L’artigianato spagnolo alla Mostra Internazionale dell’Artigianato

L’artigianato spagnolo alla Mostra Internazionale dell’Artigianato

Dopo il grande successo delle ultime edizioni, anche quest’anno, la Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS) organizzerà l’Area Spagna alla 83ª edizione della fiera Mostra Internazionale dell’Artigianato (Firenze, 24 aprile-1 maggio 2019).

La manifestazione è uno degli eventi più importanti del settore ed un punto di incontro sia per professionisti che per amanti dell’arte e dell’artigianato: una vetrina d’eccellenze, un’occasione imperdibile per piccoli imprenditori ed artigiani di qualità. Quest’anno la fiera sarà dedicata a Leonardo da Vinci e sarà uno degli eventi ufficiali per celebrare il genio del Rinascimento a 500 anni dalla sua morte.

Nell’Area Spagna esporranno artigiani di tutto il Paese che presentaranno i propri prodotti, tra i quali abbigliamento, bigiotteria e prodotti di pelle. Inoltre, con il fine di promuovere nel mercato italiano le eccellenze gastronomiche spagnole, la CCIS organizza anche un’area espositiva esclusiva dedicata al settore agroalimentare iberico, presso il padiglione del GUSTO. In questo spazio saranno presenti stand per la degustazione e vendita di prodotti gastronomici come i rinomati insaccati iberici.

Per maggiori informazioni sulla partecipazione spagnola alla manifestazione, inviare un’email a ferias@italcamara-es.com.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Grande successo del Fórum Gastronómico di La Coruña

Grande successo del Fórum Gastronómico di La Coruña

La IVª edizione del Fórum Gastronómico di La Coruña si è tenuta dal 10 al 12 marzo nel quartiere fieristico Expocoruña.

L’evento è ormai diventato un appuntamento imprescindibile per gli operatori del settore enogastronomico ed il pubblico gourmet. In particolare, hanno partecipato le principali imprese del settore foodservice, dalle aziende di produzione di macchinari per l’industria alimentaria ai piccoli produttori del settore primario e dell’artigianato alimentare.

Il segretario generale della CCIS, Giovanni Aricò, la responsabile dei Servizi Commerciali e Fiere, Donatella Monteverde  ed il responsabile dell’antenna territoriale CCIS a La Coruña, Francesco Milani, hanno presenziato alla fiera per realizzare incontri con imprese e professionisti del settore interessati a valutare possibili collaborazioni e per accompagnare l’azienda Perle de Italia, socio della CCIS. Lo stand di Perle de Italia è stato visitato da moltissimi professionisti del settore, interessati ai prodotti esposti, tra i quali pasta secca e prodotti aromatizzati al tartufo.

Di seguito puoi vedere alcune foto riguardanti la partecipazione italiana al Forum.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Partecipazione italiana alla XXIII edizione del Salón Internacional de Gourmets

In seguito al grande successo dell’edizione del 2018, durante la quale 16 imprese italiane esposero prodotti nello spazio dedicato alla gastronomia del Belpaese, la gastronomia italiana ritorna ad essere protagonista nella più grande fiera del settore che si svolge a Madrid: il Salón Internacional de Gourmets.

Dall’8 all’11 aprile 2019, più di 90.000 professionisti si daranno appuntamento nello compelsso fieristico di IFEMA per la XXIII edizione della manifestazione dedicato ai prodotti tipici e di qualità. Nell’ambito della fiera, la Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS)  gestirà uno spazio espositivo di più di 300m2 esclusivamente dedicato alla gastronomia italiana. L’Area Italia accoglierà 21 imprese espositrici e più di 200 aziende rappresentate da distributori locali (solo Negrini rappresenta più di 100 aziende italiane), che avranno modo di entrare in contatto con importatori locali e internazionali. Le imprese presenti nell’Area Italia esporranno una grande varietà di prodotti tipici della tradizione del Belpaese, fra questi insaccati, formaggi, farine, caviale, pane artigianale, passate di pomodoro, pasta fresca, dolci artigianali, gelati, latticini, caffè, cereali, vini, liquori e macchine per la preparazione di gelato.

