FTSE Russell conferma Cellnex Telecom come membro dell’indice di sostenibilità FTSE4Good

FTSE Russell conferma Cellnex Telecom come membro dell’indice di sostenibilità FTSE4Good

FTSE Russell ha confermato Cellnex Telecom come membro dell’indice di sostenibilità FTSE4Good nell’ambito della revisione annuale, nella quale si valuta l’evoluzione delle compagnie.

 

In una comunicazione, FTSE Russell ha confermato che “Cellnex Telecom è stata valutata in modo indipendente d’accordo con i criteri FTSE4Good e rispetta i requisiti per far parte della serie di indici FTSE4Good”.

 

Il FTSE4Good riconosce le buone pratiche delle imprese quotate dal punto di vista medioambientale, sociale e di governo corporativo. Cellnex è stata selezionata per entrare a far parte di questo indice a gennaio 2017.

 

Nella revisione compiuta nel primo semestre del 2018, FTSE4Good ha alzato il punteggio globale di Cellnex da 3,6/5 a 3,9/5.

 

Dalla valutazione di FTSE si evincono altri elementi come la valutazione degli aspetti relativi alle pratiche del governo corporativo e alla gestione imprenditoriale: 4,5/5. La compagnia ha ottenuto il punteggio massimo per quanto riguarda i mezzi utilizzati contro la corruzione (5/5).

 

Negli aspetti sociali, un’altra delle aree di analisi dell’indice, si evidenzia il punteggio massimo in standard lavorativi (5/5) ed un ottimo risultato in termini di aspetti collegati alla catena di fornitura (4/5).

 

Nei tre grandi ambiti che generano il rating di FTSE4Good (medioambientali, sociali e di governo corporativo), Cellnex si posiziona chiaramente sopra la media del settore delle telecomunicazioni (3,0) e del sotto-settore delle telecomunicazioni mobili (2,9).

 

Cos’è il FTSE4Good
La serie di indici FTSE4Good è disegnata per misurare il grado di conformità di compagnie che dimostrano un elevato livello di competenza nelle proprie pratiche medioambientali, sociali e di governance.

 

Questi indici sono utilizzati da molti attori del mercato finanziario nel processo di creazione e valutazione dei cosiddetti fondi di investimento responsabile che considerano anche i fattori medioambientali, sociali e di governo corporativo nelle proprie decisioni di investimento.

 

Gli indici identificano le compagnie che meglio gestiscono i rischi associati a questi fattori.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Al Museo Nazionale del Cinema lo spettacolare esordio della Nuova Fiat 500X

Al Museo Nazionale del Cinema lo spettacolare esordio della Nuova Fiat 500X

Durante i primi giorni di settembre la Nuova 500X è stata presentata alla stampa internazionale in una location affascinante: il Museo Nazionale del Cinema di Torino, dal 2000 ospitato presso la Mole Antonelliana. Che si sia trattato di un evento speciale lo dimostrava anche la suggestiva proiezione serale del logo “Nuova 500X” sul monumento che da oltre un secolo svetta sul capoluogo piemontese: si tratta di un segno tangibile del profondo legame tra Torino, il marchio Fiat e il grande cinema.

 

Durante l’evento Luca Napolitano, Head of EMEA Fiat and Abarth Brands, ha annunciato il nome ufficiale delle nuova famiglia di motori FireFly e delle due nuove unità: FireFly Turbo 1.0 e FireFly Turbo 1.3. Introdotti per la prima volta su una vettura del marchio Fiat,  i due propulsori efficienti e innovativi rappresentano l’ennesimo primato tecnologico del Gruppo nel campo motoristico: infatti, proprio come la “lucciola” da cui prendono il nome, i nuovi motori FireFly Turbo sono la forma di energia più compatta e pulita attualmente disponibile sulle vetture Fiat.

 

Per l’occasione il marchio Fiat ha realizzato un sito dedicato alla Nuova 500X dove visionare e scaricare video e fotografie in alta definizione, oltre ad accedere al comunicato stampa e alle schede tecniche: www.new-fiat500x-press.com

 

Fiat-500x700

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

#TePresento1Socio: intervista a Rafael Herrera (Camposur)

#TePresento1Socio: intervista a Rafael Herrera (Camposur)

Rafael Herrera è il titolare di Comercial Agrícola Herrera Montoro – CampoSur Ibérica S.L., uno degli ultimi soci collaboratori che si sono incorporati alla Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS). Rafael Herrera faceva parte della delegazione dei buyer selezionati dalla CCIS che, a novembre 2017, sono stati a Reggio Emilia per conoscere e comprare prodotti fabbricati da imprese italiane del settore della meccanica agricola. Dopo di questo viaggio, ha deciso di associarsi alla Camera.

