Partecipazione di imprese umbre a #PassioneItalia 2018

Partecipazione di imprese umbre a #PassioneItalia 2018

AssoGal Umbria, nell’ambito della misura 19.3  “Cooperazione” progetto “Umbria Lasciati Sorprendere”, ha valutato l’opportunità di partecipare all’evento #PassioneItalia, il grande appuntamento con le eccellenze della gastronomia, turismo, artigianato e cultura italiani, che la CCIS organizza nel Matadero di Madrid dall’1 al 3 giugno 2018.

In particolare, l’associazione che riunisce GAL Alta Umbria srl, Media Valle del Tevere, Ternano, Trasimeno-Orvietano e Valle Umbra e Sibillini, intende promuovere il territorio e le sue produzioni  attravverso la partecipazione di imprese umbre (produttori appartenenti al settore agroalimentare di qualità) all’interno degli spazi dedicati alla regione durante la kermesse.

Vengono messi a disposizione delle stesse, tre stand preallestiti per la degustazione e vendita di prodotti umbri e un food truck dedicato alla preparazione e vendita di piatti legati alla tradizione culinaria della regione.

Le imprese interessate alla partecipazione possono inviarela propria manifestazione di interesse attraverso l’apposito formulario (include i termini e le condizioni di partecipazione), utilizzando i seguenti indirizzi di posta elettronica o PEC:

info@galternano.it

galternano@jcert.it 

 

Termine ultimo per la presentazione delle richieste: 27 aprile 2018

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Showcooking “100% Auténtico” ad Alimentaria 2018

Showcooking “100% Auténtico” ad Alimentaria 2018

Alessandro Castro, esperto in cultura gastronomica e console generale dell’Accademia Italiana di Gastronomia e Gastrosofia (AIGS) in Europa, ha diretto, lo scorso 17 aprile, lo showcooking “100% Auténtico” all’interno della feria Alimentaria di Barcellona.

L’evento si è svolto nello spazio espositivo gestito dalla Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS) e la Camera di Commercio Italiana di Barcellona (CCIB), denominato “Area Italia”, e ubicato nel padiglione 2, stand E533.

L’obiettivo dell’evento è stato quello di presentar alcuni dei prodotti agroalimentari italiani DOP e IGP ed il loro uso nelle ricette della tradizione gastronomica regionale. Di fatto, grazie alla collaborazione delle imprese Pasta Zara, Brazzale e T&C, presenti come espositori nell’Area Italia di Alimentaria, Castro ha preparato una ricetta a base di Fusilli trafilati al bronzo, Grana Padano e tartufo nero di Norcia.

showcookin-900

Durante lo showcooking, Giovanni Aricò, Segretario Generale della CCIS, ha presentato gli obiettivi del progetto “100% Auténtico”, sottolineando l’importanza di conoscere le caratteristiche che differenziano il prodotto italiano autentico da quello simile presente nel mercato.

La prossima iniziativa nell’ambito del progetto si terrà in un’altra importante fiera di gastronomia in Spagna: il Salón Internacional de Gourmets di Madrid. Anche in questa occasione la CCIS organizzerà uno showcooking per promuovere il prodotto italiano autentico tra i professionisti del settore.

 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

In Spagna 4,2 milioni di turisti internazionali a febbraio

In Spagna 4,2 milioni di turisti internazionali a febbraio

Sono 4,2 milioni i turisti internazionali che hanno visitato la Spagna a febbraio, il 2,6% in più rispetto allo stesso periodo del 2017.

Il Regno Unito è il principale paese di residenza, con 865.316 turisti, che rappresentano il 20,5% del totale ed una diminuzione del 5,9% rispetto a febbraio dello scorso anno. Francia e Germania sono i successivi paesi con più turisti che vsitano la Spagna a febbraio. Dalla Francia ne provengono 549.654 (-8,4% in termini tendenziali e dalla germania 532.636 (+2,8%). Tra i restante paesi di residenza vanno sottolineati gli incrementi annuali dei turisti provenienti dal Portopgallo (+17,5%), dall’Italia (+11,1%) e dall’Irlanda (+9,9%).

