Incontro di orientamento con i partecipanti del progetto Spainergy

Incontro di orientamento con i partecipanti del progetto Spainergy

Martedì 27 giugno, i responsabili degli studenti del progetto Spainergy della CCIS hanno incontrato i partecipanti che prenderanno parte al flusso di mobilità di luglio.

 

L’incontro di orientamento è stato organizzato all’interno dello IES La Marxadella (Torrent, Valencia), una delle organizzazioni di invio degli studenti, per permettere agli stessi e ai professori tutor delle mobilità di comprendere il funzionamento del progetto, soprattutto circa questioni burocratiche (gestione dei documenti per validare la mobilità) e, pratico-logistici (informazioni sull’impresa del tirocinio, date delle partenze, alloggio, ecc…).

 

L’incontro è stato utile per avere l’opportunità di conoscere personalmente gli studenti, le loro esigenze e dubbi, seguendoli nella fase di preparazione alla mobilità.

 

All’incontro hanno partecipato 5 studenti dello IES La Marxadella, uno studente dello IES Arabista Ribera (Valencia) e, uno studente dello IES Tirant o Blanc (Valencia), accompagnati dai propri professori tutor degli istuti. Al flusso di luglio parteciperanno inoltre uno studente dello IES Juan XXIII (Madrid) e, uno dello IES Sanje (Murcia).

 

Spainenergy ha l’obiettivo di incentivare l’occupazione giovanile nel settore della “green economy”. Per maggiori informazionin: Proyecto Spainergy

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Grande crescita del fatturato del settore automobilistico spagnolo nel 2016

Grande crescita del fatturato del settore automobilistico spagnolo nel 2016

La Associazione Spagnola di Fabbricanti di Auto e Camion – ANFAC prevede che il 2017 si chiuda con 1,22 milioni di veicoli matricolati, il 6,8% in più rispetto al 2016.

 

Antonio Cobo, Presidente di ANFAC, e Mario Armero, Vicepresidente Esecutivo dell’Associazione, hanno presentato il 27 giugno del 2017 le grandi cifre del settore dell’automobile in Spagna registrate nel 2016. Inoltre, hanno reso pubbliche le previsioni di immatricolazioni per gli anni 2017 e 2018. I vertici di ANFAC hanno anche evidenziato le sfide che si troverà ad affrontare il settore: l’invecchiamento del parco auto, il necessario incremento delle immatricolazioni dei veicoli alternativi (elettrici, alimentati a gas, ecc) o l’autentico scompiglio che verrà provocato dall’arrivo dell’auto connessa ed autonoma.

 

Il 2016 è stato particolarmente importante per quanto riguarda la fatturazione delle imprese fabbricanti e commercianti dei veicoli in Spagna, che ha raggiunto i 61,9 miliardi di Euro (+1,7% rispetto al 2015).

 

Secondo i dati raccolti dall’EPA, in Spagna l’industria fabbricante di automobili ha creato 6.300 nuovi posti di lavoro nell’ultimo esercizio. L’occupazione dell’industria spagnola automobilistico risulta essere qualificata e stabile: l’83% dei lavoratori ha un contratto a tempo indeterminato. La qualità e la competitività dei veicoli fabbricati in Spagna continua ad essere riconosciuta in tutto il mondo e di conseguenza le esportazioni sono aumentate del 7% rispetto al 2015, superando i 2,4 milioni di veicoli. Il valore totale ha superato i 49.400 milioni ed ha generato un avanzo commerciale da record: 18.300 milioni di Euro.

 

Il settore automobilistico ha apportato all’erario più di 26 miliardi di Euro (+3% rispetto al 2015).

 

Per quanto riguarda le previsioni di mercato, ANFAC prevede che il 2017 si concluda con 1.225.000 veicoli immatricolati (+6,85% rispeto al 2016). Per il 2018 la previsione parla di 1.280.000 di veicoli (+4,5%).

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Aumenta l’interscambio commerciale tra l’Italia ed i paesi extra UE

Aumenta l’interscambio commerciale tra l’Italia ed i paesi extra UE

Secondo quanto pubblicato da Istat, a maggio 2017, rispetto al mese precedente, entrambi i flussi commerciali sono in espansione, con un aumento più marcato per le importazioni (+4,3%) che per le esportazioni (+2,2%).

 

L’incremento congiunturale delle vendite italiane verso i paesi extra Ue è esteso a quasi tutti i raggruppamenti principali di industrie, a esclusione dell’energia (-6,3%) e dei beni di consumo durevoli (-2,7%). L’aumento delle esportazioni è marcato per i beni intermedi (+4,3%) e i beni di consumo non durevoli (+4,0%).