 

CampoSur è un’impresa che fabbrica macchine agricole di alta qualità dal 1982. In questi 36 anni, ha costantemente sviluppato nuovi modelli e prodotti con disegni all’avanguardia, tutti protetti con marchi e brevetti propri. Il lavoro in R&S ha fatto sì che CampoSur disponga di una grande accettabilità e credibilità sia nel mercato europeo, che in quelli africano ed americano.

 

Rafael-Herrera700

 

D: Da quanti anni lavora nel settore dei macchinari agricoli?

R: Sono già più di 40 che mi dedico alla fabbricazione, vendita e riparazione di macchine agricole (in particolare macchine agricole fitosanitarie).

 

D: Qual è la sua relazione commerciale con l’Italia?

R: La nostra relazione commerciale con l’Italia è molto importante, considerato che il 90% dei componenti di nostra fabbricazione sono di origine italiana.

 

D: Ci racconta un aneddoto sulla missione commerciale a Reggio Emilia dello scorso novembre, alla quale partecipò in qualità di buyer selezionato dalla CCIS?

R: In particolare nessun aneddoto perché tutto fu perfetto, dal minuto uno fino al ritorno a Madrid. Tutto fantastico!

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Spagna, Fiat e Jeep chiudono il primo semestre con numerosi record

Spagna, Fiat e Jeep chiudono il primo semestre con numerosi record

Il mercato spagnolo di auto ha chiuso il mese di giugno con un totale di 142.376 immatricolazioni, un dato che rappresenta una crescita dell’8% in termini tendenziali. Per quanto riguarda il periodo gennaio-giugno, il totale delle immatricolazioni è pari a 734.649 unità (+10,1%).

 

Questi primi sei mesi dell’anno hanno fatto registrare una serie di rercord per Fiat. La marca ha immatricolato 35.893 veicoli (+11,5% e ottavo posto nel ranking dei fabbricanti nel mercato spagnolo). Si sottolinenano le grandi performance di Fiat 500 (15.925 unità, +58,1% ed ottavo modello più venduto dell’anno) e Fiat Tipo (6.638 unità e +36,9%). A giugno, in totale, Fiat ha conseguito un totale di 6.968 unità immatricolate (+4,8%).

 

Con questi dati, Fiat dimostra una crescita maggiore rispetto a quella del mercato dell’auto in Spagna, conquistando un’importante quota di mercato. Fiat 500, ancora una volta, risulta essere leader indiscutibile nel suo segmento e tra i modelli più venduti in Spagna.

 

Tra le altre marche del gruppo FCA, anche Jeep ottiene un ottimo risultato. I risultati della marca non sorprendono, dato che si sta superando mese dopo mese. A giugno ha immatricolato 1.637 unità (+95,8%), mentre nel semestre 7.717 (+83,3%). Una cifra importante che dimostra i successi degli ultimi modelli come Renegade (3.444 unità) e Compass (3.583).

 

Anche Alfa Romeo chiude il mese di giugno in crescita (558 unità e +8,8%) e supera abbondantemente la soglia 2.000 immatricolazioni (2.112) nel primo semestre del 2018. Tra le auto del Biscione si sottolineano i grandi risultati in termini di vendite conseguiti da Stelvio, il primo SUV della marca (1.064 unità nel primo semestre).

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Fiat leader del GPL alla II Settimana Autogas che si è celebrata a Madrid

Fiat leader del GPL alla II Settimana Autogas che si è celebrata a Madrid

Il Gruppo FCA è uno dei grandi leader internazionali nell’introduzione dell’AUTOGAS, il combustibile alternativo più utilizzato al mondo per la sua efficienza e sostenibilità, già utilizzato da più di 25 milioni di veicoli (15 milioni solo in Europa).

 

Per questa ragione, la presenza di Fiat alla II Settimana Autogas, che si è tenuta a Madrid, risalta. Alle attività previste nell’ambito del II Foro sull’Autogas ha preso parte anche il Consigliere Delegato di FCA Spagna e Portogallo, Víctor Sarasola, che ha partecipato ad una tavola rotonda organizzata presso il Palacio de los Duques de Pastrana.

