La CCIS a Zara (Croazia) con i partner del progetto “Being a Female Entrepreneur” 

La CCIS a Zara (Croazia) con i partner del progetto “Being a Female Entrepreneur” 

Il 20 e 21 settembre scorso si è svolto a Zara (Croazia) il 4° meeting transnazionale del progetto Erasmus+ “Being a Female Entrepreneur”, coordinato dalla CCIS con altre 6 organizzazioni europee partner del progetto.

Per la Camera hanno preso parte ai lavori il Segretario Generale, Michela dell’Acqua ed il responsabile dell’Eu Desk, Luca Trovato.

Nel corso della prima giornata del meeting, i partner del progetto, riuniti nella sede di AGRRA – Agenzia per lo sviluppo rurale della contea di Zara, hanno discusso lo stato di avanzamento delle azioni previste, i risultati raggiunti finora e il programma delle azioni da intraprendere nei prossimi mesi. È stato inoltre presentato lo strumento di autovalutazione delle soft skills per definire il profilo delle nuove e future imprenditrici nelle industrie creative e culturali.

Il secondo giorno dell’incontro è stato dedicato allo sviluppo del corso online per le donne che desiderano migliorare le proprie capacità imprenditoriali e alla conferma dei moduli formativi che costituiranno la sua struttura (Creazione di un piano d’azione strategico, Analisi SWOT, Marketing e comunicazione… tra gli altri). A conclusione della giornata è intervenuta Sanja Jerak, responsabile del Dipartimento per la preparazione e l’attuazione dei progetti UE dell’Istituto INOVAcija per lo sviluppo delle competenze, dell’innovazione e della specializzazione di Zara.

Il progetto “Being a Female Entrepreneur” mira ad aumentare le capacità imprenditoriali delle donne svantaggiate, sensibilizzando le comunità interessate sul potenziale dei settori culturali e creativi e sull’importanza delle attività di apprendimento permanente per stimolare la competitività delle imprese e la crescita economica.

Il progetto ha una durata di 30 mesi (finalizzerà nell’aprile 2023) e vi fanno parte 7 organizzazioni: Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna, che è l’organizzazione di coordinamento,, DomSpain (Spagna), Eurosuccess (Cipro), P-Consulting (Grecia), Zadar County Rural Development Agency – AGGRA (Croazia), Cooperation Bancaire Pour L’Europe (Belgio) e Bucovina Institute Association (Romania).

Per maggiori informazioni:

https://www.facebook.com/FemaleEntrepreneurProject

https://www.femalentrepreneur.eu/en

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Seminario su Audit energetico

Seminario su Audit energetico

La CCIS, in collaborazione con Energika Srl, organizza il seminario “Audit energetico, una grande opportunità per ottimizzare il business e la competitività delle imprese”, che si svolgerà il 26 ottobre alle ore 10 presso la sede della Camera (calle Cristóbal Bordiú, 54 – 28003 Madrid).

Si tratta di un nuovo appuntamento all’interno del ciclo di convegni dedicati al risparmio e all’efficienza energetica, rivolti ad aziende e liberi professionisti con l’obiettivo di informare sulle dinamiche che caratterizzano il mercato energetico e le variabili che condizionano e incidono sul prezzo dell’energia, nonché sulle strategie da seguire per ridurre consumi e costi.

In questa occasione, l’amministratore delegato di Energika, Paolo Paglierani, e il direttore tecnico, Chiara Magnani, parleranno dell’importanza di effettuare un audit energetico e di scoprire diverse alternative per risparmiare sui consumi energetici e ottenere una maggiore redditività economica.

Programma:

  • Efficienza energetica: concetti generali.
  • Audit energetico: introduzione e quadro normativo.
  • Metodologia: fasi e protocollo di sviluppo dell’audit energetico.
  • Analisi energetica degli edifici: energia e apparecchiature energetiche negli edifici, normative, soluzioni, analisi dei costi, ecc.
  • Analisi energetica per le industrie: tecnologie e ottimizzazione dei processi industriali, costi, benefici, tempi di recupero degli investimenti.
  • Redazione del rapporto di audit energetico.
  • Casi pratici.
  • Contributi applicabili alle soluzioni di efficienza energetica

La partecipazione è gratuita, ma, essendo la capienza limitata, è indispensabile iscriversi in anticipo, inviando una mail a begona.pardo@italcamara-es.com e indicando modalità di partecipazione: presenziale o online. In quest’ultimo caso, verrà fornita un’e-mail per la connessione.