 

Nei due primi mesi dell’anno, la cifra totale di turisti che hanno visitato la Spagna aumenta del 3,9%, superando gli 8,3 milioni. I principali paesi emittenti sono il Regno Unito (con circa 1,7 milioni di turisti ed una diminuzione interannuale del 2,2%) e Germania (che supera il milione di turisti, per un aumento del 3,5%).

Le Canarie sono la destinazione principale del mese di febbraio. Vi si sono recati, infatti il 28,2% del totoale dei turisti internazionali. A seguire, la Catalogna (24,1%) e l’Andalusia (13,8%).

turistas780

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

#PassioneItalia 2018 si terrà dall’1 al 3 giugno nel Matadero di Madrid

#PassioneItalia 2018 si terrà dall’1 al 3 giugno nel Matadero di Madrid

Il Matadero di Madrid sarà il nuovo scenario di #PassioneItalia 2018, il grande appuntamento con la gastronomia, il design e la cultura italiani in Spagna, che si terrà dall’1 al 3 giugno.

Il macro-spazio culturale della capitale spagnola diventerà pertanto il centro di gravità del made in Italy, grazie al ricco programma di attività promozionali, culturali e commerciali che la CCIS gestirà anche quest’anno.

La nuova location permetterà la partecipazione di un maggior numero di persone a questo evento che, dalla sua prima edizione del 2009, non ha smesso di crescere.

Anche in  questa occasione ci saranno stand di gastronomia, artigianato e turismo ed aree di ristorazione, e verranno  organizzati laboratori per bambini e adulti, showcooking e degustazioni di prodotti, presentazioni di destinazioni turistiche, concerti e numerose altre iniziative.

Nelle prossime settimane verrà attualizzata la web dedicata: www.italiaonlive.com con il programma dell’evento e le informazioni relative alle attività organizzate e alle imprese partecipanti.

Per maggior informazioni sulla partecipazione come espositori: servicios.comerciales@italcamara-es.com

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Incoming business nelle Marche per promuovere i prodotti agroalimentari autentici

Incoming business nelle Marche per promuovere i prodotti agroalimentari autentici

Nell’ambito  campagna di “Valorizzazione e promozione del prodotto agroalimentare italiano autentico – Focus Europa” promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico, finanziata da ICE Agenzia e realizzata da Assocamerestero,  verrà organizzata una missione incoming nella regione delle Marche, dal 17 al 20 giugno prossimo, che si rivolge alle imprese del settore food.

 

La CCIS selezionerà un buyer operante nel proprio territorio di competenza che prenderà parte ad una agenda di incontri B2B con imprese marchigiane selezionate da Marchet  – Azienda Speciale della Camera di Ancona. Il buyer spagnolo farà parte della delegazione di 16 operatori esteri selezionati dalle Camere Italiane all’Estero coinvolte nel progetto.

 

Gli incontri si terranno in due sedi distinte: ad Ancona il giorno 18 giugno e a Fermo il 19 giugno

Al momento sono più di 50 le imprese marchigiane che hanno confermato la loro presenza.

Per maggiori informazioni sull’incoming: news@italcamara-es.com

www.100autentico.es

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Antonio Tajani riceve a Madrid il Premio Nuova Economía Fórum

Antonio Tajani riceve a Madrid il Premio Nuova Economía Fórum

Il presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, ha ricevuto lo scorso 11 aprile a Madrid il Premio Nueva Economía Fórum, per la sua “notevole leadership política, il suo contributo speciale alla costruzione europea, la sua profonda amicizia con la Spagna e la sua continua attitudine al servizio e l’impegno per la difesa degli interessi della Spagna nelle istituzioni europee”.

