Il programma delle fiere promosse dalla CCIS in Spagna e Italia

Il programma delle fiere promosse dalla CCIS in Spagna e Italia

Anche quest’anno la Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS) propone a imprese e professionisti italiani e spagnoli la possibilità di partecipare come espositori o buyer a numerose fiere nei due Paesi. I settori di attività a cui le fiere in programma si riferiscono sono diversi, dall’agroalimentare, all’artigianato, pasando per la floricultura, il meccanico – tecnológico ed i servizi per l’industria idrica.

 

Fiere in Spagna

Per le imprese italiane interessate a promuovere ed introdurre i propri prodotti/servizi nel mercato spagnolo, la CCIS gestisce spazi espositivi dedicati al “made in Italy” in alcune tra le principali fiere internazionali del paese. In particolare, relativamente al settore agroalimentare, gli eventi ai quali si propone la partecipazione di aziende e professionisti del Belpaese sono i seguenti: Fórum Gastronómico di La Coruña (10-12 marzo), il Salone Internazionale del Club de Gourmets (Madrid, 8-11 aprile) e la Fiera Gastrónoma di Valencia (17-19 novembre).

 

Quest’anno, inoltre, per la prima volta la Camera organizza una collettiva di imprese italiane nella fiera Smagua di Zaragoza (5-7 febbario), dedicata alle tecnologie ed ai servizi relativi al settore idrico. Viene infine riproposta per il secondo anno di seguito la partecipazione a HIP – Hospitality Innovation Planet (Madrid, 18-20 febbraio), il principale appuntamento in Europa dedicato al settore del canale Ho.Re.Ca.

 

Fiere in Italia

 

Le aziende ed i profesionisti spagnoli interessati alle opportunità offerte dal mercato italiano potranno anche quest’anno partecipare a fiere settoriali in Italia sia in qualità di espositori che di buyers. In particolare, relativamente ai settori dell’artigianato e dell’enogastronomia la CCIS gestirà anche quest’anno la partecipazione ad alcune tra le principali fiere campionarie del paese, tra cui la Mostra Internazionale dell’Artigianato di Firenze (24 aprile – 1º maggio), la Fiera del Levante di Bari (14-22 settembre) e la Fiera di Scandicci (ottobre 2019).

 

Inoltre si organizzeranno delegazioni di buyers per la realizzazione di incontri B2B con espositori italiani nell’ambito di Myplant & Garden (Milano, 21-23 febbaio), dedicata ai professionisti del settore florovivaistico; Mecspe (Parma, 28-30 marzo), il principale appuntamento per il settore meccanico, energetico e tecnologico; ed il Business Motor Sport Expo (Brescia, ottobre), la fiera dedicata al settore motoristico sportivo.

  


Informazioni e contatti

 

Tutte le informazioni sulle fiere menzionate e sulla gestione da parte della CCIS sono disponibili nella web camerale, sezione “fiere”.

 Il dipartimento fiere della Camera è a disposizione per qualsiasi dubbio o chiarimento in merito agli eventi in programma: ferias@italcamara-es.com.


Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Nuovo record in Spagna: 82,6 milioni di turisti internazionali nel 2018

Nuovo record in Spagna: 82,6 milioni di turisti internazionali nel 2018

Sono 82,6 milioni i turisti internazionali che hanno visitato la Spagna nel 2018, lo 0,9% in più rispetto all’anno precedente. Si tratta di una nuova cifra record per il turismo spagnolo, che conferma la tendenza ositiva degli ultimi anni non solo nel numero di viste, ma anche nella spesa, che è cresciuta del 3,1% per raggiungere gli 89.678 milioni di euro.

 

I dati sono stati anticipati dalla ministra spagnola dell’Industria, Commercio e Turismo, Reyes Maroto, nella conferenza stampa organizzata lo scorso 16 gennaio, dove `si è presentato il bilancio del settore turistico nel 2018, insieme al budget globale previsto per la Segreteria di Stato di Turismo.