Per chi non ha potuto partecipare al precedente evento, organizzato lo scorso 14 settembre e dedicato agli impianti fotovoltaici, è possibile vedere la registrazione:

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

A Tenerife il corso per la gestione efficace delle sovvenzioni

A Tenerife il corso per la gestione efficace delle sovvenzioni

L’antenna territoriale di Tenerife della Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS)  organizza il 3 e 4 ottobre 2022 il corso intensivo “Gestire le sovvenzioni con efficacia”.

Il corso è rivolto alle imprese in crescita che sono alla ricerca di finanziamenti pubblici per migliorare la propria attività e incrementare i propri investimenti.

L’obiettivo è quello di offrire ai partecipanti un metodo per gestire i propri progetti finanziati con fondi pubblici nel modo più appropriato e con il minor sforzo burocratico possibile, per poi presentare la richiesta alla pubblica amministrazione.

PROGRAMMA

Il corso si terrà il 3 e 4 ottobre 2022 nello spazio coworking della CCIS, situato in Calle Cruz Verde, 10 – 2B, a Santa Cruz de Tenerife, alle ore 16:30 e avrà una durata di 3 ore al giorno.

 

Parte teorica: 03/10/2022

 1a) Workshop: Creare un progetto facile da gestire

  • Obiettivi da sovvenzionare
  • Selezione del finanziamento più appropriato
  • Riorganizzazione dei progetti da presentare a diversi bandi
  • Tempistiche del progetto e del finanziamento
  • Redigere progetti con flessibilità per adattarsi ai cambiamenti
  • Bilancio flessibile

 

2a) Workshop: Implementare i progetti per ridurre al minimo la burocrazia

  • Esecuzione del budget senza imprevisti, progettazione del processo
  • Fatture, banche e gestione delle informazioni
  • Fonti di finanziamento alternative: come e quando?
  • Organizzare le informazioni e le prove di attuazione
  • Organizzare il personale e le informazioni
  • Preparare la documentazione finale e l’audit

 

3a) Workshop: Diritti e quadro giuridico, tempi e modalità di svolgimento

  • Quadro giuridico per le sovvenzioni
  • Il rapporto con la pubblica amministrazione: quali diritti ho?
  • Quali sono le scadenze legali e come richiederle?
  • Denunce, ricorsi e reclami
  • Quando finiscono gli obblighi dei fondi pubblici?
  • Posso vendere i beni sovvenzionati?

 

Parte pratica: 4/10/2022

 Applicazione pratica per ognuno dei WorkShop teorici:

  • Casi studio reali
  • Come sollecitare le sovvenzioni
  • Presentazione della propria domanda
  • Porre quesiti sul proprio progetto

 

1b) Workshop: Creare un progetto facile da gestire

2b) Workshop: Implementare i progetti per ridurre al minimo la burocrazia

3b) Workshop: Diritti e quadro giuridico, tempi e modalità di svolgimento

 

RELATRICE ESPERTA: Carolina Rodríguez Martín

Ingegnere chimico con specializzazione in Marketing, Comunicazione e pubblicità internazionale. Con più di 20 anni di esperienza in consulenza aziendale e grande conoscenza in trasformazione digitale, ha lavorato per aziende come General Motors, Dupont, Nestlé.

Lavorando alla Camera di Commercio per la Spagna, Carolina Rodríguez Martín tratta ogni giorno casistiche reali di clienti interessati alle sovvenzioni fiscali.

 

ISCRIZIONE E PREZZI:

Il corso intensivo è suddiviso in due giorni: 3 e 4 ottobre. Nella prima giornata verrà trattata la parte teorica; nella seconda giornata verrà trattata esclusivamente la parte pratica.

Ogni partecipante può scegliere liberamente i Workshop a cui assistere.