 

L’atto di consegna si è tenuto presso l’auditorio del Museo Reina Sofía alla presenza dei presidenti della Camera e del Senato spagnoli, Ana Pastor e Pío García Escudero, e della vicepresidente del Governo, Soraya Sáenz de Santamaría, che hanno consegnato il premio a Tajani, definendolo “un grande amico della Spagna”.

 

Tajani ha voluto esprimere la propria gratitudine alle autorità che gli hanno consegnato il riconoscimento e a tutti i presenti alla ceremonia.

All’atto, a cui hanno partecipato rilevanti figure del mondo politico economico spagnolo, hanno presenziato l’Ambasciatore d’Italia in Spagna, Stefano Sannino, il Segretario Generale della Camera di Commercio Italiana, Giovanni Arico, insieme a diversi membri del board della camera ed altre rilevanti figure istituzionali del Sistema Italia e della business community italo spagnola.

“Questo premio è il riconoscimento all’impegno di molti europeisti durante gli ultimi decenni”, ha dichiarato Tajani, sottolineando l’importante contributo della Spagna alla costruzione europea.

 

tajani900

Il Premio Nueva Economía Fórum è il secondo riconoscimento concesso in Spagna al presidente del Parlamento Europeo nelle ultime settimane. La Fundación Academia europea e íberoamericana de Yuste, infatti, lo ha insignito nei primi giorni d’aprile del Premio Europeo Carlos V, edizion 2018. La ceremonia di consegna di questo riconoscimento si terrà il prossimo 9 maggio, Giornata dell’Europa, nel Real Monasterio de Yuste alla presenza del Re di Spagna, Felipe VI.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Víctor Sarasola è il nuovo Consigliere Delegato di FCA Spagna e Portogallo

Víctor Sarasola è il nuovo Consigliere Delegato di FCA Spagna e Portogallo

Víctor Sarasola, che finora occupava il carico di Sales & Marketing Manager di Alfa Romeo e Jeep, è stato nominato Consigliere Delegato di FCA Spagna e Portogallo con effetto immediato e sarà il massimo responsabile delle marche Alfa Romeo, Fiat, Fiat Professional, Jeep, Abarth e Mopar.

 

Víctor Sarasola ha una grande esperienza nei comparti vendite e marketing del settore automobilistico. Laureato in Amministrazione e Direzione di Imprese all’Università di Barcellona, la sua carriera professionale lo ha portato a ricoprire incarichi di grande responsabilità in differenti aziende dal 1998 ad oggi.

 

Sarasola sostituisce Luca Parasacco, che diventa Major Business Centers Manager per Mopar Service, Parts & Customer Care.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

I costi orari del lavoro in Spagna sono inferiori del 30% rispetto alla media dell’Eurozona

I costi orari del lavoro in Spagna sono inferiori del 30% rispetto alla media dell’Eurozona

I costi orari del lavoro in Spagna hanno registrato un incremento dello 0,5% nel 2017, per un valore di 21,2 euro, cifra del 30% inferiore rispetto alla media di 30,3 euro registrata dalla zona euro. La Spagna è il decimo paese sui 19 dell’Eurozona nella classifica dei costi oriari del lavoro, secondo i dati pubblicati da Eurostat.

La differenza negativa tra i costi orari del lavoro della Spagna e quelli della media dell’Eurozona si è ampliata negli ultimi ani: dal 22,7% del 2008 al 30% attuale (nel 2016 era del 29,2%).

I dati Eurostat  mettono in rilievo come i costi del lavoro dell’Eurozona hanno registrato un’incremento medio del 1,9% nel 2017, raggiungendo i 30,3 euro, mentre nell’insieme dei paesi che fanno parte della UE l’aumento è stato del 2,3%, per un valore di 26,8 euro.