 

Dal lato dell’import, l’incremento congiunturale è più ampio per i beni strumentali (+15,2%) che registrano un marcato aumento dovuto anche all’acquisto di mezzi di navigazione marittima e per i beni di consumo durevoli (+10,0%); di intensità minore per i beni di consumo non durevoli (+2,3%).

 

Se si considera l’ultimo trimestre, la dinamica congiunturale dell’export verso i paesi extra Ue risulta positiva (+1,5%) ed estesa a quasi tutti i raggruppamenti principali di industrie a esclusione dell’energia (-17,3%). L’aumento delle vendite di beni strumentali sui mercati extra Ue è molto marcato (+4,2%).

 

Nello stesso periodo si rileva una espansione delle importazioni (+1,6%) particolarmente ampia per i beni di consumo durevoli (+11,6%) e i beni strumentali (+6,7%).

 

In termini tendenziali, le esportazioni sono in forte aumento (+13,9%). La crescita è molto marcata per l’energia (+39,0%), e di intensità comunque elevata per i beni strumentali (+17,4%) e per i beni di consumo non durevoli (+12,3%).

 

Le importazioni registrano una marcata crescita tendenziale (+22,3%), determinata dai beni di consumo durevoli (+49,0%), dai beni strumentali (+31,7%) e dall’energia (+28,9%).

 

Il surplus commerciale (+2.658 milioni) è in diminuzione rispetto a quello dello stesso mese del 2016 (+3.257 milioni). Il surplus nell’interscambio di prodotti non energetici (+5.494 milioni) è in lieve aumento rispetto a maggio 2016 (+5.492 milioni).

 

I mercati di destinazione dell’export italiano che hanno sperimentato le maggiori crescite tendenziali a maggio 2017 sono i paesi MERCOSUR (+38,2%), Cina (+35,3%), Russia (+26,7%) e Stati Uniti (+16,0%).

 

Relativamente ai mercati d’importanzione vanno evidenziati il Giappone (+125,1%), l’India (+36,4%) e la Turchia (+35,5%), con un aumento superiore a quello medio.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Diminuiscono le esportazioni spagnole di vino e cresce il prezzo medio

Diminuiscono le esportazioni spagnole di vino e cresce il prezzo medio

Le esportazioni spagnole di vino hanno registrato una diminuzione del 5,6% in termini di valore e del 14,3% in volume nel mese di aprile. È invece aumentato del 10,1% il prezzo medio.

 

Secondo gli ultimi rapporti pubblicati dall’Observatorio Español del Mercado del Vino (OeMv), fino ad aprile 2017 si sono esportati 706,3 milioni di litri (-4%) per un valore totale di 850,6 milioni di € (+4,7%) ad un prezzo medio di 1,20 € per litro (+9,1%). In termini assoluti si sono esportati 29,8 milioni di litri in meno, fatturando 38,2 milioni di Euro in più (il prezzo medio è cresciuto di 0,10 € al litro).

 

La crescita in termini di valore si spiega con il buon andamento delle esportazioni dei vini fermi imbottigliati, con IGP e senza nessuna indicazione. È cresciuto anche il valore degli spumanti. Tra i vini sfusi, si sottolinea l’aumento in termini di valore dei vini senza nessuna indicazione.

 

Esportazioni spagnole di vino imbottigliato

I vini fermi imbottigliati, insieme agli spumanti ed ai vini sfusi guidano la crescita globale in termini di valore. Tra i vini fermi imbottigliati sono i vini DOP quelli che hanno maggiore rilevanza sul risultato delle esportazioni, con 114,3 milioni di litri e 392,3 milioni di Euro, seguiti dai vini senza nessuna indicazione (che crescono dell’11,2% in termini di valore e dell’8,3% in termini di volume) e dai vini IGP imbottigliati (+5,2 in valore e +9,6 in volume). Le esportazioni di spumante sono cresciute del 28,6% in volumen e del 12,8% in valore.

 

Esportazioni spagnole di vino sfuso

I prezzi medi del vino sfuso sono cresciuti del 20,1%. La Spagna ha esportato l’11,6% in meno di vino sfuso nei primi quattro mesi del 2017, fatturando il 6,2% in più (prezzo medio +20,1%). In termini assoluti, si sono esportati quasi 51 milioni di litri in meno, mentre il fatturato è cresciuto di 10,2 milioni.

 

A partire da gennaio 2017, i vini sfusi si dividono in due gruppi: vini in recipienti tra 2 e 10 litri (bag in box) e vini in recipienti che contengono più di 10 litri. Questi ultimi rappresentano il 93,8% del valore ed il 97,7% del volume del vino sfuso esportato.

