Workshop formativo sul progetto MeMeVET

Workshop formativo sul progetto MeMeVET

Nell’ambito del progetto MeMeVET, nel quale la Camara di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS) è socio, il 19 novembre 2018, presso la sede di AECIM – Asociaciones de Empresas del Metal de Madrid (calle Príncipe de Vergara, 74, 28006 Madrid) si è tenuto il workshop “L’intercambio di buone pratiche nel settore della meccatronica della Comunità di Madrid”.

 

Dopo una presentazione iniziale del progetto MeMeVET e delle tematiche del workshop realizzata dalla CCIS e da AECIM, nell’ambito dell’incontro si è discusso dei seguenti temi:
– Formazione professionale in Spagna: ambito legislativo e ruolo della meccatronica in Spagna (tema presentato da un rappresentante del Ministero dell’Educazione spagnolo)
– Formazione professionale e meccatronica nella Comunità di Madrid: innovazioni e prospettive (presentata da un rappresentante della Comunità di Madrid);
– Il curriculum di meccatronica nelle istituzioni educative della Comunità di Madrid.

 
Il workshop ha permesso ai partecipanti uno scambio di idee e di suggerimenti sulle tematiche relative al progetto.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

I benefici della dieta mediterranea

I benefici della dieta mediterranea

L’importanza della dieta mediterranea per una vita salutare. Questo è il tema che è stato presentato agli studenti della scuola italiana a Madrid nell’ambito dell’iniziativa  che ha aperto il programma di attività della III Settimana della Cucina Italiana nel mondo e che è stato organizzato dallo stesso centro di formazione, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia, l’Accademia della Cucina Italiana, la delegazione spagnola della Federazione Italiana Cuochi e la Camera di Commercio e Industria italiana per la Spagna.

dieta-mediterránea-1

 

L’ Ambasciatore italiano, Stefano Sannino, ha innagurato la giornata mettendo in evidenza l’importanza del divulgare tra i giovani i benefici di un patrimonio, la dieta mediterranea, condivisa tra Spagna e Italia. In seguito, il dottor Raffaele Carraro Casieri, medico specialista in endocrinologia, ha presentato ai circa duecento studenti riuniti nell’aula magna della Scuola Italiana i principali benefici della dieta meditteranea per la salute, sottolineando tra questi la riduzione del rischio di contrarre malattie di tipo cardiovascolare e legate al metabolismo osseo, il controllo del peso, la longevità e il miglioramento della qualità della vita. Inoltre, ha presentato le principali proprietà associate ai prodotti agroalimentari che stanno alla base della cultura gastronomica mediterranea, accennando anche alle “regole del mangiar bene” che ogni persona dovrebbe far sue per migliorare il proprio modo di nutrirsi.

dieta-mediterranea-2

La giornata si è conclusa con lo showcooking dello chef Manfredi Bosco, presidente della delegazione spagnola della Federazione Italiana Cuochi, che ha preparato una ricetta tipica della cucina regionale italiana.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Le filiali di imprese straniere in Spagna hanno fatturato oltre 500 miliardi di euro nel 2016

Le filiali di imprese straniere in Spagna hanno fatturato oltre 500 miliardi di euro nel 2016

Multinacionales por marca España ha pubblicato il rapporto “Gli investimenti esteri in cifre” preparato dalla società di consulenza SIfdi, con le statistiche tratte dalle più importanti fonti di informazionein materia di investimenti esteri diretti (IDE): UNCTAD Investment Register MINECO , Instituto Nacional de Estadística – INE (FLINT, innovazione e R & S) e OCSE.

 

In particolare, questa pubblicazione contiene i dati aggiornati di variabili quali l’evoluzione dei flussi di IDE globali, i principali destinatari degli IDE, l’evoluzione del numero di imprese straniere in Spagna e le filiali divise per settore.

 

La presenza di società a capitale straniero in Spagna è molto importante, sia in termini di investimenti, che di occupazione generata e grado di innovazione.