L’Area Italia sarà posizionata all’interno del Padiglione 8 (8H16) di IFEMA. Qui sarà presente uno spazio dedicato alle attività collaterali che la CCIS, come da tradizione, organizzerà con l’obiettivo di far conoscere ai professionisti del settore le caratteristiche e le combinazioni dei prodotti emblematici del Belpaese. Tra queste si evidenzia lo showcooking organizzato dalla CCIS, “LA DOLCE VITA”, realizzato dallo chef Alessandro Cresta (Mo’ Better Food), durante il quale si prepareranno ricette tipiche italiane al ritmo di musica (9 aprile alle 15 nello spazio espositivo ufficiale showcooking). Inoltre, si realizzeranno costantemente attività di showcooking e presentazioni realizzate dagli espositori presenti nell’Area Italia e dai membri della FIC Spagnache collaborano con il fine di promuovere la cucina italiana in Spagna.

La CCIS dispone di alcuni inviti per gli interessati a visitare la fiera. Per richiedere gli inviti e ricevere il catalogo degli espositori, si prega di inviare un’e-mail a ferias@italcamara-es.com.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

La CCIS a Roma per incontrare PMI interessate al mercato spagnolo

La CCIS a Roma per incontrare PMI interessate al mercato spagnolo

Lo scorso 11 marzo, il responsabile dell’Italian Desk della Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS), Simone Ferrali, ha partecipato all’incontro “CNA International Accademy: business in Spagna”, organizzato dalla CNA International Accademy – CNA Roma, in collaborazione con Nina International.

Durante l’evento, che si è tenuto presso la sede della CNA Roma, Ferrali ha presentato le principali caratteristiche del mercato spagnolo, le opportunità che offre ed i servizi di internazionalizzazione che la CCIS propone alle PMI italiane interessate al succitato mercato. Inoltre, il Presidente di Nina International, Domenico Petrolo, ha voluto sottolineare le opportunità per le imprese interessate ad internazionalizzarsi, grazie ai fondi destinati all’internazionalizzazione che mette a disposizione la Regione Lazio.

All’incontro hanno partecipato 15 imprese ed associazioni di PMI di vari settori, tra i quali agroalimentare, ICT ed edilizia.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Grande successo della masterclass “Gastrofusion: encuentro de sabores”

Grande successo della masterclass “Gastrofusion: encuentro de sabores”

La Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS), in collaborazione con Mo’ Better Food e la delegazione in Spagna della Federazione Italiana Cuochi (FIC) ha organizzato lo scorso 26 febbraio la masterclass “Gastrofusion: encuentro de sabores“.

Si è trattato di un’innovativa proposta di cucina creativa basata sulla fusione tra prodotti enogastronomici tipici delle tradizioni culinarie italiana e spagnola, con l’obiettivo di promuovere nel paese iberico nuove modalità di utilizzo e di consumo dei prodotti agroalimentari italiani autentici.

L’iniziativa si è svolta nei locali di A Punto – Centro Cultural del Gusto, nella centrica calle Hortaleza di Madrid ed ha visto la presenza di 25 invitati tra rappresentanti di imprese di distribuzione di prodotti gastronomici, GDO, esperti gastronomi, execcutive chef, imprese di catering, giornalisti, blogger e rappresentanti di associazioni del settore.

Gli chef Alessandro Cresta, Marco Bozzolini (entrembi membri della FIC) e la canaria Catalina Brennan Maza, hanno preparato un menú a base di originali ricette di cucina fusion italo-spagnola utilizzando prodotti tipici della tradizione culinaria regionale del Belpaese, tra cui il basilico di Pra’, la ricotta di bufala campana, le olive taggiasche, la scamorza, il tartufo bianco di Alba ed il riso carnaroli.

Gli invitati hanno potuto assistere alla preparazione dei piatti e conoscere così in prima persona le caratteristiche e le proprietà di ogni prodotto utilizzato, accompagnati dalla musica di Jonathan Colombo. In particolare, hanno avuto la possibilità di assistere alla preparazione integrale di uno dei piatti forti del menú proposto, il risotto con scamorza affumicata, ossubuco con salsa di midollo e polvere di patanegra, durante la quale lo chef Cresta ha parlato anche delle specificità del riso carnaroli che, grazie al suo diametro e all’ato contenuto di amido, si rende particolarmente adatto per questo tipo di piatti.