 

Per quanto riguarda i mercati di destinazione, la Francia continua ad essere il principale Paese importatore (nonostante abbia registrato una diminuzione). Dopo un 2016 negativo, il Portogallo ha recuperato la propria quota di importazioni.

 

Fonte: Diariodegastronomia.com

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Fiesta! Il festival del cinema italo-spagnolo a Palma de Mallorca

Fiesta! Il festival del cinema italo-spagnolo a Palma de Mallorca

Dal 25 al 27 giugno 2017 si terrà Fiesta!, il festival del cinema italo-spagnolo a Palma di Maiorca. Un evento professionale per facilitare l’internazionalizzazione di due cinematografie sorelle.

 

Organizzato dall’Associazione Abilis, in collaborazione con la Fondazione Miff di Palma di Maiorca e con il patrocinio del Ministero della Cultura italiano, Ars Foundation, Ice, Luce Cinecittà ed Anica, presentano la seconda edizione di Fiesta! (Festa!), il festival del cinema italo-spagnolo di Palma di Maiorca, focalizzato sulla promozione dei nuovi registi italiani e spagnoli.

 

Il principale obiettivo di Fiesta! è quello di diventare il punto di incontro delle nuove tendenze, l’innovazione, l’originalità e la ricerca di nuove forme di espressione dei più importanti giovani talenti del cinema di entrambi i Paesi. Un luogo di incontro per autori, produttori, distributori, stampa specializzata per lo scambio di idee e la pianificazione di nuove proposte per il futuro. Uno spazio di interscambio culturale dove si proietteranno fino ad un totale di quattro film di entrambe le cinematografie. Uno spazio dove distributori, produttori e professionisti dell’industria cinematografica e culturale di entrambi i Paesi scambieranno impressioni con lo scopo di stringere relazioni e, soprattutto, facilitare la distribuzione dei film in entrambi i sensi.

 

I film italiani selezionati sono: Il piu grande sogno di Michele Vannucci; Ho amici in paradiso di Fabrizio Maria Cortese; Piuma di Roan Johnson; The habit of beauty di Mirko Pincelli. Le produzioni spagnole: Demonios tus ojos di Pedro Aguilera; Bittersweet days di Marga Meliá; Selfie di Victor García León e No se decir adiós di Lino Escalera.

 

Per maggiori informazioni: www.miff-filmfestival.com

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Alfa Romeo compie 107 anni: un fine settimana di celebrazioni speciali

Alfa Romeo compie 107 anni: un fine settimana di celebrazioni speciali

A partire da venerdì 23 giugno, straordinarie iniziative contribuiranno a celebrare nel migliore dei modi i 107 anni di Alfa Romeo, per un weekend lungo all’insegna della passione a quattro ruote. Nel primo pomeriggio, infatti, si raduneranno a Modena 60 possessori di Alfa Romeo 4C, che avranno modo di visitare lo stabilimento di Modena e di assaporare, l’indomani, le emozioni della pista presso l’autodromo di Varano de’ Melegari: una “due giorni” di full immersion nel mondo della più sportiva delle Alfa Romeo. Sabato 24 e domenica 25 giugno, il “Museo Storico di Arese – La macchina del tempo” apre le sue porte a tutti gli appassionati per festeggiare i 107 anni del brand Alfa Romeo con una serie di appuntamenti speciali. Non semplici celebrazioni, ma incontri all’insegna della creatività, del coinvolgimento e della valorizzazione di un patrimonio storico unico. Il programma, infatti, è davvero ricco e prevede la partecipazione dei progettisti del Centro Stile, impegnati a disegnare in diretta, un convegno sulla 164, che compie trent’anni e che sarà anche protagonista di una sfilata e l’appassionante “Grand Prix Slot Alfa Romeo”, con modellini radiocomandati su pista a sei corsie, per adulti e bambini.

 

Fulcro degli eventi è il Museo storico: fondato nel 1976, e riaperto al pubblico nel 2015 dopo un importante intervento di riqualificazione e riallestimento, ospita gli esemplari più importanti della collezione storica Alfa Romeo e illustra i 107 anni di storia del marchio raccontandone le imprese, le vetture, la tecnologia, lo stile. Sabato 24 e domenica 25 giugno i visitatori avranno a disposizione visite guidate gratuite per scoprire ogni dettaglio di questa straordinaria storia, e per il tutto il week end si succederanno eventi rivolti non solo ai club e agli alfisti, ma anche alle famiglie, agli amanti del design e dell’arte, ai turisti e, più in generale, a chi è orgoglioso di una grande storia italiana conosciuta e amata in tutto il mondo.

