TAPITALIA.eat: un’iniziativa per scoprire le migliori tapas italiane a Madrid

TAPITALIA.eat: un’iniziativa per scoprire le migliori tapas italiane a Madrid

Si avvicina l’appuntamento con TAPITALIA.eat, un percorso per scoprire a Madrid le migliori tapas a base di prodotti italiani.

L’iniziativa organizzata dall’Ambasciata d’Italia in Spagna, la Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS) e ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo, in collaborazione con  Mercados de Madrid, Accademia Italiana della Cucina, Scuola Materna Italiana, Federazione Italiana Cuochi (delegazione in Spagna ) e Mo’ Better Food, si terrà dal 16 al 25 novembre, nell’ambito della III Settimana della Cucina Italiana nel Mondo.

 

Prenderanno parte all’evento 22 stabilimenti tra bar, ristoranti e locali in alcuni dei mercati municipali della capitale spagnola, che propongono piatti e prodotti italiani nella propria offerta gastronomica e che fanno parte di due circuiti: l’itinerario MERCADOS, formato da 5 locali situati nei mercati di Chamberí, La Paz, Vallehermoso e l’itinerario CITY, composto da 17 ristoranti e bar in diversi quartieri della città.

 

Proposte originali e uniche

Gli stabilimenti aderenti proporranno una tapa speciale, accompagnata da una bevanda a scelta tra birra Nastro Azzurro, Martini Rosso Reserva e vino Astoria (Prosecco D.O.C Treviso, Puro Merlot 100% o Suade – Sauvignon Blanc). Tutte le proposte si caratterizzano per l’originalità e l’uso di alcuni prodotti tipici della gastronomia italiana. Tra queste si possono menzionare la focaccia con rucola e vitello tonnato, la lasagna al tartufo e porcini, la parmigiana di zucca e burrata affumicata, oltre ad originali proposte fusion come l’insalata caprese con perle di mozzarella e salmorejo cordobese (link all’elenco delle proposte).

 

Concorsi per vincere fantastici premi

Tutti coloro che visiteranno almeno 8 tra i locali selezionati nell’ambito dell’iniziativa potranno partecipare all’estrazione di 40 ceste di prodotti gastronomici italiani, offerti dalle aziende CBG e Negrini. Inoltre verrà lanciato un concorso sui social network per vincere una cassa di birra Nastro Azzurro, una bottiglia Astoria Fashion Victim Cuvée realizzata da artigiani del vetro di Murano o un set da cocktail Martini: basterà caricare su Instagram o Twitter una foto della combinazione tapa + bevanda degustata in una delle tappe degli itinerari di TAPITALIA.eat, utilizzando l’hashtag #Tapitalia (tutte le informazioni sui concorsi su questo link).

 

Showcookin nei mercati

L’iniziativa sarà anche un’occasione unica per conoscere i segreti delll’autentica cucina italiana.Dal 21 al 24 novembre, nei mercati di Chamberí, La Paz e Vallehermoso verranno organizzati diversi showcooking in collaborazione con la delegazione spagnola della Federazione Italiana Chef – FIC, i cui membri prepareranno piatti tipici della gastronomia del Belpaese utilizzando come base i prodotti delle marche Garofalo y Riso Scotti (calendario degli showcooking).

 

Per maggiori informazioni su TAPITALIA.eat: www.tapitalia.es

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

III Settimana della Cucina Italiana nel Mondo

III Settimana della Cucina Italiana nel Mondo

In Spagna la terza edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo prende il via con una cena presso l’Ambasciata d’Italia a Madrid organizzata in collaborazione con Pasta Garofalo, che vedrà come protagonisti due dei migliori cuochi al mondo: Niko Romito, chef del ristorante tre stelle Michelin Reale di Castel di Sangro, e Ángel León, chef del ristorante tre stelle Michelin Aponiente di Cadice. I due chef elaboreranno un menù a quattro mani per una cena dedicata alla pasta di qualità, alimento principe della cucina italiana.