Ogni Workshop ha un costo di €50. Quindi, ad esempio, l’abbinamento Workshop teorico 1a e Workshop pratico 1b avrà un costo complessivo di €100. Di conseguenza, l’abbinamento di due Workshop teorici e due Workshop pratici ha un costo finale di €200.

Se si scelgono tutti i Workshop della giornata di teoria (Workshop 1a, 2a e 3a), al prezzo finale verrà applicato un 10% di sconto (il costo quindi sarà di €135). Di conseguenza, il costo di tutti e tre i Workshop teorici e tutti e tre i workshop pratici sarà di €270.

Le persone interessate possono iscriversi al corso compilando attraverso il seguente link (si prega di indicare la preferenza dei Workshop da frequentare)

 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Tavola rotonda con lo scrittore ed eurodiputato Esteban González Pons

Tavola rotonda con lo scrittore ed eurodiputato Esteban González Pons

Lo scorso 16 settembre, a Segovia, una delegazione delle Camere di Commercio europee con presenza in Spagna, composta dal presidente della CCIS, Marco Pizzi, e dai presidenti delle Camere di Grecia, Lituania, Repubblica Ceca e Francia, ha preso parte alla tavola rotonda “Valori Europei” con lo scrittore ed eurodeputato spagnolo Esteban González Pons, che, accompagnato dal presidente della Camera di commercio francese, Sara Bieger, ha conversato con la giornalista del quotidiano francese Le Monde, Sandrine Morel.

L’evento, patrocinato dalle Camere Europee in Spagna nell’ambito dell’HAY Festival Segovia, è stata l’occasione per parlare dei grandi valori europei di pace e convivenza, libero scambio, cooperazione economica e solidarietà nell’attuale contesto socioeconomico.

 

I presidenti delle Camere Europee presenti a Segovia insieme allo scrittore ed eurodeputato Esteban González Pons

Hay Festival è un’organizzazione creata 35 anni fa nel Regno Unito e con una presenza in diversi paesi, che organizza festival inclusivi per tutto il pubblico in cui si celebrano la letteratura, il pensiero, le idee e lo scambio tra le persone, essendo il suo obiettivo principale è fare cultura accessibile a tutti i cittadini, indipendentemente dalla loro origine ed età.

La delegazione della CCIS comprendeva, oltre al presidente Pizzi, il segretario generale, Michela Dell’Acqua, e la responsabile delle attività associative, Begoña Pardo.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Nuovo corso formativo per la gestione del Patrimonio Culturale

Nuovo corso formativo per la gestione del Patrimonio Culturale

Torna il corso online per la gestione del Patrimonio Culturale!

Sviluppato nell’ambito del progetto EUHeritage, di cui la CCIS è partner dal 2018, il corso sarà disponibile dal 26 settembre al 5 ottobre e sarà composto da 5 moduli incentrati sullo sviluppo delle competenze digitali e delle soft skills nel campo del turismo esperienziale.

Il corso, rivolto principalmente ai professionisti attivi nei settori dei Beni Culturali e del Turismo ed a studenti o laureati che desiderano ampliare le proprie conoscenze e competenze in questi campi, offre l’opportunità di:

– creare connessioni tra i due settori dei Beni Culturali e del Turismo Esperienziale per lo sviluppo locale;

– acquisire competenze nella pianificazione di servizi innovativi riguardanti la Visitor Experience;

– apprendere e implementare strategie e strumenti digitali per il settore dei Beni Culturali;

– adottare un approccio imprenditoriale al mondo dei Beni Culturali,

– conoscere i settori della sostenibilità, della valutazione dei progetti e della misurazione dell’impatto;

– acquisire familiarità con le politiche e le migliori pratiche nei settori dei Beni Culturali e del Turismo;

– conoscere i diversi quadri di competenze e l’apprendimento permanente e, infine, creare una comunità partecipando e interagendo con i colleghi online.

Inoltre, questo corso sarà uno strumento molto utile per lavorare con il programma EU Heritage Experience Design Canvas, che permetterà agli utenti di operare concretamente sui loro territori.