 

Nel dettaglio, il programma prende il via sabato alle 9.30 presso la sala “Giulia” con il convegno dedicato ai “30 anni dell’Alfa 164″: è prevista la partecipazione di importanti ospiti che hanno contribuito alla progettazione e allo sviluppo stilistico e tecnico di una delle auto più popolari della storia Alfa Romeo. Alle 12.30, le vetture sfileranno sul tracciato interno del museo. Questa attività è organizzata da FCA Heritage, l’ente che si occupa della valorizzazione e della promozione del patrimonio storico dell’azienda, rivolto ai collezionisti e ai semplici appassionati delle vetture e della storia dei marchi italiani di FCA.

 

Nel frattempo, i visitatori potranno ammirare il lavoro dal vero dei progettisti del Centro Stile FCA all’interno del Museo, luogo che per i creatori delle nuove auto è sempre stato e continua ad essere fonte di ispirazione.
Come a ogni festa, non può mancare un momento ludico e divertente: il “Grand Prix Slot Alfa Romeo”. A disposizione dei visitatori di tutte le età ci sarà per l’intero week-end una pista a 6 corsie con modellini radiocomandati, ovviamente con il marchio del Biscione. Speaker, tabellone elettronico, sessioni di gara, hot lap: ci sono tutti gli elementi per una competizione in grado di coinvolgere gli alfisti di oggi e di domani.

 

Nello stesso weekend, poi, la Scuderia del Portello presenterà il progetto “Formula Alfa” che prevede l’organizzazione nel 2018 di un campionato internazionale riservato alle monoposto Formula Alfa ed Europa Boxer e Formula 3 costruite tra il 1979 e il 1994, motorizzate Alfa Romeo. Inoltre presso l’Autodromo di Vallelunga si terrà un eccezionale raduno dei Club Alfa Romeo di auto storiche.

 

Museo Storico di Arese – La macchina del tempo

È il luogo simbolo della storia aziendale, e il nuovo progetto architettonico ne ha ridisegnato la funzionalità adeguandone la struttura alle nuove attività e ai flussi di pubblico. Lungo il percorso sono esposti i 69 modelli che maggiormente hanno segnato non solo l’evoluzione del marchio, ma la storia stessa dell’auto. Dalla prima vettura A.L.F.A., la 24 HP, alle leggendarie vincitrici delle Mille Miglia come la 6C 1750 Gran Sport di Tazio Nuvolari, dalle 8C carrozzate Touring alla Gran Premio 159 “Alfetta 159″ campione del Mondo di Formula 1 con Juan Manuel Fangio; dalla Giulietta, vettura iconica degli anni ´50, alla 33 TT 12. L’essenza del marchio è condensata in tre principi: la “Timeline”, che rappresenta la continuità industriale; la “Bellezza”, che unisce stile e design; la “Velocità”, sintesi di tecnologia e leggerezza. A ogni principio corrisponde un piano del Museo. Dunque tutti i visitatori possono ammirare, lungo il percorso espositivo, l’evoluzione del marchio, del design e le grandi vittorie ottenute dal Biscione.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Concerto di Zucchero a Madrid

Concerto di Zucchero a Madrid


 

Adelmo Fornaciari, conosciuto artisticamente come Zucchero (1955), è uno dei maggiori compositori e cantanti italiani contemporanei, autore di innumerevoli successi conosciuti in Europa, America Latina e in alcuni Paesi anglosassoni.


Zucchero darà un concerto a Madrid il prossimo 25 luglio nell’ambito dell’Universal Music Festival 17, nel prestigioso Teatro Real di Madrid.

Grazie agli accordi con Universal Music Spain, la Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS) offre ai suoi soci e contatti la possibilità di assistere a questo concerto usufruendo di uno sconto del 50% sul prezzo dei biglietti.

Per richiedere il codice-sconto, è necessario compilare il formulario in basso. Una volta ricevuto il codice, l’utente dovrà accedere alla pagina ufficiale per l’acquisto dei biglietti, selezionare il posto e, nella pagina in cui vengono richiesti i dati personali, introdurre il medesimo codice nello spazio corrispondente.

 


Formulario richiesta sconto
[
Per richiedere il codice sconto per il concerto di Zucchero (Teatro Real de Madrid, 25-07-2017) compila il seguente formulario.

Nome e Cognome *

E-mail *

Telefono *

Commento

 Desidero ricevere informazioni della CCIS
 Ho letto e accetto la privacy *


* Campo obbligatorio


Patrocinadores

Patrocinadores



Colaboradores

Colaboradores


Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

L'uso di cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione della nostra politica dei cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni.

X