 

Questo evento – ha dichiarato l’Ambasciatore d’Italia a Madrid Stefano Sanninoè il modo migliore per inaugurare la Settimana della Cucina Italiana in Spagna, mettendo a sistema l’impegno di istituzioni, imprese italiane e spagnole e grandi chef per valorizzare i prodotti italiani di alta qualità. È inoltre una bellissima occasione per sviluppare la collaborazione tra cucina italiana e spagnola che sono le grandi interpreti europee della dieta mediterranea”.

 

Durante la settimana della cucina italiana, che si svolgerà dal 19 al 25 novembre, ampio spazio sarà dedicato alle attività di valorizzazione dell’offerta formativa italiana nel settore gastronomico, alla promozione dei territori e all’attrazione di giovani talenti interessati ad approfondire la conoscenza della cucina e dei vini italiani. Grazie alla collaborazione dell’Agenzia ICE, dell’Ufficio ENIT di Madrid e della Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna, e alla partnership con imprese italiane e spagnole, saranno infatti presentate le nuove edizioni dei concorsi “Prepara il tuo Futuro” realizzati nell’ambito del progetto ITmakES, che declina sulla Spagna la strategia di promozione integrata Vivere all’Italiana. I due concorsi consentiranno a giovani chef e sommelier spagnoli di accedere a esperienze di alta formazione presso ALMALa Scuola Internazionale di Cucina Italiana e in alcuni dei più prestigiosi ristoranti italiani.

 

In particolare, il 22 novembre sarà lanciata la seconda edizione del concorso “Prepara il tuo Futuro – Giovani talenti della cucina italiana”, in occasione di un evento presso l’Ambasciata d’Italia  a Madrid con Pino Cuttaia, Brand Ambassador di ALMA e chef del ristorante due stelle Michelin La Madia di Licata, che porterà in Spagna i sapori della sua Sicilia accompagnato dalla vincitrice del primo concorso per giovani chef, Pilar Toledo Verdú, al termine del suo periodo di formazione in Italia svolto proprio presso il ristorante La Madia di Pino Cuttaia e presso il ristorante tre stelle Michelin Piazza Duomo dello chef Enrico Crippa.

 

Per l’occasione sarà presente a Madrid il Coordinatore dell’ALMA Wine Accademy Ciro Fontanesi che, insieme a personalità del mondo dell’enologia spagnola, selezionerà e premierà i vincitori della seconda edizione del concorso “Prepara il tuo Futuro – Giovani sommelier di vino italiano”, che anche quest’anno consentirà a tre giovani spagnoli di frequentare corsi di perfezionamento presso la Scuola ALMA e di conoscere le regioni di produzione vitivinicola più emblematiche del nostro Paese.

 

Gli appassionati della nostra cucina potranno inoltre degustare “tapas” italiane presso i ristoranti e punti vendita italiani nei mercati rionali di Madrid, grazie al tour gastronomico TAPItalia.eat, organizzato dalla Camera di Commercio italiana per la Spagna in collaborazione con l’ufficio ENIT di Madrid.

 

Presso l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid verrà presentata la storica azienda vitivinicola Poderi Luigi Einaudi, con una degustazione di alcune etichette di riferimento dell’emblematico marchio di vino Barolo e Dogliani. Il Festival del Cinema Italiano di Madrid dedicherà inoltre spazio a film e cortometraggi d’autore relazionati con la nostra gastronomia.

 

I benefici della dieta mediterranea saranno inoltre illustrati nel corso di una conferenza organizzata presso la Scuola Statale Italiana di Madrid dalla locale sezione dell’Accademia Italiana della Cucina.

 

Il programma completo delle attività della Settimana della Cucina Italiana a Madrid è disponibile su www.semanacocinaitaliana.es .

