Giornata sulla competitività delle PMI a La Coruña

Giornata sulla competitività delle PMI a La Coruña

Lo scorso 12 settembre si è svolta nella sede della Camera di Commercio di La Coruña la giornata “Europa fomenta la competitividad de las pymes” (Europa promuove la competitività delle PMI).

Organizzata dalla stessa Camera di La Coruña e dalla Camera di Commercio di Spagna, in collaborazione con il Ministero spagnolo d’Affari Esteri, Unione Europea e Cooperazione, la giornata fa parte di una serie di incontri promossi dalla Camera di Spagna, nell’ambito del programma “Hablamos de Europa” (Parliamo di Europa), che si terranno in varie città europee, con l’obiettivo di far conoscere gli effetti delle politiche europee sulla crescita economica, il miglioramento della competitività delle PMI e del loro grado di internazionalizzazione, così come la promozione della formazione dei giovani e il loro accesso al mercato del lavoro, grazie ai fondi che cofinanziano i programmi delle Camere di Commercio.

L’incontro tenutosi a La Coruña ha visto la presenza del presidente della Camera di Commercio ospitante, Antonio Couceiro, del direttore di Competitività della Camera di Commercio di Spagna, Julián López-Arenas e del direttore generale di Industria e delle PMI del Ministero di Industria, Commercio e Turismo, Galo Gutiérrez Monzonís, oltre a numerosi rappresentanti di imprese e associazioni di categoria locali.

Durante l’incontro si è svolta una tavola rotonda sulla trasformazione digitale, moderata dalla giornalista Isabel Bravo, e durante la quale López Arenas ha voluto sottolineare l’importanza della digitalizzazione per le PMI ed ha annunciato il lancio di due nuovi programmi da parte delle Camere: il programma Industria 4.0, focalizzato nello sviluppo di un piano di consulenza a PMI industriali con l’obiettivo di favorire la trasformazione digitale ed il passaggio all’industria 4.0; e il programma Ciber Seguridad, che prevede aiuti alle PMI affinché possano prevenire i principali rischi legati alla cyber security.

Il direttore di Competitività della Camera di Commercio di Spagna ha inoltre sottolineato che “l’obiettivo fondamentale delle Camere è quello di appoggiare le PMI e le micro imprese attraverso attività formative, aiuti o consulenze su nuove tecnologie, internazionalizzazione o uso efficiente delle ICT, al fine di aumentare la loro efficienza e produttività in maniera sostenibile. Inoltre, l’appoggio all’internazionalizzazione è prioritario e le imprese ne sono coscienti, come dimostrano i dati sulle imprese esportatrici: nel 2009 in Spagna ce n’erano 100.000; attualmente sono 200.000”.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Il franchising in Spagna continua a crescere

Il franchising in Spagna continua a crescere

Secondo i dati pubblicati dal report “La Franquicia en España 2019”, elaborato dall’ Asociación Española de Franquiciadores (AEF), il sistema del frachising in Spagna è composto da un totale di 1.376 insegne – il 2% in più rispetto al 2017, anno in cui ne sono state registrate 1.348 -, delle quali 1.130 sono di origine nazionale (l’82,1%) e le 246 rimanenti (il 17,9%) provengono da un totale di 26 paesi, ed in particolare dalla Francia (57 marche), dall’Italia (44), dagli Stati Uniti (43), dalla Germania e dal Regno Unito (15 ciascuno). In totale vi sono 28 reti in più rispetto al dicembre 2017, 14 nazionali e 14 straniere.

Di queste 1.376 franchigie, il settore che vanta un maggior numero di insegne è la “Moda”, con un totale di 247 reti – 9 in più rispetto all’anno precedente-, seguito da “Bar/Ristoranti”, con 196 catene – 2 in meno rispetto al 2017- e “Bellezza/ Estetica” con 111 reti – 6 in più rispetto all’ultimo report-.

Fatturato

Relativamente al fatturato totale ottenuto dall’insieme del sistema di franchising in Spagna alla chiusura dell’esercizio 2018, la cifra registrata è stata di 27.707,2 milioni di euro, a fronte dei 27.592 milioni raggiunti nel 2017, con un incremento dello 0,4%.