 

Buone notizie arrivano anche dal fronte della spesa media per turista, che ha registrato tra gennaio e novembre 2018 una crescita del 2,2%, ranggiungendo i 1.082 euro a persona, secondo le statistiche di EGATUR dell’Instituto Nacional de Estadísticas (INE). Inoltre, la spesa media giornaliera ha raggiunto i 147 euro, con un incrememto del 6,4% rispetto al 2017.

 

Relativamente all’occupazione, il settore turistico continua a rappresentare un motore per il rafforzamento dell’economia spagnola, con un incremento vicino ai 100.000 nuovi posti di lavoro. Le attività concernenti il turismo contribuiscono rappresentano il 12,2% del totale delle affiliazioni al sistema di previsdenza pubblico.

 

Per Reyes Maroto, questi dati “sono positivi, rappresentano un nuovo record storico , ci consentono di mantenerci come principale destinazione mondiale e ci spronano a continuare a lavorare per consolidare i flussi e potenziare un turismo di valore aggiunto”.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

La CCIS a IMEX Madrid 2019

La CCIS a IMEX Madrid 2019

La 17ª edizione di IMEX Madrid, la fiera dedicata al business ed al commercio internazionale organizzata dalla rivista “Moneda Única”, si svolgerà il 6 e 7 febbraio nella Galería de Cristal del centrico Palacio de Cibeles (C/Montalbán, 1).

 

Anche quest’anno verrà allestito uno spazio per la realizzazione di incontri con i rappresentanti di istituzioni, enti e società di consulenza specializzate nei principali mercati di interesse per le imprese spagnole. Come nelle precedenti edizioni, la CCIS, attraverso la responsabile delle Attività Associative, Begoña Pardo, sarà presente in qualià di ente di riferimento per il mercato italiano. Gli operatori che ne facciano richiesta riceveranno infromazioni sulle opportunità per i diversi settori di interesse e sui servizi messi a dispozione dalla Camera per la ricerca di partner commerciali e la definizione di specifiche strategie di ingresso.

 

Le aziende e gli operatori interessati ad un incontro con la CCIS hanno la possibilità di inviare la richiesta attraverso la web ufficiale dell’evento: http://imex.impulsoexterior.net/imex-madrid/paises-imex-madrid/

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

La Spagna riceve il 21% in più di investimenti diretti esteri nel primo semestre del 2018

La Spagna riceve il 21% in più di investimenti diretti esteri nel primo semestre del 2018

Secondo i dati pubblicati dal Registro de Inversiones del Ministero spagnolo di Industria, Commercio e Turismo, gli investimenti diretti esteri (IDE) in Spagna sono cresciuti dell’1% nel 2017, per un totale di oltre 36.000 milioni di euro. Questa tendenza positiva si è mantenuta nei primi sei mesi del 2018 (ultimi dati disponibili). In questo primo semestre dell’anno scorso,  la Spagna ha ricevuto 18.052 milioni di euro, il 21% in più rispetto allo stesso periodo del 2017. Si tratta della cifra più alta degli ultimi 10 anni.

 

Oltre l’80% del flusso di IDE nei primi sei mesi del 2018 proviene dall’Europa. I principali paesi di provenienza degli investimenti sono gli Stati Uniti, con una quota del 16,8% del totale, il Regno Unito (16,3%) e la Germania (9,8%).

 

Sempre nello stesso periodo in esame, i principali settori di investimento sono la Fornitura di energia elettrica, gas vapore e aria condizionata, con il 30,8% del totale degli IDE, la Costruzione di edifici (14,2%) e le Attività immobiliari (10,5%).

 

La Regione di Madrid è la prima destinazione degli IDE nel primo semestre del 2018, con il 70% del totale ed una crescita del 43,7% rispetto allo stesso periodo del 2017. La Catalogna riceve l’8,3% degli IDE, con una contrazione in termini interannuali del 40,9%. I Paesi Baschi e la Comunità Valenciana, con rispettivamente il 5,3 e l’1,9%  del totoale degi IDE, sono posizianti al terzop e quarto posto come ricettori degli investimenti.