Da parte sua, prima della degustazione del menù elaborato per l’occasione, Giovanni Aricò, segretario generale della CCIS, ha voluto sottolineare l’importanza dell’iniziativa, che si inserisce nell’ambito del progetto ¡100% Auténtico! – True Italian Taste per la valorizzazione dei prodotti agrioalimentari italiani autentici in Spagna, finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico e realizzato da Assocamerestero (l’associazione delle Camere di Commercio Italiane all’estero).

Inoltre, Aricò ha anticipato ai presenti le altre attività che la Camera organizzerà nel corso dell’anno nell’ambito del progetto, tra cui il ciclo di cene sensoriali “20 Buone Regioni per chiamarla Italia“, per scoprire i segreti dell’autentica cucina regionale italiana e dei prodotti ad essa associati, che si lancerà nel mese di Aprile.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

La CCIS alla fiera HIP – Hospitality Innovation Planet

La CCIS alla fiera HIP – Hospitality Innovation Planet

Il principale evento sull’innovazione per il settore Ho.Re.Ca. si è concluso los scorso 20 febbraio con numeri record: 25.314 visitatori professionisti e più di 400 marche espositrici si sono dati appuntamento a Madrid per presentare prodotti e soluzioni specifiche per ciascun segmento: bar, ristoranti, hotel, delivery, catering e tempo libero.

Anche quest’anno, la Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna – CCIS – ha gestito uno spazio espositivo esclusivamente dedicato al “made in Italy, con la presenza di 5 imprese attive nella produzione di macchinari per la refrigerazione e gasatura dell’acqua, forni per ristorazione, vetrine per l’esposizione e la conservazione del vino in bottiglia, apparecchi per la gestione di banconote, monete, transazioni tramite cash e cashless, e nella fornitura di caffè per strutture ristorative.

La prossima edizione di HIP si svolgerà dal 24 al 26 febbraio 2020.

Per maggiori informazioni: ferias@italcamara-es.com

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

I vincitori del concorso “Giovani talenti della cucina italiana”

I vincitori del concorso “Giovani talenti della cucina italiana”

Uno spagnolo ed un italiano, entrambi residenti a Barcellona, sono i due vincitori della seconda edizione del concorso “Prepara il tuo futuro – Nuovi talenti della cucina italiana”, lanciato dall’Ambasciata d’Italia a Madrid nell’ambito del progetto ITmakES, in collaborazione con l‘Agenzia Italiana del Turismo (ENIT) e la Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS). José Luis Guardado Buelga, asturiano di 26 anni, e Paolo Mangianti, 33enne originario di Domodossola, hanno conquistato la giuria con alcuni piatti tipici della cucina italiana, mettendo in campo creatività e inventiva. Il primo è architetto di professione ma con la passione per i fornelli sin da piccolo; il secondo lavora già da alcuni anni in un ristorante italiano di L’Hospitalet de Llobregat, vicino Barcellona, dopo alcune esperienze in Svizzera e Australia.

La finale del concorso si è svolta allo spazio gastronomico “The Kitchen Club” di Madrid e ha visto la partecipazione di sei giovani concorrenti, valutati da una giuria di eccezione: l’Ambasciatore Stefano Sannino, lo chef spagnolo Ramón Freixa, lo chef italiano Fabio Giacopelli, la direttrice di “Canal Cocina” Mandi Ciriza, il giornalista e critico gastronomico Alberto Luchini. La giuria ha tenuto in conto le conoscenze generali di cucina, l’esperienza dei candidati e il loro potenziale di apprendimento e sviluppo professionale della cucina italiana. I due vincitori accederanno ora ad un corso di perfezionamento di 14 settimane, a partire dal 29 aprile prossimo, presso la prestigiosa scuola ALMA di Colorno (Parma), e proseguiranno la loro formazione con un periodo di stage in alcuni importanti ristoranti italiani.