Per settori, quello che ha registrato il fatturato maggiore, in linea con gli anni precedenti, è stato dello dell’“Alimentazione”, con un totale di 9.695,9 milioni di euro, seguito da “Ristorazione /Fast Food”, attività che ha fatturato 2790,9 milioni di euro, “Bar/Ristoranti/Hotel” (2.485,2 milioni di euro) e “Servizi/Trasporti” (1.374,9 milioni di euro).

Stabilimenti

Per quanto riguarda il numero di stabilimenti operativi, a fine 2018 sono stati registrati 77.397 locali in Spagna, di cui 20.644 di proprietà ed i 56.753 rimanenti in regime di franchising. In sotale sono 2.999 stabilimenti in più rispetto alla fine del 2017, con un aumento del 4%.

Occupazione

Si tratta della variabile che più è cresciuta nel 2018, dal momento che i posti di lavoro coperti dal sistema sono 193.872, 14.921 in più rispetto al 2017, con un incremento del 5,3%. Per settori, quelli con maggior numero di posti di lavoro generati sono l’“Alimentazione”, nel quale lavorano 71.182 persone; “Ristorazione /Fast Food”, con 34.872 lavoratori; , “Bar/Ristoranti/Hotel”, che dà lavoro a 22.834 persone; “Bellezza/ Estetica”, nel quale lavorano 12.717 persone, e “Servizi/Trasporti”, con 11.244 lavoratori.

Per maggiori informazioni: “La Franquicia en España 2019”

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Il Veneto ospiterà la XXVIII Convention delle Camere di Commercio Italiane all’Estero

Il Veneto ospiterà la XXVIII Convention delle Camere di Commercio Italiane all’Estero

La 28ª edizione della Convention Mondiale delle Camere di Commercio Italiane all’Estero (CCIE) si svolgerà nella regione italiana del Veneto dal 26 al 29 ottobre 2019. La manifestazione, prevista dall’Accordo di Programma 2019 tra la Regione del Veneto e le Camere di Commercio di Treviso-Belluno e Venezia-Rovigo, costituisce da sempre un’importante opportunità per il rafforzamento dei rapporti della rete camerale italiana all’estero con le Istituzioni e le realtà imprenditoriali italiane.

I delegati della CCIS saranno tra i rappresentanti delle 78 CCIE, provenienti da 55 Paesi, che prenderanno parte all’evento ed avranno l’occasione di incontrare i soggetti della promotion attivi in Italia per riflettere su comuni strategie di internazionalizzazione rivolte alle piccole e medie imprese italiane.

Il Veneto ben si presta ad ospitare questo importante evento, essendo la terza regione esportatrice italiana con 63,3 miliardi di export nel 2018 verso oltre 200 Paesi e circa il 50% della produzione industriale destinata all’estero. Inoltre è la prima regione italiana per i flussi turistici con 69,2 milioni di presenze nel 2018, 16,5 milioni di passeggeri transitano negli aeroporti (Venezia-Treviso è il quarto polo italiano) e 1,6 milioni nel porto di Venezia.

Il programma 2019 della Convention prevede una nuova tipologia organizzativa che consiste nella collaborazione delle tre Camere di Commercio di Treviso-Belluno, di Venezia-Rovigo e di Padova, la cui sinergia sarà volta ad aumentare la promozione degli incontri con le imprese dei rispettivi territori e precisamente, a Treviso il lunedì 28 ottobre, a Venezia il martedì 29 ottobre mattina e a Padova il martedì 29 ottobre pomeriggio.

Nell’ambito dei lavori della Convention, la mattina di lunedì 28 ottobre 2019, presso la Sala Borsa della Camera di Commercio di Treviso-Belluno, è previsto il Convegno inaugurale dal titolo “Collaborazioni di business e network globali nuova frontiera di opportunità per l’internazionalizzazione di imprese e territori”. L’evento rappresenterà un importante momento di confronto per affrontare il tema dell’attrazione degli investimenti esteri in Italia.

Per maggiori infromazioni: www.assocamerestero.it

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Talentoo, partecipante al programma Lanzadera 2019 di Juan Roig, apre una nuova sede a Valencia

Talentoo, partecipante al programma Lanzadera 2019 di Juan Roig, apre una nuova sede a Valencia

È stato appena lanciato un nuovo programma di Lanzadera, l’acceleratore di Juan Roig, fondatore di Mercadona, con 40 nuove startup partecipanti.

Tra queste, quest’anno si trova Talentoo, la piattaforma di selezione di personale B2B, socia della Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna, che è stata scelta per questa nuova edizione.