Infine, dopo aver completato i 5 moduli ed aver superato almeno il 45% del materiale didattico e delle attività di valutazione, come i quiz, i partecipanti riceveranno un Certificato di Completamento.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Seminario “Impianti fotovoltaici” il 14 settembre a Madrid

Seminario “Impianti fotovoltaici” il 14 settembre a Madrid

Il prossimo 14 settembre, alle ore 10:00, si svolgerà presso la sede della CCIS (Calle Cristóbal Bordiú, 54 – 28003 Madrid), il seminario “Impianti fotovoltaici”, organizzato dalla società Energika Srl, socia della CCIS e specializzata nella consulenza e audit energetici per le aziende.

Questa giornata è l’occasione per trattare la complessa realtà che le aziende devono affrontare a causa della fluttuazione del mercato e dei prezzi dell’energia, che ha un impatto negativo sul loro business e sulla loro competitività.

Per tutti questi motivi, l’autoconsumo fotovoltaico si presenta come un’alternativa importante e decisiva per affrontare questo problema e ottenere un drastico risparmio sui costi aziendali.

Programma:

– Cos’è l’energia solare o fotovoltaica
– Valutazione dell’infrastruttura fisica dell’azienda e studio per un’installazione ottimale.
– Individuazione del fabbisogno energetico dell’azienda e compatibilità con la tipologia di impianto fotovoltaico
– Individuazione dei dati generali dell’impianto fotovoltaico, in base al risultato dello studio di fattibilità
– Valutazione tecnica ed economica dei risparmi stimati
– Calcolo del tempo di ritorno dell’investimento
– Panoramica delle sovvenzioni applicabili al progetto

Conferenzianti:

– Paolo Paglierani, Amministratore Delegato, Energika
– Chiara Magnani, Direttore Tecnico, Energika

Data : 14 settembre 2022
Orario: dalle 10:00 alle 11:00
Luogo: Camera di Commercio Italiana, Cristóbal Bordiú 54 – 28003 Madrid (presenziale) e online

Al termine della giornata verrà offerto un coffee break.

La partecipazione è gratuita, ma, essendo la capienza della sala limitata, è indispensabile iscriversi preventivamente, indicando la presenza di persona oppure online. In quest’ultimo caso verrà fornita una mail per connettersi.

Per iscriversi, inviare una e-mail a: begona.pardo@italcamara-es.com

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Chiusura della CCIS per le vacanze estive dall’8 al 21 agosto 2022

Chiusura della CCIS per le vacanze estive dall’8 al 21 agosto 2022

La Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS) chiuderà i propri uffici dall’ 8 al 21 agosto 2022 per le vacanze estive. In questo specifico periodo non saranno disponibili i servizi normalmente prestati durante l’anno.

Inoltre, per via del periodo estivo e vacazionale, la CCIS riduce la propria attività nel mese di agosto. per questo motivo, non si potrà garantire una rapida risposta alle eventuali richieste che perverranno in questo periodo.

Lo staff della Camera augura a tutti i soci e amici buone vacanze estive.

Sede

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

HORECA Baleares: opportunità per le imprese italiane del settore

HORECA Baleares: opportunità per le imprese italiane del settore

La Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS) gestisce la partecipazione di imprese italiane alla fiera HORECA. Baleares, evento fieristico di riferimento per i professionisti attivi nell’ambito della ristorazione, catering e Hotelerie interessati a penetrare o potenziare la propria presenza nell’importante mercato delle isole Baleari.

Il settore Ho.Re.Ca. delle Baleari costituisce infatti la principale attivitià economica della regione, con un fatturato di oltre 9.300 milioni di euro. Rappresenta il 21,3% della ricchezza regionale e impiega circa 109.000 lavoratori, secondo i dati pubblicati nell’Anuario de la Hostelería de España

HO.RE.CA. Baleares si svolgerà in due appuntamenti nel corso del mese di marzo 2023: nel quartiere fieristico di Ibiza (FECOEV) dall’ 8 al 10 marzo; e nel quartiere fieristico di Minorca (ESPAI Menorca) dal 22 al 24 marzo.

In entrambi gli appuntamenti la CCIS organizzerà e gestirà direttamente uno spazio espositivo esclusivo dedicato al “made in Italy”, che garantirà una forte visibilità alle imprese partecipanti.