 

La Spagna è uno dei principali destinatari di investimenti esteri a livello mondiale. Nel 2017, ha occupato la diciannovesima posizione come ricettore di flussi (per un valore totale di 19 miliardi di dollari). Inoltre, in termini di stock di IDE accumulati, la Spagna è al quindicesimo posto (644 miliardi di dollari), secondo l’UNCTAD.

 

Nel 2016, sono state conteggiate in Spagna 11.880 filiali di società straniere nei settori dell’Industria, del Commercio e altri Servizi di mercato non finanziari, secondo gli ultimi dati forniti dall’INE. Le multinazionali straniere hanno raggiunto un fatturato di oltre 500 miliardi di euro, il 29% del fatturato totale. Inoltre, queste aziende hanno dato lavoro a 1,4 milioni di persone, pari al 14,1% dell’occupazione totale. Infine, le filiali estere in Spagna concentrano il 44,5% delle esportazioni totali spagnole e sono responsabili del 38,4% delle spese di R&S in ambito aziendale.

 

Link al report completo

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

L’Italia ancora protagonista alla fiera Gastrónoma di Valencia

L’Italia ancora protagonista alla fiera Gastrónoma di Valencia

La Fiera Gastrónoma di Valencia ha chiuso l’edizione 2018 lo scorso 13 novembre registrando un grande successo di pubblico. Oltre 17.000 visitatori hanno preso parte alla manifestazione per conoscere la maggior offerta commerciale del settore agroalimentario nella regione del Levante. Inoltre, la percentuale dei professionisti rispetto  al pubblico totale è cresciuta del 30% rispetto all’edizione precedente.

 

Come negli anni scorsi, la CCIS ha gestito la partecipazione di imprese italiane in un area espositiva dedicata esclusivamente ai prodotti gastronomici del Belpaese. In particolare, hanno partecipanto in qualità di espositori nell’Area Italia due imprese di produzione e due distributori di prodotti italiani, interessati a rafforzare la propria presenza commerciale nel mercato locale, particolarmente rilevante per il settore agroalimentare italiano.

gastronoma

 

Gastronoma 2018 si è caratterizzata anche per un ricco programma di attività collaterali: oltre 40 stelle Michelin sono passate per la “Cocina Central” dell’evento, con seminari e showcooking. Gastronoma ha esercitato una forte attrazione anche nei confronti di altre regioni spagnole e ha dato un ulteriore salto a livello internazionale, grazie alla collaborazione con Turisme Valencia e all’iniziativa “Ruta de la Seda”, uno spazio che ha accolto chef provenienti da numerosi paesi tra cui la Cina, la Svezia, il Giappone e la Turchia.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Il valore del vino spagnolo esportato supera i 3 miliardi di euro

Il valore del vino spagnolo esportato supera i 3 miliardi di euro

Secondo il dossier dell’Observatorio Español del Mercado del Vino (OeMv), che analiza l’evoluzione dell’import modiale di vino nel periodo compreso tra luglio 2017 e giugno 2018, il vino spagnolo esportato ha superato in termini di valore i 3 miliardi di euro, con una crescita dell’11,2% rispetto al periodo precedente.

Per categorie, sono stati registrati incrementi per i vini sfusi( +25,4%, imbottigliati (+7,3%) e spumosi (+4,2%), anche se, in termini di volume, si è registrato un calo del vino sfuso, prodotto che depende direttamente dalla raccolta, che nel 2017 è stata particolarmente breve.

USA e Regno Unito sono i principali mercati di destinazione del vino spagnolo.

Il dossier sottolinea inoltre che il vino spagnolo è cresciuto molto di più in valore che in volume nel commercio mondiale, dato che il prezzo medio si è incrementato di circa il 10%.