 

Dall’altro lato, Fiat è stata presente a Expo Autogas, situata presso la Plaza de Colón, che è stata inaugurata da Paz Valiente, Coordinatrice Generale del Medio Ambiente, Sostenibilità e Mobilità del Comune di Madrid, accompagnata dal Presidente del Cluste Autogas, Jaime Fernández-Cuesta, dal Presidente di AOGLP, Filipe Henriques, dal Direttore Generale di AOGLP, Santiago Pérez, dal Direttore dl Cluster Autogas, José Luis Blanco.

 

All’interno di Expo Autogas, Fiat è stata presente con due dei suoi principali modelli che incorporano la tecnologia GPL: 500 e Tipo 5 porte.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

GENERALI España invita i suoi clienti di Salud alla Maratona di Monaco

GENERALI España invita i suoi clienti di Salud alla Maratona di Monaco

GENERALI promuove stili di vita sani. Per questo, la compagnia assicurativa sorteggia 15 posti per partecipare alla maratona di Monaco, che si terrà il prossimo 14 ottobre, tra gli attuali clienti che hanno contrattato la poliza Salud, così come i nuovi clienti che la contratteranno entro il 31 luglio.

 

Per far conoscere questa campagna, GENERALI è stata sostenuta da Jesús Calleja, che ha sviluppato una serie di video con consigli per praticare questo sport. Questi video potranno essere visti sul canale YouTube di GENERALI España. I vincitori del concorso potranno partire per la città tedesca il prossimo 12 ottobre e tornare il 14. GENERALI si occuperà del viaggio, dell’alloggio, del transfer dall’aeroporto e del pettorale per poter correre la maratona. Puoi consultare le basi del concorso su www.generali.es

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Il “Condhotel” arriva in Italia

Il “Condhotel” arriva in Italia

Grazie alla pubblicazione del D.L. 133/2014 (c.d. decreto Sblocca Italia) e del recente decreto Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 gennaio 2018, il Condhotel approda in Italia.

 

Si tratta di un fenomeno immobiliare consolidatosi negli Stati Uniti e, in generale, nei paesi di matrice anglosassone. Il suo concept consiste nell’attribuzione della proprietà piena di una o più unità immobiliari ubicate all’interno di una struttura alberghiera (per lo più di lusso), adibite ad uso personale/residenziale dell’acquirente, ma che al contempo possono produrre un profitto quando non utilizzate dal proprietario e offerte alla clientela dell’albergo.

 

Il Condhotel può nascere sia dalla trasformazione in appartamenti di un albergo esistente, sia dall’aggregazione ad un hotel di un certo numero di appartamenti ubicati nelle vicinanze.

 

L’obiettivo:

Frazionare un unico immobile adibito ad albergo (con vincolo di destinazione turistico-alberghiera) in singole unità (le stanze) dello stesso, alla condizione per l’acquirente di conferire mandato al venditore ovvero al gestore della struttura alberghiera di locarle a terzi come camere d’albergo per brevi periodi, dietro un corrispettivo in favore dell’acquirente-proprietario pari ad una percentuale su base periodica del prezzo d’acquisto.

 

I vantaggi:

Per la proprietà dell’albergo: ottenere un ricavo immediato, derivante dal prezzo di vendita dell’unità immobiliare venduta, destinata ad esempio a ripagare l’investimento ovvero a ristrutturare l’albergo; per l’acquirente: diventare proprietario di uno o più piccoli immobili, di poterne usufruire in alcuni periodi dell’anno e di percepire un profitto prestabilito quando non lo utilizzasse; per gli utenti: usufruire di strutture ricettive ristrutturate e moderne: più alto è il comfort dell’albergo e i turisti, maggiori saranno i profitti per tutti gli attori.

 

 

Con la pubblicazione del DPCM del 22 gennaio 2018, viene finalmente stabilita in maniera organica l’intera materia dei Condhotel, che indica i criteri e le modalità per la rimozione del vincolo di destinazione alberghiera limitatamente alle unità compravendute che vengono adibite a destinazione residenziale, tra cui:

 

Condizioni di esercizio:

(a) la presenza di almeno 7 camere, al netto delle unità abitative ad uso residenziale, anche se ubicati in più edifici, se inseriti in un unico contesto ed aventi una distanza non superiore a 200 metri lineari dall’edificio alberghiero sede del ricevimento;

(b) la percentuale massima delle unità abitative non può superare il 40% della superficie totale netta destinata alle camere;

(c) unica portineria per gli ospiti della struttura alberghiera e per i proprietari delle unità abitative;

(d) gestione unitaria dei servizi del Condhotel offerti agli ospiti della struttura alberghiera e ai proprietari delle unità abitative per la durata stabilita nel contratto di compravendita delle unità abitative e comunque non inferiore a 10 anni dall’avvio del Condhotel;

(e) eventuale esecuzione di interventi di riqualificazione per ottenere per la struttura alberghiera una classificazione minima di 3 stelle.