Le aziende italiane potrannno partecipare ai due eventi o a solo uno di essi , inviando alla CCIS l’apposito modulo di adesione (vd. “Modulistica”).

Oltre alle aree espositive dedicate alle imprese, la  fiera si caratterizza per le numerose attività collaterali tra conferenze, tavole rotonde, degustazioni e presentazioni di nuovi prodotti.

Modulistica:

IBIZA
– Scheda tecnica HORECA Baleares Ibiza
Modulo di adesione HORECA Baleares Ibiza

MINORCA
– Scheda tecnica HORECA Baleares Minorca
Modulo di adesione HORECA Baleares Minorca 

Per maggiori informazioni sulla fiera: https://horecabaleares.com/

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Sono 32 i negozi gourmet della rete “True Italian Taste”

Sono 32 i negozi gourmet della rete “True Italian Taste”

La gastronomia italiana è ancora molto di moda in Spagna e sempre più persone desiderano acquistare specialità gastronomiche del Belpaese con la sicurezza e la garanzia che siano prodotti autentici e di alta qualità.

A tal fine, la Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS), nell’ambito del progetto True Italian Taste, ha lanciato nel 2021 un’iniziativa per la selezione di negozi gourmet in Spagna che garantiscano i requisiti di autenticità dei prodotti italiani offerti, oltre a presentare una vasta gamma di tipologie e marchi.

Il risultato è stata la creazione di una rete di negozi “True Italian Taste”, che conta attualmente 32 punti vendita in tutto il Paese, di cui 16 a Madrid.

Dettaglio dell’interno dell’Accademia del Gusto, uno dei negozi che fa parte della rete “True Italian Taste”

La tipologia di prodotti che si possono trovare nei punti vendita selezionati è molto ampia e varia: formaggi, insaccati, pasta, vini, dolci, prodotti da forno, salse e conserve. Si tratta di autentici prodotti italiani, la cui origine è stata verificata analizzando attentamente i prodotti venduti.

Per conoscere e localizzare la rete di negozi “True Italian Taste” la CCIS ha progettato e attivato l’App “100% Auténtico” (disponibile per sistema Android attrvaerso il seguente link), uno strumento indispensabile per tutti gli amanti della cucina italiana. Oltre alla geolocalizzazione dei punti vendita, l’App consente di avere informazioni sulla tipologia di prodotti e servizi (delivery, e-commerce, ecc.) disponibili, nonché di accedere ai recapiti di ciascuno dei negozi della rete.
Grazie agli ultimi aggiornamenti, è stata creata un’apposita sezione dedicata ai negozi di Madrid, che, come detto, ospita ben la metà dei 32 esercizi selezionati.

L’elenco dei negozi è disponibile anche sul sito del progetto www.100autentico.es/tiendas

#TrueItalianTaste
#IfFoodCouldTalk
#ExtraordinaryItalianTaste

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

I prodotti italiani certificati puntano sulla sostenibilità

I prodotti italiani certificati puntano sulla sostenibilità

Dopo la pausa globale dovuta alla pandemia, il nostro continente si sta nuovamente mettendo in moto, facendo conoscere il meglio di sé. Il progetto dell’Unione Europea per la promozione e la valorizzazione dei prodotti di qualità certificata, Enjoy European Quality Food (EEQF), ha ripreso lo scorso 22 giugno –dopo il primo appuntamento del 2019- la sua attività in Spagna, con una nuova tavola rotonda presso la sede della Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS). In questa occasione il tema centrale è stato “Le indicazioni geografiche, espressione di sostenibilità sociale, economica ed ambientale”. La produzione agroalimentaria ed enologia a Denominazione di Origine, Indicazione Geografica e Specialità Tradizionale Garantita evolve infatti a favore di processi più ecologici e sostenibili, generando un maggiore interesse nei consumatori grazie alla filiera garantita e alla qualità certificata.