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Cerimonia di consegna del Premio Tiepolo 2018

Cerimonia di consegna del Premio Tiepolo 2018

Il Premio Tiepolo 2018 è stato consegnato lo scorso 5 novembre al presidente di Reale Group, Luigi Lana ed al presidente di Ebro Foods, Antonio Hernández Callejas. Giunto alla XXII edizione, il Premio riconosce la traiettoria professionale degli imprenditori di successo italiani e spagnoli ed il loro contributo allo sviluppo delle relazioni economico-commerciali tra i due Paesi.

Luigi-Lana-y-Antonio-Hernandez-Callejas
Luigi Lana e Antonio Hernández Callejas

La cerimonia di consegna di questo prestigioso riconoscimento, conferito dalla Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS) e dalla Confederación Española de Organizaciones Empresariales (CEOE), si è svolta a Madrid, nella splendida cornice del Palacio de Santoña, sede istituzionale della Camera di Commercio di Madrid, alla presenza di alte cariche istituzionali dei due Paesi. In particolare, l’atto si è svolto nell’ambito del XVI Foro di Dialogo Italia-Spagna ed ha visto la presenza degli Ambasciatori dei due Paesi, Stefano Sannino e Alfonso Dastis, e dei Presidenti della CCIS e della CEOE, Marco Pizzi y Juan Rosell.

Sin dal 1999 il Foro di Dialogo Italia-Spagna riunisce, con cadenza pressoché annuale, esponenti di spicco della politica, dell’imprenditoria e della società civile italiana e spagnola, con l’obiettivo di accompagnare e rafforzare la collaborazione tra i due Paesi in ambito economico, alla presenza di alte cariche istituzionali dei due paesi.

Il giornalista e membro del comitato organizzativo del Premio Tiepolo, Josto Maffeo, ha dato inizio alla XXII edizione, ricordando la traiettoria professionale di successo di queste due personalità che, con il loro impegno, hanno contribuito a potenziare le relazioni economiche tra Italia e Spagna e a diffondere l’immagine dei due Paesi nel mondo.

Josto-Maffeo
Josto Maffeo

 

Luigi Lana, figura determinante per la crescita e il consolidamento di Reale Group in Spagna

Luigi Lana (Milano, 1951) è Presidente del Consiglio di Amministrazione della maggior parte delle società, italiane ed estere, di Reale Group, gruppo internazionale presente in Italia, in Spagna e in Cile attraverso la Capogruppo Società Reale Mutua di Assicurazioni, principale compagnia mutua di assicurazioni italiana, e le sue controllate.

L’Ambasciatore di Spagna in Italia, Alfonso Dastis, consegna il Premio Tiepolo a Luigi Lana (foto Jesús Umbría)

“Ricevo questo premio con grande onore a nome di tutto il Gruppo, la cui matrice italiana è una mutua assicuratrice di 190 anni di attività, un modello imprenditoriale che ci rende più indipendenti, etici e trasparenti e che guarda al futuro adattandosi ai nuovi tempi, grazie ad un lavoro congiunto tra i team in Italia e in Spagna”, ha affermato Lana durante il suo intervento.

 Laureato in Ingegneria al Politecnico di Milano, dove ha conseguito anche un Master in Ingegneria delle Assicurazioni, Luigi Lana dal 1985 ha ricoperto incarichi di crescente profilo presso diverse compagnie di assicurazioni, dapprima come Co-direttore di Fenice Ri e poi, dal 1992 al 2003, come Direttore di AXA Assicurazioni.

Nel 2003 entra in Reale Mutua in qualità di Direttore Centrale. L’anno successivo è Vice Direttore Generale e poi, dal 2006 al 2015, Direttore Generale. In questi anni Lana è stato membro dei Consigli di Amministrazione di tutte le società del Gruppo e delle principali partecipate, ricoprendo altresì l’incarico di Amministratore Delegato in Italiana Assicurazioni, in Blue Assistance e nelle compagnie spagnole Reale Seguros e Reale Vida.

