Fiat leader del GPL alla II Settimana Autogas che si è celebrata a Madrid

Fiat leader del GPL alla II Settimana Autogas che si è celebrata a Madrid

Il Gruppo FCA è uno dei grandi leader internazionali nell’introduzione dell’AUTOGAS, il combustibile alternativo più utilizzato al mondo per la sua efficienza e sostenibilità, già utilizzato da più di 25 milioni di veicoli (15 milioni solo in Europa).

 

Per questa ragione, la presenza di Fiat alla II Settimana Autogas, che si è tenuta a Madrid, risalta. Alle attività previste nell’ambito del II Foro sull’Autogas ha preso parte anche il Consigliere Delegato di FCA Spagna e Portogallo, Víctor Sarasola, che ha partecipato ad una tavola rotonda organizzata presso il Palacio de los Duques de Pastrana.

 

Dall’altro lato, Fiat è stata presente a Expo Autogas, situata presso la Plaza de Colón, che è stata inaugurata da Paz Valiente, Coordinatrice Generale del Medio Ambiente, Sostenibilità e Mobilità del Comune di Madrid, accompagnata dal Presidente del Cluste Autogas, Jaime Fernández-Cuesta, dal Presidente di AOGLP, Filipe Henriques, dal Direttore Generale di AOGLP, Santiago Pérez, dal Direttore dl Cluster Autogas, José Luis Blanco.

 

All’interno di Expo Autogas, Fiat è stata presente con due dei suoi principali modelli che incorporano la tecnologia GPL: 500 e Tipo 5 porte.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

GENERALI España invita i suoi clienti di Salud alla Maratona di Monaco

GENERALI España invita i suoi clienti di Salud alla Maratona di Monaco

GENERALI promuove stili di vita sani. Per questo, la compagnia assicurativa sorteggia 15 posti per partecipare alla maratona di Monaco, che si terrà il prossimo 14 ottobre, tra gli attuali clienti che hanno contrattato la poliza Salud, così come i nuovi clienti che la contratteranno entro il 31 luglio.

 

Per far conoscere questa campagna, GENERALI è stata sostenuta da Jesús Calleja, che ha sviluppato una serie di video con consigli per praticare questo sport. Questi video potranno essere visti sul canale YouTube di GENERALI España. I vincitori del concorso potranno partire per la città tedesca il prossimo 12 ottobre e tornare il 14. GENERALI si occuperà del viaggio, dell’alloggio, del transfer dall’aeroporto e del pettorale per poter correre la maratona. Puoi consultare le basi del concorso su www.generali.es

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Il “Condhotel” arriva in Italia

Il “Condhotel” arriva in Italia

Grazie alla pubblicazione del D.L. 133/2014 (c.d. decreto Sblocca Italia) e del recente decreto Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 gennaio 2018, il Condhotel approda in Italia.

 

Si tratta di un fenomeno immobiliare consolidatosi negli Stati Uniti e, in generale, nei paesi di matrice anglosassone. Il suo concept consiste nell’attribuzione della proprietà piena di una o più unità immobiliari ubicate all’interno di una struttura alberghiera (per lo più di lusso), adibite ad uso personale/residenziale dell’acquirente, ma che al contempo possono produrre un profitto quando non utilizzate dal proprietario e offerte alla clientela dell’albergo.

 

Il Condhotel può nascere sia dalla trasformazione in appartamenti di un albergo esistente, sia dall’aggregazione ad un hotel di un certo numero di appartamenti ubicati nelle vicinanze.

 

L’obiettivo:

Frazionare un unico immobile adibito ad albergo (con vincolo di destinazione turistico-alberghiera) in singole unità (le stanze) dello stesso, alla condizione per l’acquirente di conferire mandato al venditore ovvero al gestore della struttura alberghiera di locarle a terzi come camere d’albergo per brevi periodi, dietro un corrispettivo in favore dell’acquirente-proprietario pari ad una percentuale su base periodica del prezzo d’acquisto.

