Italia – DL Agricoltura e DM Agrivoltaico: nuove limitazioni all’utilizzo del suolo produttivo per l’istallazione di impianti fotovoltaici e nuova spinta per l’agrivoltaico innovativo



Lo scorso 16 maggio è entrato in vigore il DL 63/2024 (“DL Agricoltura”) che ha significativamente limitato la possibilità di installare impianti fotovoltaici in aree agricole. Per effetto della norma, ad oggi, sarà infatti possibile installare impianti fotovoltaici con moduli collocati a terra solo in aree agricole specificamente indicate dal decreto quali “aree idonee” (cave e miniere; siti e impianti nella disponibilità delle Ferrovie dello Stato, dei gestori di infrastrutture ferroviarie e delle società concessionarie autostradali; siti e impianti nella disponibilità delle società di gestione aeroportuale; aree interne a impianti industriali e nel raggio di 500 metri dallo stabilimento; aree adiacenti alla rete autostradale entro una distanza non superiore a 300 metri).

Tuttavia, il DL Agricoltura esclude dal proprio ambito applicativo gli impianti fotovoltaici funzionali alle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) e gli impianti attuativi di misure di investimento del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e del piano nazionale degli investimenti complementare al PNRR (PNC).

Alla luce di quanto sopra, quindi, e in virtù delle misure di sostegno previste dal DM 463/2023 (“DM Agrivoltaico”) in coerenza con le misure di sostegno agli investimenti previsti dal PNRR, sarà possibile continuare a installare, su qualunque area agricola, gli impianti definiti “agrivoltaici avanzati” così come meglio specificato nelle regole operative del DM Agrivoltaico di recente emanate dal GSE.

Queste regole forniscono le informazioni necessarie per garantire il rispetto delle previsioni del DM Agrivoltaico ai fini del riconoscimento degli incentivi previsti, composti da: (i) un contributo in conto capitale nella misura massima del 40% dei costi ammissibili a valere sulle risorse finanziarie del PNRR; (ii) una tariffa incentivante applicata alla produzione di energia elettrica netta immessa in rete.

Brevemente, sotto il profilo soggettivo, potranno beneficiare degli incentivi gli imprenditori agricoli (in forma individuale o societaria anche cooperativa) e le associazioni temporanee di imprese, che includano almeno un soggetto che possa definirsi imprenditore agricolo e che rispettino una serie di requisiti, anche sotto il profilo del contenuto del proprio atto costitutivo.

Quanto invece ai requisiti oggettivi richiesti, potranno accedere agli incentivi previsti dal DM Agrivoltaico esclusivamente le iniziative in cui gli impianti abbiano potenza nominale superiore a 1 kW, essendo necessario che la superficie minima destinata all’attività agricola/pastorale, nell’ambito del sistema agrivoltaico, risulti pari almeno al 70% della superficie totale del sistema agrivoltaico.

Le regole operative prevedono poi specifiche indicazioni circa l’altezza minima dei moduli costituenti l’impianto rispetto al suolo, che deve essere determinata al fine di consentire la continuità delle attività agricole e/o zootecniche anche al di sotto dei moduli fotovoltaici, nonché rispetto alla produzione di energia elettrica specifica dell’impianto agrivoltaico avanzato.

Gli impianti che accedono al meccanismo di supporto dovranno inoltre prevedere la realizzazione di sistemi di monitoraggio che consentano di verificare la continuità dell’attività agricola/pastorale, il risparmio idrico, il recupero della fertilità del suolo, il microclima, la resilienza ai cambiamenti climatici.

Con la recentissima pubblicazione del decreto dipartimentale n° 251 del 31 maggio 2024 del Ministero dell’Ambiente, che approva l’aggiornamento delle regole operative e dei bandi per la partecipazione alle misure del DM Agrivoltaico, si è dato dunque il via alla presentazione delle domande al GSE per l’accesso agli incentivi, che potranno essere inoltrate dal 4 giugno al prossimo 2 settembre.

Articolo redatto dall’Avv. Silvia Galbusera – Pavia e Ansaldo Studio Legale

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn
Patrocinatori

Patrocinadores

  • Generali
  • Grupo Italfarmaco
  • Weroad Viajes
  • Endesa
  • Iveco
  • Mediaset España
  • ERG
  • Negrini
  • Unidad Editorial
  • Abertis
  • Villa Massa
  • Esprinet
  • Brembo
  • Maio Legal
  • Intesa Sanpaolo
  • Cellnex
Collaboratori

Colaboradores

  • Madrid Open City
  • BIP GROUP
  • Lefebvre
  • ENA Abogados
  • Vivisol
  • ITA AIRWAYS
  • ESTUDIO ENSEÑAT, FDEZ.-ESCRIBANO Y A ABOGADOS
  • Rödl & Partner
  • Maserati
  • EL CORTE INGLÉS
  • Reale Seguros
  • Ferrero Ibérica
  • FGA CAPITAL SPAIN EFC, SAU
  • Fox & Patton Advisors Srl
  • FINCORP MEDIACIÓN, SL
  • SH. Service Srl
  • ISTITUTO EUROPEO DI DESIGN, SL - IED MADRID
  • Ipiac
  • Pagero
  • Coopservice Ibérica
  • LHH
  • BFF Banking Group
  • nCore HR
  • Jakala
  • SARAS ENERGIA, S.A.
  • Il Globo TV
  • Apoza
  • AZ Concesionaria Industrial SL
  • ENI Iberia
  • Globo Moda
  • Enagás
  • Contineo
  • T&C srl
  • OVS
  • AIM Group International

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

L'uso di cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione della nostra politica dei cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni.

ACEPTAR
Aviso de cookies