In particolare, nel suo ruolo di Amministratore Delegato di Reale Seguros, assunto nel 2010, Lana ha dato un forte impulso nel creare all’interno del Gruppo Reale un ponte fra Italia e Spagna, mantenendo allo stesso tempo la Direzione Generale di Reale Mutua. Per 4 anni ha lavorato instancabilmente per rilanciare e rafforzare le attività di Reale Group in Spagna in un momento di forte recessione economica internazionale.

Lana ha quindi conosciuto molto da vicino la realtà della Spagna sia a livello di mercato che a livello interno all’impresa, lavorando in stretta collaborazione con i dirigenti spagnoli guidati dall’attuale Amministratore Delegato di Reale Seguros Ignacio Mariscal, svolgendo un lavoro di altissimo profilo per lo sviluppo di Reale Group in Spagna.

Lana detiene la carica di presidente nella maggior parte delle società controllate dal gruppo, tra cui le quattro presenti in Spagna: Reale Seguros Generales S.A., Reale Vida y Pensiones S.A., Inmobiliaria Grupo Asegurador Reale S.A. e Reale ITES ESP S.L.

Ha inoltre ricoperto incarichi prestigiosi presso le associazioni di settore, tra cui quelli di Membro del Consiglio Direttivo e del Comitato Esecutivo ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici) dal 2006 al 2018, Presidente della Commissione Economia e Finanza ANIA fino al 2018, Membro del Consiglio Direttivo di AIDA (Associazione Internazionale Diritto Assicurazioni – sez. Piemonte) fino al 2015 e Membro del Nomination Committee in AMICE fino al 2015.

 

Antonio Hernández Callejas, artefice del consolidamento internazionale di Ebro Foods e della sua espansione in Italia.

Antonio Hernández Callejas (Tudela, Navarra, 1955), è Presidente di Ebro Foods, il principale gruppo del settore dell’alimentazione in Spagna per fatturato, leader mondiale nel settore del riso e secondo produttore al mondo di pasta.

Laureato in Economia all’Università di Siviglia, Antonio Hernández Callejas ha iniziato la sua carriera professionale nel 1979 presso Arrocerías Herba, l’azienda fondata da suo nonno e proprietaria di alcuni importanti marchi tra cui La Fallera, Brillante o Cigala. In seguito all’acquisizione del 100% dell’azienda da parte del Grupo Ebro, nel gennaio 2002 Hernández Callejas viene nominato Consigliere, Vicepresidente e membro della Commissione Esecutiva dello stesso gruppo, diventando presto una figura chiave nel processo di trasformazione ed espansione internazionale della Società. Nel marzo del 2004, viene nominato Amministratore Delegato della Società e, nell’aprile del 2005, Presidente Esecutivo.

L’Ambasciatore d’Italia in Spagna, Stefano Sannino, consegna il Premio Tiepolo a Antonio Hernández Callejas

Sotto la presidenza di Antonio Hernández Callejas, il Gruppo si è consolidato come numero uno al mondo nel settore del riso e secondo produttore mondiale di pasta, con presenza in quaranta paesi in Europa, America, Africa ed Asia e con un portafoglio di oltre 70 marchi.

Si tratta di un premio molto speciale per me perchè la mia traiettoria professionale è stata profondamente segnata dall’Italia, un Paese che amo e che ammiro”, ha dichiarato Hernández Callejas nel corso del suo intervento.

