecc.”

Enrique Polo de Lara, CEO di Salesforce, ha dichiarato: “Nel settore tecnologico ci troviamo di fronte a una disparità sistematica nel numero di uomini e donne all’interno delle organizzazioni. È necessario uno sforzo consapevole da parte dell’alta dirigenza per evitare distorsioni nei processi di selezione e rimuovere le barriere intangibili che ostacolano lo sviluppo professionale di molte donne. Uno dei valori fondamentali di Salesforce è l’uguaglianza e siamo impegnati ad aumentare il numero di donne nella nostra azienda e nelle posizioni dirigenziali”.

Allo stesso modo, Mario de Gaviria, CEO di IGE Group, ritiene che “Il successo, la sopravvivenza e la sostenibilità delle aziende dipenderà in gran parte dalla loro reale capacità di

trasformare la loro cultura imprenditoriale, dove la diversità inclusiva deve essere uno dei suoi pilastri fondamentale e questo sarà possibile solo con la piena convinzione e il coinvolgimento attivo dei CEO.”

A sua volta, Antonio Torrado, CEO di Wolf Iberica ha spiegato che “Non dobbiamo forzare con l’obiettivo di riuscire ma bisogna continuare a lavorare nella comunicazione e nella formazione  per sensibilizzare su quello che apporta all’impresa e alla società, per rompere possibili barriere e far in modo di interiorizzare il tema e viverlo in maniera naturale”.

Per concludere, il presidente della giuria del ranking delle imprese per la parità, Giuseppe Pringali, Presidente di Global Corporation Center IE/EY, ha presentato le modalità di partecipazione all’Indice, insieme ai membri della giuria.

La giuria che ha l’obiettivo di verificare che la partecipazione alla piattaforma possa avvenire in modo equo e obiettivo, nonché che la piattaforma ha funzionato automaticamente per la definizione della classifica, è composto da Giuseppe Tringali, President Global Corporation Center IE/EY; Fátima Báñez, presidente della Fondazione CEOE; María de Andrés, Presidente dell’ufficio del Parlamento europeo in Spagna, Sara Bieger Franco Española; José Luis Blanco, direttore generale esecutivo dell’IEF, Beatriz Corredor, Presidente di Redeia; Marta García Valenzuela, Socia di talento e leadership di Talengo, Federico Linares, Presidente di EY España, Angel Martínez Aldama, Presidente della Associazione degli Organismi di Investimento Collettivo e dei Fondi Pensione (INVERCO); Aldo Olcense, Presidente della Fondazione Indipendente Società Civile Now; Antonio Oporto, Segretario Generale del Circolo degli Imprenditori; Marco Pizzi, Presidente della Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna; Osmar Polo, Presidente della Camera di Commercio Tedesca per Spagna; Bieito Rubido, Direttore del giornale digitale “El Debate”; Enrique Sanchez de León, Consigliere Direttore Generale APD, Pilar Menor Sanchez, Avvocato dello Stato Global Co-Chair, DLA Piper Employment/Senior Partner Spain, Rosa Maria Vidal, Socia Direttrice dell’azienda Broseta Avvocati, guidando il suo piano strategico di crescita sostenibile.

Giuseppe Tringali ha sottolineato che “l’uguaglianza di genere è un diritto, ma anche una grande opportuità, una serie di studi indica che genera maggiore innovazione e migliora i risultati economici delle imprese incrementando il PIL dei paesi. I leader delle imprese devono avere interessi concreti nell’accelerare e attuare questa trasformazione che non è solo culturale, è altamente produttiva.”

Pertanto, la giuria invita le aziende a partecipare, da metà novembre fino alla fine di febbraio, attraverso il seguente link del sito web della fondazione, all’Indice di uguaglianza aziendale GRATUITAMENTE e, di conseguenza, a far parte della classifica delle Aziende per l’uguaglianza che verrà presentata in un evento in primavera.

Maggiori informazioni: info@womanforward.org

FUNDACION WOMAN FORWARD
marketing@womanforward.es
+34 672 63 25 97

SU WOMAN FORWARD

La Woman Forward Foundation è un’istituzione senza scopo di lucro che crea valore nelle organizzazioni promuovendo il talento femminile la parità di genere. Donne e uomini impegnati nella società civile, pronti a unire le forze per accrescere la partecipazione e l’influenza delle donne nelle sfere decisionali in campo sociale ed economico. Woman Forward promuove misure di uguaglianza nelle aziende che promuovono l’uguaglianza e aiutano a rafforzare l’allineamento strategico nelle imprese.

La Fondazione Woman Forward ha come missione la promozione della leadership femminile nell’ambiente imprenditoriale, utilizzando, a tal fine, strumenti quali la ricerca, la consulenza, le attività di formazione attraverso Think- Tank, programmi di mentoring per partner e sponsor e networking al più alto livello.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn
Patrocinatori

Patrocinadores

  • Generali
  • Grupo Italfarmaco
  • Endesa
  • Iveco
  • Mediaset España
  • Negrini
  • Unidad Editorial
  • Intesa Sanpaolo
  • Iryo
  • Brembo
  • Ferrovie dello Stato Italiane
Collaboratori

Colaboradores

  • Endesa
  • LabLaw
  • Italfarmaco
  • Cellnex Telecom
  • Vivisol
  • ITA AIRWAYS
  • ESTUDIO ENSEÑAT, FDEZ.-ESCRIBANO Y A ABOGADOS
  • ESPRINET IBÉRICA, SL
  • Rödl & Partner
  • Share Now
  • EL CORTE INGLÉS
  • Reale Seguros
  • Ferrero Ibérica
  • FGA CAPITAL SPAIN EFC, SAU
  • Octo Telematics
  • Fox & Patton Advisors Srl
  • Abertis Infraestructuras, SA
  • FINCORP MEDIACIÓN, SL
  • SH. Service Srl
  • ISTITUTO EUROPEO DI DESIGN, SL - IED MADRID
  • Ipiac
  • MAIO LEGAL, SLP
  • Iveco
  • Polvani Tours
  • Coopservice Ibérica
  • Negrini
  • Iryo
  • Leyton Iberia
  • Allfunds
  • Intesa Sanpaolo
  • SARAS ENERGIA, S.A.
  • Brembo
  • Apoza
  • AZ Concesionaria Industrial SL
  • ENI Iberia
  • Pes and Partners Abogados
  • Enagás
  • Contineo

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

L'uso di cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione della nostra politica dei cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni.

ACEPTAR
Aviso de cookies