La CCIS cerca nuovi partners nel campo dell’europrogettazione

La CCIS cerca nuovi partners nel campo dell’europrogettazione

Da anni la Camera di  Commercio e Industria Italiana per la Spagna è  particolarmente attiva nell’ambito della progettazione europea, occupandosi fino ad oggi della gestione di ben 12 progetti – tra i più recenti ESI, M.IN.D e Tourism For VET.

La Camera ha potuto contribuire alla creazione di network europei stabili ed efficaci, grazie all’impegno svolto dai responsabili del dipartimento EU Desk – specializzato in progetti europei – e al sostegno, durante lo svolgimento degli stessi, da parte del dipartimento di formazione, il dipartimento di comunicazione ed il dipartimento di organizzazione degli eventi.

Nel campo della progettazione europea, un ruolo decisivo  è svolto dalle imprese ed associazioni partners dei vari progetti; un elevato numero di soggetti impegnati attivamente in progetti europei, è infatti la chiave per il mantenimento di legami stabili tra diversi paesi e per la creazione di un framework sempre più variegato ma al tempo stesso coeso.

Per questa ragione, la CCIS ha deciso di creare un formulario scaricabile, per tutte le associazioni e/o imprese che vogliano collaborare nell’ambito dell’europrogettazione. Invitiamo, dunque, le organizzazioni interessate a compilare il formulario, affinchè possano essere inserite nel database della Camera, e contattate per un’eventuale partnership nell’ambito di progetti futuri.

Clicca qui per scaricare il formulario.

Per maggiori informazioni: eudesk@italcamara-es.com

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Iniziative solidarie per i terremotati

Iniziative solidarie per i terremotati

Nelle ultime ore sono state attivate numerose inizative a sostegno delle persone colpite dal terremoto del 24-08-2016.

nella web italiaonlive.com abbiamo pubblicato l’informazione su quella che propone Slow Food, #unfuturoperamatrice, a cui possono aderire i ristoranti italiani in tutto il territorio spagnolo.

Sono stati pubblicati anche i numeri di conto corrente attivati dal Comune di Amatrice (uno dei paesi devastati dal sisma) e dalla Croce Rossa Italiana, una delle principali organizzazioni di soccorso attualmente impegnate nelle località colpite dal terremoto.

SOLIDARIDADITALIA

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

2^ Campionato Spagnolo “Pizza por Pasión 2016”

2^ Campionato Spagnolo “Pizza por Pasión 2016”

Lunedi 3 Ottobre 2016, il secondo appuntamento con il Campeonato Español Pizza por Pasión, organizzato da Pizz@more e Università della Pizza Italiana nel Mondo.

 

 

Il prossimo 3 Ottobre 2016, si svolgerà a Granada, presso la Feria General de Muestra de Armilla , il 2^ Campeonato Español Pizza por Pasión di quest’anno, con il patrocinio di Pizz@more, socio della CCIS, Università della Pizza Italiana nel Mondo e in collaborazione con FERMASA.
I partecipanti alla gara, dovranno misurarsi nella realizzazione della Pizza e potranno competere all’interno di 5 categorie: Pizza classica, Pizza acrobatica,presentazione, lunghezza della pizza o velocità.
Il campionato mira a valorizzare i prodotti della tradizione del “made in Italy” attraverso l’impiego durante la competizione di ingredienti di qualità, ed incentivare l’uso di prodotti tipici spagnoli o del paese di origine di ciascun pizzaiolo.
Potranno partecipare all’evento, i pizzaioli di entrambi i sessi che abbiamo compiuto i 16 anni, che appartengano a qualsiasi Associazione di questa categotria o a titolo personale,o in rappresentanza della propria pizzeria.
La manifestazione sarà un’occasione per tutti i partecipanti di conoscersi e, osservando il lavoro degli altri pizzaioli all’interno della competizione, darà loro l’opportunità di migliorare la propria tecnica e crescere a livello professionale.
Per iscriversi al campionato, e/o ricevere maggiori informazioni, scrivere a info@upim.es o contattare la Sig.ra Antonia Ricciardi al +34 667 081 570.

 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

La disoccupazione in Spagna scende al 20%, il livello più basso dalla primavera del 2010

La disoccupazione in Spagna scende al 20%, il livello più basso dalla primavera del 2010

Secondo l’Inchiesta sulla Popolazione Attiva pubblicata dall’INE, nell’lultimo anno il tasso di disoccupazione è sceso di 2,37 punti

 

L’INE ha da poco pubblicato l’Inchiesta sulla Popolazione Attiva, relativa al secondo trimestre dell’anno.

Secondo l’inchiesta, il numero di occupati è aumentato di 271.400 persone rispetto al trimestre precedente (un 1,51% in più) ed ammonta a 18.301.000 persone. In termini destagionalizzati, la variazione trimestrale è dello 0,29%. Negli ultimi 12 mesi il numero delle persone con un’occupazione è aumentato di 434.400 unità. Il tasso annuale è pari al 2,43%.

In questo trimestre l’occupazione ha registrato un aumento nei Servizi (227.300 in più), nel settore delle Costruzioni (45.600) e nell’Industria (15.700), e diminuisce nell’Agricoltura (17.200 in meno).

Mentre, nell’ultimo anno, l’occupazione è aumentata nei Servizi (439.100 unità in più) e nell’Agricoltura (19.800), e diminuita nelle Costruzioni (15.700 unità in meno) e nell’industria (8.800).

Durante questo trimestre, il numero dei disoccupati diminuisce di 216.700 persone (-4,52%) ed ammonta a 4.574.700 unità. In termini destagionalizzati la variazione trimestrale è pari al –1,90%. Negli ultimi 12 mesi, il numero dei disoccupati si è ridotto di 574.300 persone (-11,15%). Il tasso di disoccupazione è pari al 20%, un punto in meno rispetto al trimestre precedente. Nell’ultimo anno questo tasso è sceso di 2.37 punti.

Per quanto riguarda le regioni, la disoccupazione diminuisce soprattutto tra Cataluña (56.400 disoccupati in meno), Isole Baleari (28.900) e Andalusia (28.100). In termini annuali, i risultati migliori si registrano in Cataluña (122.500 disoccupati in meno), Andalusia (99.400) e nella regione di Madrid (53.200).

Il totale degli stipendiati aumenta in questo secondo trimestre di 252.700 unità, di cui 86.400 con contratto a tempo indeterminato e 166.300 a tempo determinato. Su base annua, l’occupazione a tempo indefinito è incrementata di 223.300 persone mentre, i contratti a tempo determinao registrano un aumento di 202.200 unità. Il numero dei lavoratori indipendenti cresce di 15.700 unità in questo trimestre, mentre negli ultimi 12 mesi la crescita è stata pari a 6.800 persone.

È possibile scaricare l’inchiesta integrale tramite il seguente link.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

L'uso di cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione della nostra politica dei cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni.

X