Negli ultimi anni, infatti, il Gruppo è stato protagonista di importanti acquisizioni in Italia. Tra il 2013 ed il 2016 ha ottenuto il 40% del capitale di Riso Scotti, per un valore di 31,5 milioni di euro. È inoltre proprietario del 100% dell’impresa Mundiriso Srl di Vercelli. Nel 2014 Ebro Foods acquisisce il 52% del capitale di Pastificio Garofalo (propietario dei marchi Garofalo, Santa Lucia e Russo di Cicciano) per un valore totale di 62 milioni di euro, mentre nel 2017 ottiene il 52% dell’impresa italiana specializzata nella trasformazione e produzione di ingredienti alimentari Geovita Functional e della sua filiale Geovita Nutrition, per 16,5 milioni di euro. L’ultima operazione in Italia, nel primo trimestre di quest’anno, è l’acquisizione del 70% di Pastificio Bertagni, per un valore di 130 milioni di euro. L’operazione conferma la crescita del Gruppo nel comparto della pasta fresca, rendendo Ebro Foods il secondo produttore mondiale in questo segmento.

L’Italia è un paese dove, dal 2013, abbiamo trovato magnifici soci; soci che con il lavoro ed il mutuo rispetto sono diventati veri amici”, ha sottolineato il Presidente di Ebro Foods. ”In Italia abbiamo appreso l’importanza dell’eccellenza e del piacere, quella di estendere tanti anni di tradizione e del saper fare. E in questo senso ci siamo dati come missione quella di contribuire all’universalizzazione di questa meravigliosa italianità”.

Il Premio Tiepolo è l’ultimo di un

a serie di prestigiosi riconocimenti che  Hernández Callejas ha ottenuto nel corso della sua carriera professionale. Tra questi vanno menzionati la distinzione di Cavaliere dell’Ordine nazionale del Merito, concessa dal Presidente della Repubblica francese (2007), la Medaglia d’oro della città di Siviglia (2014) ed il Premio Grupo Joly Innovación Agroalimentaria (2015).

Da sinistra a destra: Josto Maffeo, Alfonso Dastis, Stefano Sannino, Antonio Hernández Callejas, Luigi Lana, Marco Pizzi, Juan Rosell (foto Jesús Umbría).

Un ringraziamento ai patrocinatori della XXII edizione del Premio Tiepolo

logos-sponsors-Tiepolo-2018-def

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Secondo concorso “Joven catador en vinos italianos”

Secondo concorso “Joven catador en vinos italianos”

L’Ambasciata d’Italia in Spagna organizza il secondo concorso “Prepara tu futuro – Joven catador en vinos italianos”, iniziativa del progetto ITmakES Food&Wine, promosso dall’Ambasciata stessa per promuovere la collaborazione tra Italia e Spagna nell’ambito enogastronomico ed offrire opportunità di formazione ai giovani in Spagna.

 

Il concorso, realizzato in collaborazione con la Unione Spagna di Somelier (UEC), la Camera di Commercio di Madrid, l’Istituto per il Commercio Estero Italiano (ICE), la Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS) e la Scuola Internazionale di Cucina Italiana – ALMA, il più importante centro di formazione del mondo dedicato alla cucina italiana, vuole formare, dare visibilità ed offrire opportunità ai giovani somelier, sia spagnoli che italiani, che vogliano specializzarsi in vini italiani.

 

Il concorso si terrà a Madrid il 22 novembre 2018, nel palacio de Santa Coloma, sede della Cancelleria COnsolare dell’Ambasciata d’Italia. I vincitori avranno l’opportunità di prendere parte ad un corso di formazione teorico e pratico presso la scuola ALMA a Colorno (Parma), che prevede, inoltre, visite in diverse regioni italiane per conoscere cantine, ristoranti e produttori di vino e dei prodotti più rappresentativi della cultura enogastronomica italiana.

 

Per maggiori informazioni: info.food-wine@itmakes.net
Basi del concorso

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

La CCIS a Roma per incontrare imprese italiane interessate al mercato spagnolo

La CCIS a Roma per incontrare imprese italiane interessate al mercato spagnolo

Venerdì 14 settembre 2018, dalle 8.30 alle 18.00, presso il Padiglione 10 del complesso Fiera Roma, si terrà l’evento CNA Matching 2018. Nell’ambito dell’iniziativa, la Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS) incontrerà imprese italiane (dei settori casa/produzione, agroalimentare/turismo, comunicazione-settore terziario avanzato) interessate a conoscere più informazioni sul mercato spagnolo.