 

I vantaggi:

Per la proprietà dell’albergo: ottenere un ricavo immediato, derivante dal prezzo di vendita dell’unità immobiliare venduta, destinata ad esempio a ripagare l’investimento ovvero a ristrutturare l’albergo; per l’acquirente: diventare proprietario di uno o più piccoli immobili, di poterne usufruire in alcuni periodi dell’anno e di percepire un profitto prestabilito quando non lo utilizzasse; per gli utenti: usufruire di strutture ricettive ristrutturate e moderne: più alto è il comfort dell’albergo e i turisti, maggiori saranno i profitti per tutti gli attori.

 

 

Con la pubblicazione del DPCM del 22 gennaio 2018, viene finalmente stabilita in maniera organica l’intera materia dei Condhotel, che indica i criteri e le modalità per la rimozione del vincolo di destinazione alberghiera limitatamente alle unità compravendute che vengono adibite a destinazione residenziale, tra cui:

 

Condizioni di esercizio:

(a) la presenza di almeno 7 camere, al netto delle unità abitative ad uso residenziale, anche se ubicati in più edifici, se inseriti in un unico contesto ed aventi una distanza non superiore a 200 metri lineari dall’edificio alberghiero sede del ricevimento;

(b) la percentuale massima delle unità abitative non può superare il 40% della superficie totale netta destinata alle camere;

(c) unica portineria per gli ospiti della struttura alberghiera e per i proprietari delle unità abitative;

(d) gestione unitaria dei servizi del Condhotel offerti agli ospiti della struttura alberghiera e ai proprietari delle unità abitative per la durata stabilita nel contratto di compravendita delle unità abitative e comunque non inferiore a 10 anni dall’avvio del Condhotel;

(e) eventuale esecuzione di interventi di riqualificazione per ottenere per la struttura alberghiera una classificazione minima di 3 stelle.

 

Obblighi del gestore unico:

Dovrà impegnarsi ad offrire ai proprietari delle unità abitative tutti i servizi previsti dalla normativa vigente, quelli pattuiti in via convenzionale e quelli concernenti l’uso delle strutture comuni.

 

Obblighi del proprietario dell’unità abitativa ad uso residenziale:

Dovrà rispettare le modalità di conduzione del Condhotel e garantire l’omogeneità estetica dell’immobile in caso di interventi edilizi sull’unità acquisita.

 

Rimozione del vincolo di destinazione alberghiera:

Ai fini della rimozione del vincolo di destinazione alberghiera in caso di interventi edilizi sugli esercizi alberghieri esistenti e limitatamente alla quota delle unità abitative ad uso residenziale, il DPCM prevede due soluzioni:

– ove sia necessaria la variante urbanistica, le Regioni possano prevedere modalità semplificate per l’approvazione di varianti agli strumenti urbanistici da parte dei Comuni;

– ove la variante urbanistica non sia necessaria, i Comuni possono concedere lo svincolo parziale degli edifici destinati ad esercizio alberghiero con il cambio di destinazione d’uso a civile abitazione, previo pagamento dei relativi oneri di urbanizzazione, e la possibilità di frazionamento e alienazione anche per singola unità abitativa, purchè venga mantenuta la gestione unitaria e le atre disposizioni del DPCM.

 

Fonte: Matteo Molesti, avvocato di Lawyalty – www.lawyalty.it

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Progetto Chamber Mentoring for International Growth: intervista a Davide de Sanctis

Progetto Chamber Mentoring for International Growth: intervista a Davide de Sanctis

Davide De Sanctis, country manager per la Spagna ed il Portogallo di Octo Telematics, impresa operante nel settore dei servizi e sistemi telematici, è uno dei 5 mentors selezionati nell’ambito del programma Chamber Mentoring for International Growth, coordinato da Uniocamere e Assocamerestero e gestito dala CCIS nel suo territorio di competenza.

Dopo aver iniziato la fase di mentorship nella quale i mentor selezionati sono in contatto con manager e imprenditori italiani interessati ad espandere la propria attività nel mercato spagnolo, De Sanctis ci presenta la sua esperienza nell’ambito del progetto e condivide con noi alcuni consigli su come si dovrebbe gestire la fase di atterraggio in un nuovo mercato.