Si tratta di una nuova tappa per l’impresa, che ha concluso il programa di accelerazioen di Estrella galicia, TheHop, a conferma della forte crescita edella propria attività registrata negli ultimi mesi.

La startup di selezione di talenti, con oltre 1.100 utenti registrati, ampia pertanto il suo staff e la propria centrale di operazioni, con nuove contrattazioni e l’implementazione di una sede nella Comunità Valenciana, con l’obiettivo di espandere il suo innovativo modello di selezione del personale.

Nuova sede Talentoo nella Comunità Valenciana:
La Marina de València, Muelle de la Aduana s/n. Edificio Lanzadera; 46024 – Valencia

Per maggiori informazioni: www.talentoo.net

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Doppio appuntamento a ottobre con le ultime novità dei settori della nautica e del weelness

Doppio appuntamento a ottobre con le ultime novità dei settori della nautica e del weelness

La Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna partecipa nel mese di ottobre a due importanti manifestazioni fieristiche internazionali organizzate da Fira Barcelona, attraverso la gestione di spazi espositivi nei quali verranno promossi prodotti e servizi di imprese italiane interessate ad espandere la propria attività nel mercato spagnolo:

Salón Náutico. 9-13 ottobre

Si tratta della principale fiera del settore della nautica in Spagna ed una delle più importanti in Europa. L’ultima edizione ha visto la presenza di 260 espositori e circa 55.000 visitatori locali e internazionali. Per quest’anno gli organizzatori prevedono di migliorare ulteriormente queste cifre, grazie anche dal positivo andamento delle vendite che il mercato delle imbarcazioni da diporto sta registrando nel paese: nei primi otto mesi dell’anno, il settore ha registrato un incremento delle immatricolazioni del 9,3%, con la Catalogna, l’Andausia e le Isole baleari in testa nella classifica delle regioni più rilevanti.

La CCIS gestirà uno spazio espositivo nel Port Vell, dove esporranno fabbricanti e distributori italiani di componenti e accessori per imbarcazioni.

Piscinas & Wellness. 15-18 de octubre

È la fiera di riferimento in Spagna per le imprese e gli operatori del settore della piscina residenziale, di uso pubblico, wellness e installazioni e materiale fitness. Gli organizzatori prevedono per quest’anno una crescita del 15% sia del numero di imprese partecipanti sia della superficie espositiva, con l’obiettivo di riunire il prossimo mese di ottobre 400 espositori su oltre 30.000 m2 di spazio fieristico.

Per la prima volta, la CCIS gestirà la partecipazione di imprese italiane in un’area espositiva esclusiva dedicata alla tecnologia e al design made in Italy applicati al settore, offrendo servizi di assistenza e interpretariato e di contatto con professionisti e distributori locali per l’organizzazione di incontri B2B durante la fiera.

Per maggiori informazioni: ferias@italcamara-es.com

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

La CCIS presenta il Progetto “La Calabria in Spagna”

La CCIS presenta il Progetto “La Calabria in Spagna”

Los scorso 12 settembre, il Segretario Generale della Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS), Giovanni Aricò, ed il Responsabile del Desk Italia, Simone Ferrali, in collaborazione con la Regione Calabria, hanno presentato a Catanzaro il progetto “La Calabria in Spagna”, rivolto alle PMI calabresi del settore agroalimentare interessate al mercato spagnolo.

Il progetto prevede la realizzazione di un insieme organico di iniziative di tipo commerciale e promozionale, tra i mesi di ottobre 2019 e luglio 2020 e consentirà alle PMI calabresi coinvolte di superare le problematiche relative al processo di internazionalizzazione, che riguardano in particolare le dimensioni dell’azienda, la selezione dei prodotti più idonei all’export e, in generale, la mancanza di una conoscenza specifica delle dinamiche del mercato di destinazione, con l’obiettivo pertanto di penetrare e posizionarsi in maniera stabile nel mercato spagnolo nel lungo periodo.

La presentazione si è svolta nella Sala conferenze della Cittadella Regionale, sede della Regione Calabria, alla presenza dei rappresentanti di oltre 20 imprese calabresi interessate a ricevere specifiche informazioni relative al progetto.