 

CNA Matching, organizzato da CNA Lazio, Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo, in collaborazione con Assocamerestero, è un evento innovativo nel quale le imprese italiane interessate a conoscere nuove opportunità di business potranno conoscere professionisti dell’internazionalizzazione ed i servizi che questi offrono.

 

Saranno presenti anche altre Camere italiane all’estero, oltre alla CCIS, tra le quali quelle con sede a Houston, Miami, Montreal, Toronto, Londra, Copenaghen e Francoforte.

 

Per maggiori informazioni: www.cnamatching.it

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

#PassioneItalia 2018 si chiude con record di pubblico e imprese partecipanti

#PassioneItalia 2018 si chiude con record di pubblico e imprese partecipanti

Oltre 55.000 persone si sono date appuntamento al Matadero di Madrid, dall’1 al 3 giugno, per non perdersi il grande evento di promozione dell’Italia in Spagna. La decima edizione di #PassioneItalia, organizzata dalla Camera di Commercio e Industria italiana per la Spagna – CCIS – e l’Ambasciata d’Italia a Madrid, ha colto un successo senza precedenti segnando non solo il record di pubblico, ma anche di aziende partecipanti. Sono state infatti 39 le imprese che hanno preso parte al grande evento dedicato al “made in Italy” esponendo i propri prodotti negli stand allestiti o preparando piatti e ricette regionali nei diversi food truck dell’Area GustItalia predisposta per l’occasione.

 

 

Umbria, protagonista di questa edizione

Come nelle precedenti edizioni, #PassioneItalia è stata l’occasione per promuovere il territorio e le eccellenze di una specifica regione d’Italia e l’Umbria è stata quest’anno la protagonista, con uno stand di promozione turistica e 7 imprese agroalimentari che hanno preso parte all’evento per promuovere nel mercato spagnolo la ricca gastronomia del territorio.

Questa importante presenza è stata sostenuta dalla Regione Umbria, l’ente regionale Sviluppumbria – Agenzia Multifunzione per la competitività e la crescita economica regionale – e Assogal. La Presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, si è data appuntamento con l’Ambasciatore d’Italia in Spagna, Stefano Sannino, il Presidente della CCIS, Marco Pizzi ed il Coordinatore Generale dell’Ufficio del Sindaco di Madrid, Luis Cueto, per la celebrazione della “Festa della Repubblica Italiana” il 2 giugno scorso nell’ambito di #PassioneItalia. Gli interventi dei rappresentanti istituzionali presenti sono stati preceduti dall’esecuzione degli inni nazionali italiano e spagnolo.

istituzionale
Da sin. a des.: Giovanni Aricò, Segretario Generale della CCIS, Stefano Sannino, Ambasciatore d’Italia in Spagna, Catiuscia Marini, Presidenta della Regione Umbria, Marco Pizzi, Presidente della CCIS, Luis Cueto, Coordinatore generale dell’Ufficio del Sindaco di Madrid

 

 

Una vetrina per la gastronomia italiana di qualità

Anche in questa edizione #PassioneItalia si è convertita nella vetrina ideale per promuovere le eccellenze dell’agroalimentare italiano in Spagna. L’ampia offerta di prodotti e ricette regionali ha permesso a tutti i presenti di conoscere da vicino la ricchezza e la qualità che contraddistinguono la gastronomia del Belpaese: dalle tigelle alla torta al testo, dalla pasta di Gragnano al riso Arborio, senza dimenticare i vini e insaccati calabresi, i formaggi della Sardegna e una vasta gamma di prodotti biologici e di alta qualità esposti nei numerosi stand allestiti per l’evento.