 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Víctor Sarasola è il nuovo Consigliere Delegato di FCA Spagna e Portogallo

Víctor Sarasola è il nuovo Consigliere Delegato di FCA Spagna e Portogallo

Víctor Sarasola, che finora occupava il carico di Sales & Marketing Manager di Alfa Romeo e Jeep, è stato nominato Consigliere Delegato di FCA Spagna e Portogallo con effetto immediato e sarà il massimo responsabile delle marche Alfa Romeo, Fiat, Fiat Professional, Jeep, Abarth e Mopar.

 

Víctor Sarasola ha una grande esperienza nei comparti vendite e marketing del settore automobilistico. Laureato in Amministrazione e Direzione di Imprese all’Università di Barcellona, la sua carriera professionale lo ha portato a ricoprire incarichi di grande responsabilità in differenti aziende dal 1998 ad oggi.

 

Sarasola sostituisce Luca Parasacco, che diventa Major Business Centers Manager per Mopar Service, Parts & Customer Care.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Ferrero e Lavazza nella Top50 mondiale per reputazione

Ferrero e Lavazza nella Top50 mondiale per reputazione

Secondo il Reputation Institute, leader mondiale nella misurazione e gestione della reputazione, Ferrero si conferma per il terzo anno consecutivo la prima compagnia al mondo per reputazione del segmento “Food” e prima in Italia nel ranking global 2018. Nella Top50, all’interno della quale compaiono altre imprese italiane (Armani, Pirelli e Barilla), merita sottolineare la presenza, per la prima volta, di Lavazza, che insieme a Ferrero fa parte della rete associativa della Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS).

 

Salgono sul podio Rolex (che conferma la sua prima posizione), Lego e Google, seguiti da Canon, The Walt Disney Company, Sony, Adidas, Bosch, BMW Group y Microsoft.

 

La CCIS si complimenta con i suoi due soci per questo importante risultato raggiunto, che conferma il loro ruolo di referenti del Made in Italy nel mondo.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

NH Hotel Group in Italia aggiunge al porfolio del suo brand NH Collection due nuovi hotel a cinque stelle

NH Hotel Group in Italia aggiunge al porfolio del suo brand NH Collection due nuovi hotel a cinque stelle

NH Hotel Group ha celebrato l’assegnazione della quinta stella a due delle sue strutture a firma NH Collection, che si trovano a Milano e Firenze: NH Collection Milano President e NH Collection Firenze Porta Rossa. Durante l’evento di presentazione, gli chef 5 stelle Michelin del Gruppo, Óscar Velasco (2* – Santceloni), Paco Roncero (2* – La Terraza del Casino) e Chris Naylor (1* – Vermeer), hanno regalato un’esperienza gastronomica unica agli invitati.

 

NH Hotel Group continua nel suo impegno teso a offrire un’ospitalità ineguagliabile grazie all’ubicazione strategica dei propri hotel, servizi straordinari, tecnologia di ultima generazione e una proposta gastronomica d’eccellenza e di alta qualità. E proprio su quest’ultimo aspetto il Gruppo ha investito le sue risorse per offrire un quid in più in due hotel che già offrivano un servizio eccellente.

 

Così ora, NH Collection Milano President si presenta come unouna struttura a cinque stelle con un’offerta gastronomica per il bar basata su un concetto genuinamente locale: Panhini. Popolari nei bar di Milano negli anni ‘70 e ‘80, i panini – nati da un’intuizione tutta italiana – ora hanno uno spazio tutto dedicato proprio all’interno di questo hotel. Panhini offre infatti un’ampia varietà di scelta tra cui 3 panini firmati da chef stellati Michelin della Compagnia come Paco Roncero (2*), Óscar Velasco (2*) e Chris Naylor (1*).

 

Grazie all’incontro naturale tra due toscani per eccellenza, NH Collection Firenze Porta Rossa – uno degli hotel più antichi d’Italia – e Savini Tartufi – una famiglia la cui passione per il tartufo è stata trasmessa di generazione in generazione – nasce Savini Tartufi Truffle Restaurant. NH Collection Firenze Porta Rossa, recentemente asceso alla categoria di cinque stelle, offre infatti un’esperienza gastronomica dallo spiccato carattere locale nel suo ristorante, aperto non solo ai clienti ma anche alla città e ai turisti.