 

È possibile acceder al dossier completo attraverso il seguente link: http://www.comercio.gob.es/es-ES/inversiones-exteriores/informes/flujos-inversion-directa/PDF/Flujos-Enero-Junio-2018-IED.pdf

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

La CCIS per la prima volta alla fiera Smagua con una collettiva di imprese italiane del settore idrico

La CCIS per la prima volta alla fiera Smagua con una collettiva di imprese italiane del settore idrico

La Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna gestisce per la prima volta la partecipazione di una collettiva di imprese italiane alla 24ª edizione della fiera Smagua di Saragozza, che si terrà dal 5 al 7 febbraio 2019.

 

Smagua – Salone Internazionale dell’Acqua e dell’Irrigazione – è uno dei principali eventi fieristici in Europa dedicato al settore idrico e si svolge da oltre 40 anni con l’obiettivo di presentare tutte le novità e le tecnologie applicate al ciclo dell’acqua. L’ultima edizione à visto la presenza di   540 espositori (di cui il 60% internazionali) e più di 20.000 visitatori professionisti provenienti da 35 paesi.

 

L’area gestita dalla CCIS, ubicata nel padiglione 4 (stand 23-25 E e 24 – 26 D) ospiterà 3 imprese italiane operanti nella produzione di valvole ed elementi in ghisa per impianti idrici e nei sistemi per il rilevamento di perdite idriche.

 

Per maggiori informazioni sull’Area Italia e per richiedere un invito per visitare gratuitamente la fiera e le imprese italiane presenti si prega di contattare il Dip. Servizi Commerciali e Fiere della CCIS: ferias@italcamara-es.com

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Selezione di imprese spagnole per il Concorso JOOP – Olio di Oliva in Giappone

Selezione di imprese spagnole per il Concorso JOOP – Olio di Oliva in Giappone

In occasione della prossima edizione del concorso JOOP (Premio dell’Olio di Oliva giapponese), che si celebrerà a Tokio dall’8 al 12 aprile 2019, la Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS) seleziona imprese spagnole del suo territorio di competenza che producono olio interessate a partecipare alla competizione.

 

Il concorso, organizzato dalla Camera di Commercio Italiana in Giappone, ha come obiettivo quello di promuovere in Giappone olio di oliva extra-vergine rappresenta un’opportunità unica affinché i produttori rafforzino la propria presenza in uno dei principali mercati internazionali. Gli oli vincitori avranno l’opportunità di partecipare ad una fiera commerciale in Giappone (ACCI Gusto), eventi nei principali grandi magazzini di Tokio ed Osaka ed apparire in media specializzati.

 

Le imprese spagnole produttrici di olio interessate ad ottenere maggiori informazioni o partecipare inviando campionature di prodotto possono contattare la nostra CCIS, inviando un’email a ferias@italcamara-es.com.

Presentazione Concorso JOOP

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Concorsi che premiano la creatività ed il “vivere all’italiana”

Concorsi che premiano la creatività ed il “vivere all’italiana”

Nell’ambito delle attività di promozione del Sistema Paese, sono stati lanciati due concorsi rivolti a giovani creativi, italiani e stranieri, amanti della cultura, del design  e dello stile di vita associati al Belpaese.

 

  1. “Prepara il tuo futuro – Giovani talenti della cucina italiana”

Presentato in occasione delle iniziative realizzate nell’ambito III Settimana della Cucina Italiana, il concorso è organizzato dall’Ambasciata d’Italia a Madrid, in collaborazione con la Camera di Commercio e Industria Italiana per Spagna (CCIS) e l’Ente Nazionale Italiano Turismo (ENIT).

Il concorso, giunto alla seconda edizione, è aperto ai giovani chef di nazionalità spagnola o italiana, residenti in Spagna, che desiderino specializzarsi in cucina italiana. Si divide in due fasi: la classificatoria, nella quale verranno selezionati i 6 migliori profili sulla base delle informazioni inserite nel modulo di iscrizione; la fase finale, in cui ciascun finalista si cimenterà nella preparazione di ricette italiane dinanzi alla giuria.