Quest’anno, inoltre, è stata introdotta con successo una grande novità: il Food Lab, uno spazio nel quale, grazie al grande lavoro della Federazione Italiana Cuochi, sono stati organizzati più di 15 attività tra seminari, showcooking e masterclass per promuovere la conoscenza degli autentici prodotti italiani ed il loro corretto uso nella cucina. In particolare, il 1º giugno è stata presentata la candidatura del Pesto Genovese a patrimonio dell’Unesco oltre agli obiettivi e le azioni realizzate nell’ambito del progetto “100% Auténtico”, per la valorizzazione dei prodotti italiani a denominazione di origine e identificazione geografica.

La gastronomia è stata anche il filo conduttore di numerose attività dedicate ai più piccoli, come i laboratori per la preparazione della pizza e della pasta, che hanno visto la partecipazione di più di 500 bambini durante le tre giornate dell’evento, e che si sono alternati con altre iniziative di tipo culturale e ludico come le sessioni di teatro, le narrazioni di testi, la caccia al tesoro in latino ed i laboratori di musica e difesa personale.

food-lab

 

Aperitivo e…design “made in Italy”

Un’altra novità di questa decima edizione è stato lo spazio “Grande Estate Italiana”. Il numeroso pubblico presente ha avuto l’opportunità, durante le tre giornate dell’evento, di rilassarsi in una spiaggia artificiale appositamente creata per l’occasione e prendere in compagnia un autentico apertitivo italiano circondato da alcune tra le marche più emblematihe dell’industria e del design “made in Italy.

 

Dj set e musica dal vivo

Come da tradizione, un ampio programma di concerti dal vivo e momenti musicali ha fatto da contorno all’evento. La musica tradizionale sarda dei Su Cuntzertu Antigu e quella napoletana degli Oiné, l’omaggio al grande Lucio Battisti da parte del gruppo Mina&Lucio, le performance dei ragazzi della Scuola Italiana di Madrid e della Perugia Funking Band ed i Dj set serali hanno acceso l’entusiasmo del pubblico presente durante i tre giorni del’evento, culminato con gli attesi concerti di Irene Grandi e Bugo, che si sono esibiti domenica 3 giugno per un indimenticabile pomeriggio di festa all’insegna della buona musica.

Irene Grandi
Irene Grandi a #PassioneItalia 2018

 

Un ringraziamento speciale agli sponsor di #PassioneItalia 2018:

logos-sponsors

Un ringraziamento anche agli artisti che hanno preso parte a questa edizione: Irene Grandi, Bugo, Su Cuntzertu Antigu, Mina&Lucio, Oiné, Perugia Funking Band e la band della Scuola Italiana di Madrid.

Partecipanti a #PassioneItalia 2018: Autogrill, Café Kimbo, Grazie Mille Italian Bar, Università della Pizza Italiana nel Mondo, Adamo Import Export, Apoza,  Lasagñeria, Biolée Gelati Artigianali, Mo’ Better Food, Graciana  Cocina con tradición argentina, Risotteria Riso Scotti, Pasta Garofalo, Eatalian, Salumificio S. Barbara, Cerveza la Virgen, Negrini, Tigelleria Bresca , Il Pastaio, Pasta Garofalo, ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo; Accademia del Gusto by Negrini, Antonio Ciardo Osteopatía Fisioterapia, Consorzio Gelatieri Artigiani di Pizzo, Com.It.Es Madrid, Evergreen Life, Gustosi Italian Food, Il Divin Pensatore, La Valletta, Paolo Tartufi, BMS Legumi, Profidia, Maximilianas, Pasta Astorino, Camera di Commercio di Crotone – Regione Calabria, Onlygood Italy, La Rana Encantada, Gelateria di Angelo, Umbria Turismo (Regione Umbria – Sviluppumbria – Assogal), Grazie Mille by Aperol, Agua Mineral San Benedetto, Piaggio, Fiat.