 

NH700

 

“Il raggiungimento della quinta stella da parte dei nostri hotel NH Collection Milano President e NH Collection Firenze Porta Rossa, è il risultato della scelta decisa della Compagnia nell’offrire un’esperienza unica e straordinaria, che superi le aspettative dei nostri clienti. Vogliamo superare queste aspettative e sorprendere i nostri ospiti ogni qual voltaritornino in uno dei nostri hotel”, ha affermato Hugo Rovira, Managing Director Southern Europe and USA NH Hotel Group.

 

NH Hotel Group ha, attualmente, 74 hotel NH Collection, situati in 49 città di 15 paesi e prevede di aprirne altri 9 prima del 2020. Con questi due nuovi hotel a cinque stelle, il brand NH Collection vanta già 36 strutture in questa prestigiosa categoria.

 

In Italia, NH Collection Milano President e NH Collection Firenze Porta Rossa si aggiungono ad altri tre hotel a cinque stelle della Compagnia in Italia: NH Collection Grand Hotel Convento di Amalfi, NH Collection Roma Palazzo Cinquecento e NH Collection Taormina. “Persevereremo nel rinnovare la nostra offerta con l’obiettivo di continuare a superarci per offrire a tutti coloro che viaggiano, sia per piacere che per lavoro, un’offerta alberghiera della massima qualità” ha affermato Rufino Pérez, Chief Operations Officer and Global Transformation Leader di NH Hotel Group.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Le banche nazionali ed internazionali puntano su El Corte Inglés

Le banche nazionali ed internazionali puntano su El Corte Inglés

Dieci entità finanziarie accompagneranno Banco Santander, Bank of America Merrill Lynch e Goldman Sachs nell’operazione di finanziamento de “El Corte Inglés” annunciata lo scorso gennaio. Caixabank, Banco Sabadell, Bankia e BBVA, come entità nazionali, e BNP Paribas, Crédit Agricole, Crédit Suisse, Deutsche Bank, Société Générale e UniCredit, come entità internazionali, prendono parte all’operazione.

 

Il gruppo “El Corte Inglés” ha ampliato il numero di entità finanziarie che agiscono da assicuratrici per quanto riguarda il nuovo finanziamento firmato lo scorso gennaio con Banco Santander, Bank of America Merrill Lynch y Goldman Sachs. L’aumento del numero delle entità finanziarie presenti nell’operazione risponde all’interesse delle parti di stringere collaborazioni e dimostra l’appoggio delle banche nazionali ed internazionali verso la gestione del Gruppo.

 

Le nuove banche giocano un ruolo rilevante nel nuovo finanziamento del Gruppo. Sebbene Banco Santander, Bank of America Merrill Lynch e Goldman Sachs mantengono il proprio ruolo come Global Coordinators del finanziamento, Caixabank e BNP Paribas partecipano a loro volta come Junior Global Coordinators, mentre Banco Sabadell, Crédit Agricole, Crédit Suisse, Société Générale e il gruppo italiano UniCredit agiscono come Joint Bookrunners, invece Bankia, BBVA e Deutsche Bank hanno il ruolo di Mandated Lead Arrangers.

 

El corte

 

Queste dieci entità finanziarie aderiscono, pertanto, al contratto di finanziamento approvato a gennaio dal Consiglio di Amministrazione de El Corte Inglés, che consiste in: un prefinanziamento di 1.200 milioni di euro, per un periodo di dodici mesi e con due opzioni di estensione, fino ad una scadenza massima di due anni; un prestito di 1.450 milioni di euro, per un periodo di cinque anni; e una linea di credito fino a 1.000 milione di euro per un periodo di cinque anni.

 

I fondi ottenuti attraverso questo contratto saranno destinati a rimpiazzare il credito consorziale di novembre 2013, il cui importo massimo è di 2.153 milioni, ed a riorganizzare il finanziamento a breve termine del Gruppo.