“Siamo molto soddisfatti di questa seconda edizione del concorso in cui le istituzioni italiane si avvalgono della collaborazione di prestigiosi esponenti spagnoli del mondo della cucina, ai quali siamo molto grati. Soprattutto, siamo molto felici che in questa occasione il progetto sia stato organizzato con la collaborazione di grandi imprese italiane come Pasta Garofalo e Reale Seguros – ha dichiarato l’Ambasciatore Sannino -. Il positivo riscontro ci conferma l’importanza di continuare ad investire sui giovani, spagnoli o italiani residenti in Spagna, che andranno in Italia per acquisire una formazione specifica che li aiuti ad inserirsi nel mercato del lavoro e che li trasformi nell’anello di congiunzione tra i nostri due Paesi. Ragazzi e ragazze che conosceranno il meglio della gastronomia italiana e che potranno farla conoscere qui in Spagna”.

Il progetto ITmakES e il concorso “Prepara il Tuo Futuro – Nuovi talenti della cucina italiana” si inquadrano nella strategia di promozione integrata “Vivere all’Italiana” promossa dal Ministero degli Affari Esteri italiano.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Un progetto per la competitività delle imprese attive nella promozione del patrimonio culturale

Un progetto per la competitività delle imprese attive nella promozione del patrimonio culturale

Le tecnologie digitali hanno modificato il modo in cui le persone accedono a contenuti culturali, li producono e li utilizzano. Ne consegue che, per rimanere protagonisti nel mercato globale, é necessario individuare approcci innovativi alla governance multilivello del patrimonio materiale, immateriale e digitale, che coinvolgono il settore pubblico, soggetti privati e la società civile

In questo scenario, a Gennaio 2019 é nato nuovo progetto europeo: Skills for promotion, valorization, exploitation, mediation and interpretation of European Cultural Heritage.

L’obiettivo del progetto é di rafforzare la competitivitá tra le aziende e le organizzazioni territoriali operanti in settori affini che promuovono e valorizzano il patrimonio culturale e turistico dell’industria creativa locale. Il fine ultimo del progetto é quello di garantire l’eccellenza, l’innovazione e la competitivá all’interno del mercato globale.

Nel dettaglio, in 36 mesi il progetto intende creare nuove figure professionali dotate di appropriate competenze digitali e tecnologiche. Tali figure dovranno fornire alle aziende e alle organizzazioni territoriali nuovi strumenti tecnologici e creativi, utili a promuovere il loro patrimonio culturale

Il progetto coinvolgerá associazioni private e pubbliche. La spagnola Asociación Plataforma la Cultura; L’Universita Ta Malta; L’ Universitá Hellenic Open in Grecia; L’istituto National Pentru Caecetare Si Formare Culturala in Romania; il tedesco M2c Institut Fur Angewandte Medienforschung Gmbh; il belga Landcommanderij Alden Biessen; il Reseau Europeen Pour Le Management Et Les Politiques Culturelles; la Fondazione Fitzcarraldo in Italia e la Camera del Commercio Italiana in Spagna.

I primi 8 mesi sono deputati dalla ricerca di programmi di formazione settoriale per la promozione del patrimonio culturale in ogni paese coinvolto nel progetto. In seguito, saranno analizzati gli impatti sociali ed economici di tale patrimonio e i principali stakeholders. Inoltre, saranno riconosciute le nuove necessitá dell’industria creativa attraverso la realizzazione di interviste. Verrà quindi realizzato un report finale per stabilire il programma di formazione piú adatto alla promozione e alla valorizzazione del patrimonio culturale nel mercato globale.

Da Settembre 2019, i nuovi programmi di formazione giocheranno un ruolo di primo ordine per affinare le competenze professionali nel campo della tecnologia e della digitalizzazione.