Fonte: www.diariodegastronomia.com

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

SCANIA

  • Scania Assistance è il servizio di assistenza stradale di Scania. Cerchiamo una persona che si unisca a un team multiculturale con un ambiente di lavoro molto buono,  dinamico e orientato al miglioramento continuo e al cliente.  Questa squadra lavora da più di 20 anni come parte di Scania, una multinazionale svedese dedicata al veicolo industriale e leader nel suo settore.
    • Dipartimento: Scania Assistance
    • Posto offerto: agente telefonico.
    • Spazio geografico di attuazione: San Fernando de Henares (Madrid)
    • Principali funzioni: – coordinare i casi di Assistenza Scania in modo indipendente e decisivo, in modo completo, assicurando che il livello del servizio sia eccellente e sempre in un’ottica di miglioramento continuo. – Analizzare le diverse situazioni e indirizzare il lavoro sulla rete Scania. – Aiutare l’officina a completare il proprio compito fino al limite GOP stabilito. – Tenere informate tutte le parti coinvolte nel processo in ogni momento. – Aggiornare tutte le informazioni nel programma di gestione degli incidenti di assistenza Scania in inglese in tempo reale. – Ridurre tutti i problemi che impediscono il corretto sviluppo dell’assistenza con l’intenzione di migliorare la qualità del servizio.
    • Dipendenza gerarchica: supervisore
    • Formazione richiesta:  scuola superiore
    • Informatica: utente office
    • Lingue: italiano e inglese alto, spagnolo, verrà apprezzata la conoscenza della lingua portoghese.
    • Attitudini: – esperienza nel servizio clienti, assistenza stradale, contact center o simili. – Possibilità di turni rotanti, con possibilità di ingresso già dalle 7:00 e molto tardi alle 15:00, a seconda dell’ufficio centrale. – Disponibilità da 6 a 10 notti all’anno e 2 week-end al mese. – Tolleranza alla pressione. – Autonomia e responsabilità per il processo decisionale. – Lavoro di squadra, multitask.
    • Necessità di viaggiare: no.
    • Remunerazione: 22.000 €/ lordi annui
    • Commenti: si offre contratto a tempo determinato di 6 mesi con possibilità di incorporazione
  • SE INTERESSATI CONTATTARE VIA: http://bit.ly/2Dh2wxd
Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

TAPITALIA.eat: un’iniziativa per scoprire le migliori tapas italiane a Madrid

TAPITALIA.eat: un’iniziativa per scoprire le migliori tapas italiane a Madrid

Si avvicina l’appuntamento con TAPITALIA.eat, un percorso per scoprire a Madrid le migliori tapas a base di prodotti italiani.

L’iniziativa organizzata dall’Ambasciata d’Italia in Spagna, la Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS) e ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo, in collaborazione con  Mercados de Madrid, Accademia Italiana della Cucina, Scuola Materna Italiana, Federazione Italiana Cuochi (delegazione in Spagna ) e Mo’ Better Food, si terrà dal 16 al 25 novembre, nell’ambito della III Settimana della Cucina Italiana nel Mondo.

 

Prenderanno parte all’evento 22 stabilimenti tra bar, ristoranti e locali in alcuni dei mercati municipali della capitale spagnola, che propongono piatti e prodotti italiani nella propria offerta gastronomica e che fanno parte di due circuiti: l’itinerario MERCADOS, formato da 5 locali situati nei mercati di Chamberí, La Paz, Vallehermoso e l’itinerario CITY, composto da 17 ristoranti e bar in diversi quartieri della città.

 

Proposte originali e uniche

Gli stabilimenti aderenti proporranno una tapa speciale, accompagnata da una bevanda a scelta tra birra Nastro Azzurro, Martini Rosso Reserva e vino Astoria (Prosecco D.O.C Treviso, Puro Merlot 100% o Suade – Sauvignon Blanc). Tutte le proposte si caratterizzano per l’originalità e l’uso di alcuni prodotti tipici della gastronomia italiana. Tra queste si possono menzionare la focaccia con rucola e vitello tonnato, la lasagna al tartufo e porcini, la parmigiana di zucca e burrata affumicata, oltre ad originali proposte fusion come l’insalata caprese con perle di mozzarella e salmorejo cordobese (link all’elenco delle proposte).