Il termine ultimo per l’invio della richiesta di partecipazione al progetto è fissato al 20 settembre 2019

Presentazione progetto

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

La Spagna al primo posto nell’Indice di Competitività Turistica per il quinto anno consecutivo

La Spagna al primo posto nell’Indice di Competitività Turistica per il quinto anno consecutivo

Secondo quando pubblicato lo scorso 4 settembre sul report sulla Competitività in Viaggi e Turismo 2019, elaborato dal Foro Economico Mondiale (World Economic Forum – WEC), la Spagna si posiziona come “il paese più competitivo del mondo in termini turistici”, confermando la leadership nell’Indice di Competitività Turistica che vanta stabilmente dal 2015.

Secondo il WEC – organizzazione internazionale per la cooperazione pubblico/privata, “la Spagna ha sviluppato un’economia focalizzata sul turismo, nella quale più della metà degli introiti del settore derivano da visitatori internazionali”.

Secondo il WEC, i principali punti di fornza della Spagna sono:

– Le eccellenti risorse naturali e, soprattutto, culturali, che danno un importante vantaggio competitivo rispetto ad altri paesi.

– Si tratta di un importante centro di organizzazione di congressi internazionali ed eventi sportivi.

– Presenta una gran forza nel combinare l’offerta culturale con luoghi di interesse patrimoniale. In questo senso, l’incremento del numero di luoghi di patrimonio naturale riconosciuti dall’UNESCO ha contribuito ad aumentare l’attrattività degli spazi naturali.

– le eccellenti infrastrutture, in termini sia di offerta alberghiera che di qualità dei trasporti ferroviari, su strada e portuali (questi ultimi molto importanti per lo sviluppo dell’industria delle crociere). Su questo punto, il report segnala inoltre che “i numerosi visitatori internazionali possono fare affidamento sulle buone infrastrutture aeroportuarie, con un’ampia varietà di compagnie aeree che contribuiscono ad una elevata connettività”.

– “il solido vantaggio comparativo” che apportano aspetti come la preparazione in termini di ICT (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione) e la sicurezza

Il podio dell’Indice di Competitività Turistica è completato da altri due paesi dell’UE, la Francia e la Germania. Nella top 10 di questa classifica si trovano inoltre i seguenti paesi: Giappone, Stati Uniti, Regno Unito, Australia, Italia, Canada e Svizzera.

Per maggiori informazioni: http://www3.weforum.org/docs/WEF_TTCR_2019.pdf

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

L’export spagnolo di fruttta e ortaggi freschi raggiunge un massimo storico

L’export spagnolo di fruttta e ortaggi freschi  raggiunge un massimo storico

Secondo i dati della Federazione Spagnola di Produttori ed Esportatori di Frutta e Ortaggi (FEPEX), le vendite di questi prodotti nei mercati esteri sono aumentate del 4,2% in valore durante il primo semestre dell’anno, rispetto allo stesso periodo del 2018, per un totale di 7.816 milioni di euro, raggiungendo un nuovo massimo storico. In termini di volume, nello stesso periodo l’export di prodotti ortofrutticoli è cresciuto del 10% rispetto al primo semestre del 2018, fino a raggiungere le 7.453.898 tonnellate.

Gli ortaggi freschi hanno fatturato all’estero un valore toatle di 3.531 milioni di euro, con un incremento in termini annuali del 10,06%. I principali prodotti esportati in questa categoria sono stati il peperone, per un valore di 693 milioni di euro (+16,12%), la lettuga (459 milioni di euro; +5,5%), i cavoli (381 milioni di euro; +20,64%) e altri ortaggi in generale, considerati anche colture minori (143 milioni di euro; +30,33%).

Relativamente alla frutta, l’export nel primo semestre dell’anno ha registrato un valore di 4.285 milioni di euro in termini di valore, con una diminuzione dello 0,22% rispetto allo stesso periodo del 2018. Tuttavia, vi è da sottolineare il trend positivo dei frutti rossi, che, con un valore di 1.233 milioni di euro di fatturato nei mercati esteri, hanno registrato un massimo storico,  grazie al positivo andamento della vendita di fragole (574 milioni di euro; + 3,58%), lamponi (314 milioni di euro; +110,32%) e mirtilli (307 milioni di euro; +6,23%).