A partire dal 2020, invece, piattaforme e-learning e la partecipazione di centri formativi dei diversi paesi coinvolti saranno gli strumenti per sperimentare i nuovi programmi di formazione.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

#PassioneItalia lascia il segno nel cuore di Tenerife

#PassioneItalia lascia il segno nel cuore di Tenerife

Degustare una deliziosa pizza mentre visiti un’esposizione di Ferrari o assaporare un autentico gelato artigianale mentre ascolti alcuni dei migliori successi della música italiana in diretta. Questo e molto altro è quello che hanno potuto vivere gli abitanti di Tenerife durante il primo settimana di febbraio, grazie a #PassioneItalia Santa Cruz 2019 iniziativa oraganizzata dalla Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS), in collaborazione con il Comune di Santa Cruz di Tenerife.

Lo scorso 1º febbraio, infatti, #PassioneItalia è tornata alle Canarie, facendo di Santa Cruz di Tenerife una sorta di little Italy. L’evento, che ha omaggiato l’Italia e la sua cultura, si è concluso il giorno 3 febbraio.

Con un totale di 15 stand e foodtruck di gastronomia italiana e foodtruck e 20 stand di vendita di prodotti agroalimentari e dell’artiginato italiano, tutte le meraviglie dell’Italia sono diventate protagoniste e la principale attrazione di Ven a Santa Cruz, azione realizzata tutti gli anni dalla Sociedad de Desarrollo del Comune di Santa Cruz di Tenerife per dare vita alla Città. Inoltre, durante le tre giornate, 8 gruppi, artisti e DJ hanno fatto cantare e ballare tutti i partecipanti all’evento. In particolare, Sabato 2 febbraio, il gruppo canaro Ni 1 Pelo de Tonto è salito sul palco con un’energia incredibile per rendere omaggio alla musica italiana, arrivando fino a duettare con l’artista Jenny Rospo, che ha partecipato al programma La Voz España.

Il rosso, uno dei colori della bandiera italiana, ha caratterizzato l’evento grazie all’esposizione di auto sportive di Ferrari, che, nei giorni 2 e 3 febbraio, hanno fatto ruggire i propri motori, insieme alle motociclette Vespa, in una grande esposizione di veicoli del Belpaese.

Il Console d’Italia a Santa Cruz di Tenerife, Silvio Pelizzolo, ha affermato: “La popolazione di persone italiane sull’Isola cresce in modo esponenziale, superando quella di altre nazioni”. Tutto ciò conferma la multiculturalità caratteristica delle Canarie e della sua gente, facendo di Santa Cruz di Tenerife uno scenario ideale per la promozione dell’Italia e dei suoi prodotti tipici.

Da parte sua, Giovanni Aricò, Segretario Generale della CCIS, ha voluto sottolineare che “#PassioneItalia si sta consolidando come evento di riferimento delle eccellenze del made in Italy in tutta Spagna. Il successo di questa terza edizione che si celebra a Tenerife dimostra come sia stata vinta la scommessa fatta sul formato ‘on tour’ dell’evento”. José Manuel Bermúdez, Sindaco di Santa Cruz, che si è lasciato trascinare dalla magia della cultura italiana durante i tre giorni, ha considerato il bilancio finale dell’evento come estremamente positivo.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Successo della 24ª edizione della fiera Smagua

Successo della 24ª edizione della fiera Smagua

Si è conclusa lo scorso 7 febbraio la 24ª edizione di Smagua 2019, il Salone Internazionale dell’Acqua e dell’Irrigazione, che si svolge a cadenza biannuale a Saragozza. Durante i tre giorni di attività, si sono dati appuntamento al quartiere fieristico del capoluogo della Regione di Aragona oltre 24.000 operatori del settore e 625 imprese espositrici provenienti da 29 paesi.

Per la prima volta, la Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna ha gestito la partecipazione di una collettiva di imprese italiane in un’area dedicata alle eccellenze tecnologiche del “made in Italy”. In particolare, l’Area Italia ha visto la presenza di tre imprese operanti nella produzione di valvole ed elementi in ghisa per impianti idrici e nei sistemi per il rilevamento di perdite idriche.

Nel corso dell’evento, la CCIS, attraverso il responsabile dell’Italian Desk, Simone Ferrali, ha formalizzato l’accordo di collaborazione con l’ente organizzatore, Feria de Zaragoza, per la gestione della partecipazione di imprese italiane nelle prossime edizioni di Smagua.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

L'uso di cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione della nostra politica dei cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni.

X