 

Tutto ciò rappresenta un passo preliminare al processo di sindacalizzazione generale del finanziamento, che comincerà nei prossimi giorni, prevedendo una riunione con le entitá finanziarie, e permettendo inoltre che il Gruppo diversifichi ancora di più le proprie fonti di finanziamento.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

#TePresento1Socio: intervista ad Alfio Sensi

#TePresento1Socio: intervista ad Alfio Sensi

A partire da oggi, periodicamente, presenteremo uno dei nostri soci nella rubrica #TePresento1Socio. Il primo che ci ha raccontato la propria storia è un socio storico della CCIS, Alfio Sensi, Presidente di Polvani Tours España, che lo scorso maggio è stato insignito dell’onorificenza “Caballero de la Orden de la Stella d’Italia”.

 

D: Ci racconta chi è Alfio Sensi, come è arrivato a Madrid e la sua carriera all’interno di Polvani Tours?
R: Sono arrivato a Madrid per lavoro. Precedentemente, sempre attraverso la mia ditta “Organización Polvani de Viajes y Turismo Internacional”, da Genova mi spostai in Argentina, presso la sua agenzia di Buenos Aires, poi in Brasile, prima a San Paolo, poi a Rio de Janeiro e dopo una lunga permanenza in sud America, mi affidarono la Polvani in Spagna. Spostai quindi la residenza a Madrid nel lontano 1975, mantenendo ciomunque i contatti con le agenzie del Sud America.

 

D: Quando e come è entrato in contatto con la Camera di Commercio Italiana per la Spagna?
R:
Arrivando a madrid presi subito contatto con la nostra Camera di Commercio, che a quei tempi aveva gli uffici in Calle Mayor. Il Segretario Generale era Tonino Quadrelli, e con lui incominciai un percorso di collaborazione, gestendo i viaggi di gruppi di operatori nell’ambito di missioni commerciali in italia, per la visita a caseifici , oleifici e a importante fiere a Milano e Firenze.
Un ricordo simpatico è legato ad una missione commerciale in Cina con un gruppo di circa 40 operatori, organizzata dall’allora Segretario generale Mario Mazzali. Durante il volo, col permesso del comandante, per rendere più allegro e meno monótono il viaggio per il nostro gruppo (che era separato dal resto dei passeggeri), venne distribuito un ottimo prosciutto “bellota”, vino de la Rioja, ed al suono di una chitarra si creò un’atmosfera davvero allegra…a 10/12 mila metri di altezza!!!

 

Sensi-900

 

D: Qual è stato il suo impegno per gli italiani che vivono in Spagna?
R: Il rapporto con gli italiani in Spagna è sempre stato all’insegna dell’amicizia, della volontà di creare amicizie e di servirli da amici quando sono venuti ad acquistare viaggi.
Abbbiamo sempre servito al meglio le imprese italiane, ed il fatto che godiamo tuttora della fiducia di imprese importanti, che sono nostri clienti già da 35/40 anni, credo sia una testimonianza del lavoro svolto in tutto questo tempo

 

D: Cosa rappresenta per lei essere stato condecorato “Cavaliere dell’Ordine della Stella d’Italia” dall’Ambasciatore d’Italia, Stefano Sannino, nel maggio dello scorso anno?
R: Davvero mi è ddifficile trovare il termine giusto per descrivere cosa significa per un lavoratore ricevere questa onorificenza, sia a livello personale che, soprattutto per la mia famiglia ed anche per la Polvani. È una grande soddisfazione sentirsi onorato per aver fatto qualcosa per l’italia, anche stando all’estero.
Viva l’italia e Viva la Spagna!

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Tobias Martinez nominato nuovo Presidente del CDA di Cellnex

Tobias Martinez nominato nuovo Presidente del CDA di Cellnex

Il Consiglio di amministrazione di Cellnex ha nominato Tobias Martinez come nuovo Presidente del Consiglio al posto di Francisco Reynés. Martinez, che copre anche la carica di Consigliere della CCIS, continuerà a ricoprire il ruolo di Amministratore Delegato del principale operatore europeo indipendente di infrastrutture di telecomunicazioni wireless.