L’Unione Europea rappresenta il 93% delle vendite di frutta e ortaggi freschi spagnoli all’estero, per un volume di 7.252 milioni di euro nel primo semestre. Dinanzi a questa concentrazione dell’export nei paesi comunitari, FEPEX sottolinea nel suo rapporto che una delle prime priorità per il settore deve essere la politica di apertura a nuovi mercati. Tuttavia, la stessa entità evidenzia la crescita delle vendite nei mercati asiatici, che seppur rappresentino sono l’1,8% dell’export totale del settore, hanno registrato una crescita annuale del 28%, per un valore totale di 139 milioni di euro.

In questo contesto, Cina, ArabaSaudita, EAU, Hong Kong e Qatar rappresentano l’80% dell’export di frutta e ortaggi spagnoli nel continente, con il mercato cinese che ha registrato la crescita annuale più marcata (+58%).

Fonte: Moneda Única

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Internazionalizzazione, opportunità per le imprese calabresi del settore enogastronomico interessate al mercato spagnolo

Internazionalizzazione, opportunità per le imprese calabresi del settore enogastronomico interessate al mercato spagnolo

La Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS), in collaborazione con la Regione Calabria, lancia il progetto rivolto alle PMI calabresi “La Calabria in Spagna”. Si tratta di un insieme organico di iniziative di tipo commerciale e promozionale, che si espleterà tra settembre 2019 e luglio 2020 e che consentirà alle PMI calabresi coinvolte di superare le problematiche legate al processo di internazionalizzazione, relative in particolare alle dimensioni dell’azienda, alla selezione dei prodotti più idonei all’export e, in generale, alla mancanza di una conoscenza specifica delle dinamiche del mercato di destinazione, con l’obiettivo pertanto di penetrare e posizionarsi in maniera stabile nel mercato spagnolo nel lungo periodo.

Tra le varie attività previste nell’ambito del progetto, si sottolinea l’apertura di uno showroom/gourmet store dedicato esclusivamente alla vendita dei prodotti delle PMI calabresi selezionate  e ubicato in un mercato storico di Madrid. Tale iniziativa rappresenta uno dei vari aspetti innovativi di questa progettualità, in quanto permette alle imprese di conseguire un ritorno commerciale di breve periodo, oltre che la promozione dei propri prodotti grazie alle numerose attività di appoggio previste.

In questo percorso di avvicinamento al mercato spagnolo, le aziende calabresi saranno affiancate da una figura della CCIS, che opererà da Temporary Export Manger (TEM) e Brand Ambassador (BA). Nelle vesti del TEM, in una prima fase darà consulenza alle imprese nella preparazione all’esportazione, in particolar modo per quanto riguarda la normativa locale, l’etichettatura ed il packaging dei prodotti. In seguito, garantirà il collegamento con l’interfaccia locale che si occuperà della logistica, la fornitura e rifornitura dei prodotti. Nei panni del BA, svilupperà una brand strategy mirata a promuovere le aziende selezionate per il Progetto ed i loro prodotti, attraverso diverse azioni di comunicazione, degustazione ed altri tipi di eventi.

Le azioni previste dal Progetto non comportano costi per le PMI. Tuttavia, nel caso in cui le PMI coinvolte vogliano presenziare ad una o più attività nelle quali sono coinvolte sul territorio spagnolo, dovranno sostenere le relative spese vive (spese di viaggio, vitto, alloggio, trasporti, ecc.).

Per conoscere nel dettaglio le attività previste dal progetto “La Calabria in Spagna” e scoprire come partecipare al processo di selezione: http://portale.regione.calabria.it/website/portaltemplates/view/view.cfm?14709

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Orario estivo della CCIS

Orario estivo della CCIS

A causa del periodo estivo e vacazionale, la Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna riduce la propria attività nel mese di agosto. per questo motivo, non si potrà garantire una rapida risposta alle eventuali richieste che perverranno in questo periodo.

Inoltre, la sede della CCIS chiuderà dal 12 al 23 agosto 2019 per le vacanze estive. In questo specifico periodo non saranno disponibili i servizi normalmente prestati durante l’anno. L’attività camerale verrà ripristinata a partire dal 26 agosto.

Si informa inoltre che, durante il mese di agosto, l’orario di apertura della CCIS sarà dalle 9:00 alle 15:00, mentre durante le prime due settimane di settembre, fino al giorno 13, l’orario sarà dalle 9:00 alle 16:00.

Lo staff della Camera augura a tutti i soci e amici buone vacanze estive.

Sede

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

L'uso di cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione della nostra politica dei cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni.

X