I due vincitori  avranno accesso al corso “Italian Culinary Programme-Unit 2” di ALMA – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana, con sede a Parma (14 settimane di formazione a partire dal 29 aprile 2019), a cui farà seguito un período di 4 mesi di tirocinio in prestigiosi ristoranti italiani.

Le iscrizioni rimarranno aperte fino al 6 febbraio 2019.

Info e bando su https://itmakes.net/especiales/ii-concurso-prepara-futuro-nuevos-talentos-la-cocina-italiana/

 

  1. “Vivere all’italiana….a modo tuo!”

Il concorso, lanciato dal Ministero italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, in collaborazione con la piattaforma digitale Zooppa.com, si rivolge a giovani creativi italiani e stranieri.

I partecipanti sono invitati a realizzare brevi video, dai 40 secondi ai 2 minuti di durata, che raccontino, con spunti innovativi e originali, il concetto di “essere italiano”. I video potranno essere presentati come interviste, reportage, mini-documentari o altre tecniche narrative e descrivere per immagini, suoni o parole cosa significa “Vivere all’italiana”. Ai 6 primi classificati saranno assegnati premi per un valore complessivo di 15.000 € e i video migliori saranno rilanciati sui canali istituzionali del Ministero e della rete diplomatico-consolare.

Il termine ultimo per la consegna dei video è fissata entro le ore 15 del 12 febbraio 2019.

Per maggiori informazioni e per partecipare al concorso, consultare la piattaforma “Zooppa.com” ai link:

https://community.zooppa.com/it-it/preview/vivere-all-italiana   (ITA)

https://community.zooppa.com/en-us/preview/vivere-all-italiana   (vers. ENG)

 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Il franchising si consolida in Spagna

Il franchising si consolida in Spagna

Il numero di imprese dedicate al franchising in Spagna nel 2018 raggiunge le 1.355 catene, che operano in 52 settori di attività attraverso 70.840 unità operative, secondo quanto pubblicato dalla “Guía de Franquicias de España 2019”, edita da Barbadillo y Asociados.

 

Anche nel 2018, il settore alberghiero-ristorativo, è quello con il maggior numero di marche attive (228), seguito dalla moda (197) e dal settore dei prodotti e servizi specializzati (107). Più indietro si posizionano l’estetica e bellezza (76 marche) ed i negozi di alimentazione (54).

 

Rispetto all’anno precedente, il numero di centrali continua a crescere, anche se in maniera piuttosto sottile. L’incremento reghistrato è infatti dello 0,95% dalle 1.342 catene registrate in Spagna nel 2017.

franquicia-900

Con 399 centrali di franchising, Madrid continua a mantenere la leadership tra le regioni spagnole in questo settore, al regsitrare anche un’importante crescita rispetto alle 377 dell’anno precedente (+5,5%). Al secondo posto si trova la Catalogna, nonostante il numero di marche attive (264) sia inferiore rispetto a quello registrato nel 2017 (274; -3,6%). Le due regioni accolgono il 48,9% del totale delle centrali di franchising nel paese.  Nelle prime posizioni anche l’Andalusia (159) e la comunità valenciana (157).

 

Il 48% delle catene di franchising (650) richiedono un investimento inferiore ai 60.000 euro per poter iniziare l’attività. La maggior parte di queste (430 marche) si inseriscono nella frangia di incvestimenti dai 30.000 ai 60.000 euro.

 

L’interesse per l’espansione internazionale delle catene spagnole è cresciuto negli anni più duri della crisi e si è mantenuto fino a raggiungere nel 2018 la cifra di 349 marche “internazionali” (il 25,7% del totale). Altre 108 catene hanno espresso la prorpia intenzione di internazionalizzarsi nei prossimi anni, un ulteriore indicatore della salute e forza del sistema.

 

Fonte: Restauración News

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

L'uso di cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione della nostra politica dei cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni.

X