Libero Giovanni Stradiotti, presidente del Consorzio di Tutela Provolone Valpadana e capofila del progetto EEQF, è intervenuto insieme a Juan José Burgos, presidente di Slow Food Madrid, nel dibattito moderato dal giornalista e gastronomo Alberto Luchini. Stradiotti ha sottolineato che in questa fase del progetto sono state indagate le fonti storiche per saperne di più sull’origine dei prodotti associati al progetto e che negli ultimi tempi è stata data maggiore enfasi alla qualità e alla sostenibilità medioambientale: “Proteggiamo il nostro bestiame dall’inquinamento e questo si nota nel sapore del Provolone, del burro e anche nei loro aromi”. Nella loro DOP, inoltre, si punta in particolare sul benessere degli animali e ciòo si traduce in una produzione è minore in termini quantitativi, ma di qualità superiore, con una maggiore soddifazione per i produttori.

Juan José Burgos ha sottolineato che il tema della tavola rotonda, la sostenibilità, implica “essere in grado di soddisfare i nostri bisogni attuali e che anche le generazioni future possano farlo“. In particolare, ha incentrato il suo intervento sui tre pilastri che portano a questo obiettivo: gli aspetti economici, ambientali e socioeconomici. Perché si sostengono molte più famiglie se, ad esempio, fondiamo il nostro tessuto produttivo su 30 piccoli fattorie invece di una sola di grandi dimensioni; perché è importante mantenere l’equilibrio in questi allevamenti, avere un numero di capi di bestiame proporzionale allo spazio che abbiamo; e, in qualità di consumatori, ha sottolineato che dobbiamo appoggiare e valorizzare questo tipo di produzione per avere più alimenti di qualità.

Una volta conclusa l’interessante tavola rotonda, lo chef Marco Bozzolini, che collabora da anni con la CCIS in progetti di promozione della gastronomia italiana in Spagna, ha preparato alcune proposte che i partecipanti hanno potuto degustare: Mozzarella Stg con pomodoro cuore di bue, aceto balsamico di Modena, basilico fresco e olio extravergine Toscano IGP e Provolone Valpadana DOP alla griglia con pesto di pomodoro semisecco, origano fresco e olio extra vergine Toscano IGP. Inoltre, i presenti hanno avuto l’occasione di provare questo oro liquido in una degustazione guidata da Luigi Fanciulli e Alberto Leotti, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’Associazione Produtottori Olivicoli Toscani (APOT), che hanno sottolineato come il loro prodotto si basa sulla sostenibilità e sull’autosufficienza, oltre che sulla collaborazione tra i piccoli produttori del territrorio.

In questo progetto cofinanziato dall’Unione Europea, sono sei i prodotti italiani associati tra vino, olio e formaggio, con volumi di produzione molto rilevanti nel 2021: Asti DOCG (102 milioni di bottiglie, di cui il 71% è stato esportato negli Stati Uniti), Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG (104,7 milioni di bottiglie), Vino Nobile di Montepulciano DOCG (6,8 milioni di bottiglie), Provolone Valpadana DOP (oltre 7,4 milioni di kg, di cui il 31% esportarti in Spagna), Olio Extravergine d’Oliva Toscano IGP (55.000 quintali stimati) e Mozzarella STG (270.500 kg l’anno scorso e 330.000 nel 2020). Si tratta di eccellenze territoriali la cui qualità è testimoniata da certificazioni come DOP (Denominazione di Origine Protetta), DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita, esclusiva dei vini italiani), IGP (Indicazione Geografica Protetta) e STG (Specialità Tradizionale Garantita).

Si tratta solo di una piccola parte di tutto ciò che l’Italia può offrire, dal momento che il Belpaese è il primo mercato al mondo per numero di denominazioni di origine concesse dall’Unione Europea -con 1.065 differenti considerando anche le bevande spiritose-, seguito dalla Spagna con 363. I benefici della sua variegata gastronomia di qualità continueranno a farsi conoscere in diverse iniziative ed eventi organizzati in Italia, Spagna, Polonia e Germania, i quattro paesi coinvolti nel progetto Enjoy European Quality Food, con l’obiettivo di incrementarne la visibilità e avvicinare i consumatori, le imprese e l’opinione pubblica europea al mondo dell’enogastronomia di qualità.

Segui le novità del progetto EEQF su Instragram e Facebook

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

L'uso di cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione della nostra politica dei cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni.

ACEPTAR
Aviso de cookies