Collaboratori: Piccola Italia, AulaItalia, Fundación Mabea, Dropscom, Federazione Italiana Cuochi, Isaac Marian, Luca Gatti Ekochef, Atera Studio, Scuola Italiana Madrid, Scuola Materna Italiana Madrid, Pedicone Frantoio, Manfredi Bosco, After Brunch, Fini, Asociación Circolo Sardo Ichnusa Madrid, Palazzo d’Inverno, Istituto Autonomo Sardo Fernando Santi, Zorzi, Kokoro Teatro.

 

 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

¡100% auténtico!

¡100% auténtico!

Il progetto ha come obiettivo valorizzare e promuovere i prodotti agroalimentari italiani autentici nel mercato spagnolo e sensibilizzare i consumatori sulle caratteristiche qualitative e di produzione che li differenziano da quelli italian sounding, ovvero quei prodotti non italiani che attraverso l’uso di  immagini, marche e denominazioni evocano l’Italia a scopi promozionali e commerciali.

Read more

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

mentoring Spagna – Italia

mentoring Spagna – Italia

Il mentoring è una metodologia di formazione che fa riferimento a una relazione one to one tra un soggetto con più esperienza (mentor) e uno con meno esperienza ( mentee), al fine di far sviluppare a quest’ultimo competenze in diversi ambiti (formativo, lavorativo, sociale, ecc.) Trasportato alla realtà imprenditoriale, da qualche annno il mentoring si sta affermando come una nuova modalità di sostegno per quelle imprese che difettano ancora delle competenze necessarie per poter sviluppare in autonomia il loro percorso di internazionalizzazione. In sostanza, il mentor si costituisce come punto di riferimento e interlocutore non convenzionale (al di fuori dei classici canali della consulenza) che fornisce informazioni utili alle imprese relativamente al mercato e al settore di interesse. Read more

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Spazi espositivi italiani presso le fiere Gastrónoma (Valencia) e Sabores de nuestra tierra (Granada)

Spazi espositivi italiani presso le fiere Gastrónoma (Valencia) e Sabores de nuestra tierra (Granada)

La CCIS gestisce la partecipazione di imprese italiane in aree espositive dedicate alla gastronomía italiana in due importanti fiere del settore che si terranno in Spagna nel secondo trimestre del 2017.

 

Il primo appuntamento sarà a Granada, dove si celebrerà “Sabores de nuestra tierra”, la fiera dedicata ai prodotti gourmet ed al turismo gastronomico, che avrà luogo nel Recinto Ferial Santa Juliana de Armilla, dal 29 settembre al 2 ottobre e dal 6 all’8 ottobre 2017. In questa edizione, l’Italia sarà il Paese invitato e la CCIS gestirà la partecipazione di imprese in un’area Italia esclusiva e personalizzata. Nell’ambito della fiera, tra le altre cose, avranno luogo degustazioni ed incontri B2B con imprese locali di distribuzione e restaurazione.

 

Dal 4 al 6 novembre 2017 si terrà a Valencia la fiera Gastrónoma, il grande appuntamento con la gastronomia che nel 2016 ha accolto 15.000 visitatori. Anche quest’anno, la CCIS parteciperà con uno spazio espositivo dedicato alle eccellenze italiane. Durante la fiera, si organizzeranno degustazioni di vino, birra ed altri prodotti e dimostrazioni di chef e professionisti del settore.

 

Le imprese interessate a partecipare come espositori, in una o in entrambe delle succitate fiere, debbono inviare il modulo di adesione compilato al numero di fax 0034 915630560 o all’inidirizzo email ferias@italcamara-es.com prima del 28 luglio 2017.

 

Allegati
Scheda tecnica Sabores de nuestra tierra
Scheda tecnica Gastrónoma
Modulo di adesione Sabores de nuestra tierra
Modulo di adesione Gastrónoma

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

L'uso di cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione della nostra politica dei cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni.

X