Un altro aspetto rilevante dei dati pubblicati da Eurostat è la disparità che existe a livello di costi del lavoro tra i diversi paesi: mentre in Danimarca il valore raggiunto è di 42,5 euro, il maggiore tra i paesi UE, in Bulgaria è di 4,9 euro (valore minimo tra i 28 paesi dell’Unione).

Tra i paesi dell’Eurozona quello che registra il valore più alto è il Belgio (39,6 euro), seguito dal Lussemburgo (37,6 euro) e la Francia (36 euro). . I paesi con i costi più bassi invece sono Lituania e Lettonia (rispettivamente 8 e 8,1 euro). In Italia la cifra è di 28,2 euro, con un incremento dello 0,8% rispetto all’anno precedente

Per settori, i maggiori costi orari del lavoro si registrano nell’industria (27,4 euro nell’UE e 33,4 nella zona euro), seguita dalla imprese (rispettivamente 26,6 e 30,4), i servizi (26,6 e 29,3 euro) e l’edilizia (23,7 e 26,7 euro).

Fonte: Europa Press

 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Cresce l’appoggio che CESCE fornise alle PMI che vogliono internazionalizzarsi

Cresce l’appoggio che CESCE fornise alle PMI che vogliono internazionalizzarsi

Il Piano Strategico di CESCE 2020 ha tra i suoi obiettivi prioritari quello di promuovere l’internazionalizzazione delle PMI spagnole, offrendo loro copertura dei rischi commerciali, politici e straordinari.

 

Per questo, la Compagnia ha creato un’Unità di PMI all’interno della Direzione Operazioni per conto dello Stato, tra le cui missioni si annovera quella di potenziare l’appoggio alle PMI interessate ad internazionalizzarsi. Da questo punto di vista, la Línea de Ejecución de Avales y de Créditos de Prefinanciación per PMI ed imprese non quotate, è uno strumento di appoggio che risulta essere molto efficace per favorire l’internazionalizzazione delle PMI. Questa Linea è concessa per appoggiare imprese che sono tecnicamente solventi, ma che si trovano in una situazione finanziaria non equilibrata o che vogliono attuare un progetto che è eccessivo rispetto al proprio bilancio.

 

Fonte: Moneda Única

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Spagna: la disoccupazione scende a marzo grazie al settore servizi

Spagna: la disoccupazione scende a marzo grazie al settore servizi

Il numero di disoccupati registrati in Spagna è sceso a marzo di 47,697 unità rispetto al  mese precedente  (-1,4%),  grazie soprattutto al settore dei servizi, che si è riattivato in seguito alle festività di Semana Santa, secondo i dati pubblicati dal Ministerio de Empleo y Seguridad Social.

In totale, sono 3.422.551 i disoccupati registrati a fine marzo, la cifra più bassa degli ultimi nove anni. Dal massimo storico raggiunto nel marzo del 2013, la disoccupazione si è ridotta di circa 1,6 milioni di persone.

La disoccupazione è scesa a marzo in maniera un po’ più pronunciata per le donne. La disoccuipazione maschile, infatti si è ridotta di 18.250 unità (-1,2%), mentre quella femminile di 29.447 (-1,5%).

La disoccupazione è diminuita nel settore dei servizi (-52.905 persone, -2,2%) e nell’industria (-1.671, -0,5%) ed è aumentata nell’edilizia (+1.592 disoccupati, +o,5%), nell’agricoltura (+449 unità, +0,3%) e nella categoría formata da coloro che erano disoccupati nei periodi precedenti (+4.838, +1,6%).

Il numero di contratti registrati durante il mese di marzo è stato di 1.646.846, il 4,9% in meno rispetto allo stesso mese del 2017. 193.448 sono contratti a tempo indeterminato (l’11,7% del totale), l’8,9% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Con questo incremento, sono 50 i mesi consecutivi in cui la cifra di contratti a tempo indeterminato aumenta.

 

Fonte: Moneda Única

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

L'uso di cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione della nostra politica dei cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni.

X