 

Concorsi per vincere fantastici premi

Tutti coloro che visiteranno almeno 8 tra i locali selezionati nell’ambito dell’iniziativa potranno partecipare all’estrazione di 40 ceste di prodotti gastronomici italiani, offerti dalle aziende CBG e Negrini. Inoltre verrà lanciato un concorso sui social network per vincere una cassa di birra Nastro Azzurro, una bottiglia Astoria Fashion Victim Cuvée realizzata da artigiani del vetro di Murano o un set da cocktail Martini: basterà caricare su Instagram o Twitter una foto della combinazione tapa + bevanda degustata in una delle tappe degli itinerari di TAPITALIA.eat, utilizzando l’hashtag #Tapitalia (tutte le informazioni sui concorsi su questo link).

 

Showcookin nei mercati

L’iniziativa sarà anche un’occasione unica per conoscere i segreti delll’autentica cucina italiana.Dal 21 al 24 novembre, nei mercati di Chamberí, La Paz e Vallehermoso verranno organizzati diversi showcooking in collaborazione con la delegazione spagnola della Federazione Italiana Chef – FIC, i cui membri prepareranno piatti tipici della gastronomia del Belpaese utilizzando come base i prodotti delle marche Garofalo y Riso Scotti (calendario degli showcooking).

 

Per maggiori informazioni su TAPITALIA.eat: www.tapitalia.es

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

III Settimana della Cucina Italiana nel Mondo

III Settimana della Cucina Italiana nel Mondo

In Spagna la terza edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo prende il via con una cena presso l’Ambasciata d’Italia a Madrid organizzata in collaborazione con Pasta Garofalo, che vedrà come protagonisti due dei migliori cuochi al mondo: Niko Romito, chef del ristorante tre stelle Michelin Reale di Castel di Sangro, e Ángel León, chef del ristorante tre stelle Michelin Aponiente di Cadice. I due chef elaboreranno un menù a quattro mani per una cena dedicata alla pasta di qualità, alimento principe della cucina italiana.

 

Questo evento – ha dichiarato l’Ambasciatore d’Italia a Madrid Stefano Sanninoè il modo migliore per inaugurare la Settimana della Cucina Italiana in Spagna, mettendo a sistema l’impegno di istituzioni, imprese italiane e spagnole e grandi chef per valorizzare i prodotti italiani di alta qualità. È inoltre una bellissima occasione per sviluppare la collaborazione tra cucina italiana e spagnola che sono le grandi interpreti europee della dieta mediterranea”.

 

Durante la settimana della cucina italiana, che si svolgerà dal 19 al 25 novembre, ampio spazio sarà dedicato alle attività di valorizzazione dell’offerta formativa italiana nel settore gastronomico, alla promozione dei territori e all’attrazione di giovani talenti interessati ad approfondire la conoscenza della cucina e dei vini italiani. Grazie alla collaborazione dell’Agenzia ICE, dell’Ufficio ENIT di Madrid e della Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna, e alla partnership con imprese italiane e spagnole, saranno infatti presentate le nuove edizioni dei concorsi “Prepara il tuo Futuro” realizzati nell’ambito del progetto ITmakES, che declina sulla Spagna la strategia di promozione integrata Vivere all’Italiana. I due concorsi consentiranno a giovani chef e sommelier spagnoli di accedere a esperienze di alta formazione presso ALMALa Scuola Internazionale di Cucina Italiana e in alcuni dei più prestigiosi ristoranti italiani.

 

In particolare, il 22 novembre sarà lanciata la seconda edizione del concorso “Prepara il tuo Futuro – Giovani talenti della cucina italiana”, in occasione di un evento presso l’Ambasciata d’Italia  a Madrid con Pino Cuttaia, Brand Ambassador di ALMA e chef del ristorante due stelle Michelin La Madia di Licata, che porterà in Spagna i sapori della sua Sicilia accompagnato dalla vincitrice del primo concorso per giovani chef, Pilar Toledo Verdú, al termine del suo periodo di formazione in Italia svolto proprio presso il ristorante La Madia di Pino Cuttaia e presso il ristorante tre stelle Michelin Piazza Duomo dello chef Enrico Crippa.