 

Obblighi del gestore unico:

Dovrà impegnarsi ad offrire ai proprietari delle unità abitative tutti i servizi previsti dalla normativa vigente, quelli pattuiti in via convenzionale e quelli concernenti l’uso delle strutture comuni.

 

Obblighi del proprietario dell’unità abitativa ad uso residenziale:

Dovrà rispettare le modalità di conduzione del Condhotel e garantire l’omogeneità estetica dell’immobile in caso di interventi edilizi sull’unità acquisita.

 

Rimozione del vincolo di destinazione alberghiera:

Ai fini della rimozione del vincolo di destinazione alberghiera in caso di interventi edilizi sugli esercizi alberghieri esistenti e limitatamente alla quota delle unità abitative ad uso residenziale, il DPCM prevede due soluzioni:

– ove sia necessaria la variante urbanistica, le Regioni possano prevedere modalità semplificate per l’approvazione di varianti agli strumenti urbanistici da parte dei Comuni;

– ove la variante urbanistica non sia necessaria, i Comuni possono concedere lo svincolo parziale degli edifici destinati ad esercizio alberghiero con il cambio di destinazione d’uso a civile abitazione, previo pagamento dei relativi oneri di urbanizzazione, e la possibilità di frazionamento e alienazione anche per singola unità abitativa, purchè venga mantenuta la gestione unitaria e le atre disposizioni del DPCM.

 

Fonte: Matteo Molesti, avvocato di Lawyalty – www.lawyalty.it

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Progetto Chamber Mentoring for International Growth: intervista a Davide de Sanctis

Progetto Chamber Mentoring for International Growth: intervista a Davide de Sanctis

Davide De Sanctis, country manager per la Spagna ed il Portogallo di Octo Telematics, impresa operante nel settore dei servizi e sistemi telematici, è uno dei 5 mentors selezionati nell’ambito del programma Chamber Mentoring for International Growth, coordinato da Uniocamere e Assocamerestero e gestito dala CCIS nel suo territorio di competenza.

Dopo aver iniziato la fase di mentorship nella quale i mentor selezionati sono in contatto con manager e imprenditori italiani interessati ad espandere la propria attività nel mercato spagnolo, De Sanctis ci presenta la sua esperienza nell’ambito del progetto e condivide con noi alcuni consigli su come si dovrebbe gestire la fase di atterraggio in un nuovo mercato.

 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Víctor Sarasola è il nuovo Consigliere Delegato di FCA Spagna e Portogallo

Víctor Sarasola è il nuovo Consigliere Delegato di FCA Spagna e Portogallo

Víctor Sarasola, che finora occupava il carico di Sales & Marketing Manager di Alfa Romeo e Jeep, è stato nominato Consigliere Delegato di FCA Spagna e Portogallo con effetto immediato e sarà il massimo responsabile delle marche Alfa Romeo, Fiat, Fiat Professional, Jeep, Abarth e Mopar.

 

Víctor Sarasola ha una grande esperienza nei comparti vendite e marketing del settore automobilistico. Laureato in Amministrazione e Direzione di Imprese all’Università di Barcellona, la sua carriera professionale lo ha portato a ricoprire incarichi di grande responsabilità in differenti aziende dal 1998 ad oggi.

 

Sarasola sostituisce Luca Parasacco, che diventa Major Business Centers Manager per Mopar Service, Parts & Customer Care.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Ferrero e Lavazza nella Top50 mondiale per reputazione

Ferrero e Lavazza nella Top50 mondiale per reputazione

Secondo il Reputation Institute, leader mondiale nella misurazione e gestione della reputazione, Ferrero si conferma per il terzo anno consecutivo la prima compagnia al mondo per reputazione del segmento “Food” e prima in Italia nel ranking global 2018. Nella Top50, all’interno della quale compaiono altre imprese italiane (Armani, Pirelli e Barilla), merita sottolineare la presenza, per la prima volta, di Lavazza, che insieme a Ferrero fa parte della rete associativa della Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS).

 

Salgono sul podio Rolex (che conferma la sua prima posizione), Lego e Google, seguiti da Canon, The Walt Disney Company, Sony, Adidas, Bosch, BMW Group y Microsoft.

 

La CCIS si complimenta con i suoi due soci per questo importante risultato raggiunto, che conferma il loro ruolo di referenti del Made in Italy nel mondo.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

L'uso di cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione della nostra politica dei cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni.

X