 

Tale decisione è avvenuta nell’ultima riunione del CDA durante la quale sono stati presentati i risultati realtivi alla chiusura dell’esercizio 2017. I ricavi si sono attestati a 792 milioni di euro e l’ebitda ha raggiunto i 355 milioni. Il risultato netto è stato di 33 milioni di euro, dopo maggiori ammortamenti (+27%) e costi finanziari (+68%) conseguenti alla importante crescita del gruppo nell’ampliamento del perimetro.
Tobias Martinez, Amministratore Delegato Cellnex, sottolinea che “la diversificazione del business per linee di attività, mercati e clienti continua a segnare l’evoluzione di Cellnex. I servizi di infrastrutture di tlc raggiungono il 60% degli introiti del gruppo rispetto al 24% di tre anni fa. Notevole anche la diversificazione dei ricavi per mercato: il 42% è generato fuori della Spagna, rispetto al 5% del 2014 antecedente alla quotazione in Borsa, un dato che sale al 52% se si tiene conto delle acquisizioni del 2017. Ampliata e diversificata, inoltre, la base dei clienti che in questo modo ci offre una maggior resilienza e solidità nei flussi e ci consente di ottimizzare e di sfruttare il potenziale delle sinergie lavorando con clienti la cui presenza in mercati diversificati coincide anche con la presenza di Cellnex”.
Martinez ha, inoltre, aggiunto che: “la continuità e il consolidamento del progetto europeo di Cellnex è evidente se si considera che a due anni e mezzo dalla sua quotazione in Borsa abbiamo realizzato più di 12 acquisizioni in 6 diversi paesi con un investimento globale di oltre 3,3 miliardi di euro. Siamo passati da poco più di 7.000 siti ne 2014, ubicati fondamentalmente in Spagna, a oltre 21.000 nel 2017 – nel 2023 prevediamo di raggiungere i 27.000 così come da accordi già presi in termini di integrazione e implementazione di nuovi asset.”

 

Fattori chiave e trends
Per linee di attività, i servizi e infrastrutture di telecomunicazioni hanno generato il 60% dei ricavi pari a 474 milioni di euro, una crescita del 23% rispetto al 2016.
L’attività nel settore delle infrastrutture e servizi di diffusione audiovisiva ha rappresentato il 30% dei ricavi pari a 237 milioni di euro, risultato in linea con il 2016.
Mentre le attività incentrate sulle reti di sicurezza, di emergenza e soluzioni per la gestione intelligente delle infrastrutture urbane (IoT e Smart Cities) hanno generato il 10% dei ricavi pari a 81 milioni di euro.
Al 30 dicembre scorso il 42% dei ricavi e il 43% dell’ebitda era generato fuori dal mercato spagnolo. L’Italia è il secondo mercato più importante con 31% dei ricavi del gruppo.
Alla chiusura del 2017, Cellnex aveva un totale di 21017 siti (7.766 in Italia, 8.030 in Spagna e 5.221 nei Paesi Bassi, Francia e Regno Unito), a cui vanno aggiunti 1.348 nodi (DAS e Small Cells).
Il piano di razionalizzazione dei 2.000 siti, previsto per il periodo 2016-2019, è stato già completato al 49 %. E’ in corso, inoltre, la costruzione del 92% dei 2.200 siti che il gruppo ha previsto di costruire entro il 2021.
La crescita organica dei punti di presenza sui siti a perimetro constante è stata del +4% rispetto alla chiusura del 2016, mentre il coefficiente di condivisione di clienti per sito (esclusi i cambiamenti del perimetro) ha raggiunto 1,68x, pari a +4% rispetto all’anno precedente.
Nel 2017, gli investimenti operativi hanno raggiunto 165 milioni di euro, in gran parte relativi alla manutenzione della capacità installata e ad investimenti vincolati alla creazione di nuovi ricavi e ad un miglioramento dell’efficienza. Gli investimenti in crescita – nuove acquisizioni- sono stati pari a 1.200 milioni di euro.

 

Prospettive 2018
Per quanto riguarda le prospettive per l’esercizio 2018, le previsioni di Cellnex indicano una crescita su-periore al 10% nell’Ebitda e nei flussi di cassa liberi e ricorrenti /RLFCF), pur mantenendo l’aumento an-nuale del 10% del dividendo pagato, sulla base della politica concordata per il periodo 2016-2019:
– Ebitda: tra 405 e 415 milioni di euro
– RLFCF: crescita ≥10%
– Dividendo: +10% per l’anno 2018

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

L'uso di cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione della nostra politica dei cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni.

X