 

Per l’occasione sarà presente a Madrid il Coordinatore dell’ALMA Wine Accademy Ciro Fontanesi che, insieme a personalità del mondo dell’enologia spagnola, selezionerà e premierà i vincitori della seconda edizione del concorso “Prepara il tuo Futuro – Giovani sommelier di vino italiano”, che anche quest’anno consentirà a tre giovani spagnoli di frequentare corsi di perfezionamento presso la Scuola ALMA e di conoscere le regioni di produzione vitivinicola più emblematiche del nostro Paese.

 

Gli appassionati della nostra cucina potranno inoltre degustare “tapas” italiane presso i ristoranti e punti vendita italiani nei mercati rionali di Madrid, grazie al tour gastronomico TAPItalia.eat, organizzato dalla Camera di Commercio italiana per la Spagna in collaborazione con l’ufficio ENIT di Madrid.

 

Presso l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid verrà presentata la storica azienda vitivinicola Poderi Luigi Einaudi, con una degustazione di alcune etichette di riferimento dell’emblematico marchio di vino Barolo e Dogliani. Il Festival del Cinema Italiano di Madrid dedicherà inoltre spazio a film e cortometraggi d’autore relazionati con la nostra gastronomia.

 

I benefici della dieta mediterranea saranno inoltre illustrati nel corso di una conferenza organizzata presso la Scuola Statale Italiana di Madrid dalla locale sezione dell’Accademia Italiana della Cucina.

 

Il programma completo delle attività della Settimana della Cucina Italiana a Madrid è disponibile su www.semanacocinaitaliana.es .

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Collaborazione tra Generali Country Italia ed FCA nell’ambito dei veicoli connessi

Collaborazione tra Generali Country Italia ed FCA nell’ambito dei veicoli connessi

Generali Country Italia e Fiat Chrysler Automobiles  hanno firmato una lettera di intenti, primo passo di una partnership commerciale e tecnologica per lo sviluppo e l’offerta di prodotti e servizi innovativi sul mercato assicurativo nell’ambito dei veicoli connessi.

La partnership integrerà soluzioni assicurative e servizi innovativi, come ad esempio il “Real Time Coaching”, una “scatola nera” che segnala in tempo reale i diversi comportamenti alla guida con lo scopo di prevenire situazioni di pericolo, o il monitoraggio delle dinamiche di guida attraverso specifici algoritmi, con la possibilità per il cliente di condividere informazioni sul suo stile di guida.

La collaborazione punta inoltre a sviluppare nuove soluzioni in diversi ambiti: prevede, per esempio,l’offerta di polizze assicurative Genertel basate sul reale utilizzo del veicolo su modelli della gamma FCA connessi, acquistati tramite FCA Bank. Ma anche l’offerta di altre coperture assicurative collegate alle abitudini di utilizzo dell’auto, offerte di noleggio a lungo termine e per la sottoscrizione di servizi di manutenzione ed estensione di garanzia FCA ai clienti di Generali.

Marco Sesana, Generali Country Manager Italy & Global Business Lines, ha dichiarato: “La mobilità del futuro sta ridisegnando anche il modo di fare assicurazione e di offrire servizi ai clienti. La partnership siglata con FCA vede la nascita di un vero e proprio asse italiano per un ecosistema di mobilità connessa a vantaggio dei clienti. Forti della nostra expertise nella connected insurance, testimoniata dalla recente nascita della società Generali Jeniot, acceleriamo ulteriormente nello sviluppo di servizi in mobilità attraverso questa partnership, con l’obiettivo di superare i 2 milioni di clienti connessi entro il 2020″.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

L'uso di cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione della nostra politica dei cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni.

X